domenica , 24 giugno 2018
Home » Polis » Economia » Inclusione sociale e Rete europea: un convegno a Penne sulla gestione dei fondi

Inclusione sociale e Rete europea: un convegno a Penne sulla gestione dei fondi

Penne – Due giorni dedicati alla rete europea e alle opportunità per l’inclusione sociale. L’evento si terrà a Penne, nella sala consiliare del Comune, nei giorni di mercoledì 21 e giovedì 22 marzo prossimi. Il Comune di Penne è partner del progetto “European Network for Social Integration Entrepreneurship: Social Inclusion and Development of Rural Regions for a better European Future” (ENSIE).

Il progetto europeo è nato da un protocollo d’intesa tra 11 partner provenienti da 10 differenti Paesi membri dell’UE, finanziato dall’Agenzia Esecutiva per l’Educazione, gli Audiovisivi e la Cultura della Commissione Europea (EACEA), a valere sul Programma Comunitario “Europa dei Cittadini”, Misura “Reti di città” e si è classificato al secondo posto a livello europeo. La prima giornata, mercoledì 21 marzo, di lavoro sarà dedicata agli interventi dei punti di contatto nazionali della rete Europe Direct, Europe Enterprise Network e CCP Italy (Punto di Contatto nazionale per il Programma “Europa dei Cittadini”). Verranno presentati i Programmi Europei Tematici (legati a Fondi Diretti UE) più importanti. Un focus particolare sarà dedicato alle opportunità per le PMI. L’incontro vedrà la partecipazione degli alunni delle scuole secondarie di secondo grado e del mondo delle imprese. La seconda giornata, giovedì 22 marzo, sarà dedicata agli interventi di membri del Parlamento Europeo, esperti del Terzo Settore, rappresentanti delle istituzioni (Regione Abruzzo). Si dibatterà sul ruolo dell’impresa sociale nell’architettura legislativa italiana con un focus sul Nuovo Codice del Terzo Settore ed in quella Europea. Si esamineranno anche le opportunità presenti ai fini dell’incentivazione verso lo start-up d’impresa nell’economia sociale. Il contesto di riferimento è dato dai territori rurali regionali europei. I target group più importanti a cui è rivolto l’incontro saranno: giornalisti ed esperti di comunicazione, associazioni sindacali a tutela dei lavoratori (CGIL, CISL, UIL), associazioni sindacali datoriali (Confindustria, Confartigianato, Confesercenti, CNA, ecc.), associazioni culturali locali, associazioni di volontariato, associazione sindacali del settore rurale (CIA, Coldiretti, Copagri), imprenditori, istituti scolastici, cittadini, amministratori comunali, amministratori provinciali, operatori del turismo.(ufficio comunicazione)

Guarda anche

Nuova Pescara, il sindaco Maragno alla Regione: “Comuni esclusi dalla redazione della proposta di legge regionale”

Montesilvano - “Con rammarico prendiamo atto che sono rimasti inascoltati i molteplici appelli rivolti dai Sindaci e dai Consigli comunali, in particolare di Montesilvano e Spoltore, tesi a partecipare attivamente alla redazione di una nuova proposta di legge regionale che, nel risolvere le diverse criticità evidenziate nella PDL n. 206 del 2016, andasse a definire un percorso condiviso ed ottimale per l’attuazione della fusione di Pescara, Montesilvano e Spoltore. Infatti, non solo non siamo stati invitati a partecipare alla definizione del nuovo testo, ma non conosciamo neanche gli emendamenti presentati”. Inizia così la lettera a firma del sindaco Francesco Maragno indirizzata al presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, al presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Di Pangrazio, al presidente della Prima Commissione consiliare, Maurizio Di Nicola, ai capigruppo del Consiglio Regionale e per conoscenza ai sindaci di Pescara e Spoltore. Mercoledì 27 giugno, infatti, si riunirà la commissione Consiliare “Bilancio, Affari generali e istituzionali” per l’esame degli emendamenti presentati alla proposta di legge per la istituzione della Nuova Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − venti =