martedì , 25 settembre 2018
Home » Culture » Eventi » Sabato 24 marzo a Montesilvano Colle IV edizione rappresentazione della Via Crucis

Sabato 24 marzo a Montesilvano Colle IV edizione rappresentazione della Via Crucis

Montesilvano – «Un appuntamento suggestivo ed emozionante che ci porterà nella giusta atmosfera pasquale. Una manifestazione apprezzatissima e particolarmente seguita, divenuta ormai fiore all’occhiello della offerta eventi cittadina, che per il quarto anno si terrà nella parte storica di Montesilvano». E’ l’assessore alle Manifestazioni, Ottavio De Martinis ad annunciare la quarta edizione della “Sacra Rappresentazione della Via Crucis”, la messa in scena della Passione di Cristo. Sabato 24 marzo, a partire dalle 19, il corteo partirà davanti la Chiesa San Michele Arcangelo per arrivare a piazza Luigi Calabresi.

La rappresentazione, organizzata dall’associazione Vides Pescara Onlus, presieduta da Ivana Zuccarini, impegnerà 15 attori del laboratorio teatrale La Carriole, affiancati da 40 figuranti in costumi d’epoca e dai cori Beato Nunzio di Pescara e Polyphonia di Spoltore, diretti da Gianni Golini, sotto la regia di Oliviero Zimuel, sulle musiche di Giuseppe Di Leo. La Passione di Cristo verrà rappresentata in vernacolo con meditazioni in dialetto pescarese a cura del poeta Guido Antonioli. «Novità di quest’anno –  aggiunge De Martinis – è l’introduzione di dialoghi e parti recitate in italiano che arricchiranno ulteriormente questa emozionante rappresentazioni che ogni anno riesce a creare un’atmosfera particolarmente partecipativa per il pubblico».

«Il borgo di Montesilvano Colle –  aggiunge Oliviero Zimuel, regista e organizzatore –  si presta molto bene a questa tipologia di rappresentazione. Siamo ben lieti di tornare a Montesilvano e soprattutto nella zona collinare con tutta la sua storia. Questi eventi sono anche occasioni di rilancio per il borgo. Un ringraziamento all’Amministrazione particolarmente sensibile ed attenta».

Le prime 9 stazioni della Passione di Cristo saranno itineranti, mentre la rappresentazione delle ultime 6 avverrà su un palco allestito in piazza. Nel ruolo di Gesù Francesco Morelli ed in quello di Maria, Laura D’Agostino.

Guarda anche

Il Teatro Marrucino cala il sipario: Di Primio “a causa dei mancati trasferimenti da parte della Regione”

Si temono azioni legali da parte degli altri teatri italiani con i quali il Marrucino ha stretto accordi di coproduzione oggi a rischio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =