venerdì , 20 aprile 2018
Home » Culture » Cultura » Dal CCET incontri d’autore in biblioteca e una raccolta firme per portare il Monumento ai Caduti in Piazza Diaz

Dal CCET incontri d’autore in biblioteca e una raccolta firme per portare il Monumento ai Caduti in Piazza Diaz

Montesilvano – Raccolta firme per il Monumento ai Caduti in P.zza Diaz Il CCET, Comitato Cultura e Territorio a lavoro per incontri d’autore in biblioteca e la riscoperta dell’identità della città. Il referente della Biblioteca, Marco Forconi, insieme al comitato, all’opera per realizzare un calendario di eventi per valorizzare la struttura con un impiego di risorse pubbliche pari a zero.

“La biblioteca comunale Emidio Agostinoni, seppur in locali inadeguati a profondere un ottimale uso per dibattiti, conferenze e presentazioni, non può tuttavia continuare ad essere intesa come un peso per le casse comunali piuttosto che rampa di rilancio per una città, la terza in Abruzzo per numero di abitanti, ancora alla ricerca di una propria identità e di un centro cittadino.” Afferma Forconi, “In particolare, in aggiunta al calendario degli eventi, il Comitato intende promuovere anche un’attività di sensibilizzazione a difesa della biblioteca, con implementazioni senza costi e attraverso forme, da concordare, d’ausilio con il personale impiegato in biblioteca.” Il Comitato Cultura e Territorio (CCeT), attualmente presieduto da Massimo Messina, “si prefigge di favorire e tutelare le molteplici espressioni culturali ed ambientali della città, attraverso una sincera e gratuita azione di volontariato.”

Ed è iniziata una petizione popolare, organizzata dal Comitato stesso, per la ricollocazione del Monumento ai Caduti dell’artista Vinicio Verzieri da piazza Montanelli a piazza Diaz, dov’era originariamente. “Una città senza memoria storica non potrà mai sviluppare un importante progetto di rilancio urbanistico.” Autonomo e indipendente dalla politica, a disposizione della città, Il CCET ha soprattutto tre obiettivi: tutelare i beni del territorio, migliorare i servizi in biblioteca e organizzare un calendario di incontri su libri, arte, architettura, intrattenimento, ambiente e tanto altro. I fondatori del Comitato provengono tutti da esperienze culturali diverse e, come impone lo Statuto, è bandita l’attività politica, “all’interno si fa solo cultura”.

Una zona neutra in cui si esplora, si studia, si cerca. Per ora i gruppi sono 4 e tutti i Montesilvanesi interessati possono partecipare attivamente: biblioteca, che ha come referente Marco Forconi, coadiuvato da Messina e Curatolo; Architettura e urbanistica a cura degli Architetti Sara Tarricone e Ortensia Ortensia; Luana Roselli si occuperà di Ambiente e territorio e Franco Santucci, esperto di ricognizione e archeologia, organizzerà dei fotowalking per la città, esposizioni e corsi di fotografia e immagine.

Guarda anche

Studenti tedeschi a Roseto fino alla fine di aprile ospiti del Saffo

Sono tornati in città, anche quest’anno, gli studenti del Karlsgymnasium di Monaco di Baviera. Il polo liceale Saffo, diretto da Elisabetta Di Gregorio, infatti, ha avviato un progetto di scambio culturale con la scuola tedesca che, dal 2017, prevede la presenza  dei ragazzi tedeschi a Roseto che poi ricambieranno l’accoglienza a Monaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =