sabato , 17 agosto 2019
Home » Passioni » People » Premiazione Concorso “La relazione di genere tra violenza, stereotipi e libertà”

Premiazione Concorso “La relazione di genere tra violenza, stereotipi e libertà”

Pescara – Si terrà domani venerdì 25 maggio, ore 17.30, presso la Sala Figlia di Iorio nel Palazzo della Provincia di Pescara, la premiazione del Concorso bandito dalla Commissione Pari Opportunità della Provincia, presieduto da Romina Di Costanzo, dal titolo “La relazione di genere tra violenza, stereotipi e libertà”. Il concorso, rivolto agli istituti superiori della Provincia, ha l’obiettivo di sensibilizzare e promuovere nei più giovani la riflessione relativa alla violenza di genere, che si configura ormai da anni come una vera emergenza sociale.

Hanno aderito all’iniziativa gli studenti del liceo Scientifico “C. D’Ascanio” di Montesilvano, del Liceo classico “G. D’Annunzio” e del liceo artistico, musicale e coreutico “G. Misticoni – V. Bellisario” di Pescara.

I partecipanti, sulla scorta dei documenti forniti dal bando, hanno sviluppato un pensiero sul tema, attraverso la produzione di un elaborato realizzato in diverse forme espressive scritto, grafico e multimediale.

Cinque i premi assegnati, che consisteranno in libri offerti dagli sponsor dell’iniziativa (Carocci Editore, Neo Edizioni e la libreria indipendente On the Road) in base a diverse sezioni: scrittura, pittura, regia, comunicazione e critica.

A valutare i lavori una giuria di esperti: il pittore Gianfranco Zazzeroni, il regista Andrea Malandra, lo scrittore Omar D’Incecco, la giornalista Antonella Luccitti e la consigliera di Parità della Provincia di Pescara Danielle Mastrangelo.

All’iniziativa, cui parteciperà il Presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, interverrà

anche l’attrice Tiziana Di Tonno che, oltre a interpretare i testi dei lavori in concorso, proporrà una performance teatrale ispirata dai Monologhi “Ferite a morte” di Serena Dandini.

Hg news è media partner dell’evento.

Guarda anche

Ci lascia Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale

È scomparsa all’età di 75 anni Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale. Nata a Capestrano (L'Aquila) nel 1944, ha insegnato in Lombardia e in Liguria ed ha vissuto in Grecia. Ha partecipato a stages teatrali tenuti da Giorgio Albertazzi nella città di Volterra, dal 1996 al 1998. Per la sua attività letteraria ha conseguito premi e riconoscimenti, tra cui il Premio della Giuria del “Fiorino d’Oro”, il Premio “Giorgio Albertazzi”, il Premio Internazionale “Emigrazione” per il libro “Terre di Guerrieri”,  il Premio “Lettera d’Amore” per una lettera d’amore dedicata al Guerriero di Capestrano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + tredici =