sabato , 27 Febbraio 2021

A Pescara la quarta edizione di “Street Food Time”

Pescara. E’ stata presentata stamanenella sededi Confartigianato Imprese Pescara la quarta edizione di “Street Food Time”. Alla presenza di Giancarlo Di Blasio, presidente Confartigianato Pescara, Fabrizio Vianale di Confartigianato, Luca Di Tecco, presidente del Marina di Pescara e Barbara Lunelli e Manolo Demenegodella Blunel,è stato presentato l’appuntamento più goloso dell’anno che torneràdal 28 giugno al 1° luglio al Porto Turistico “Marina di Pescara”. L’evento a carattere nazionale dedicato al cibo di strada di qualità, inserito nel ricco cartellone delle iniziative dell’ottava edizione di Estatica, è organizzato da BlunelSrls e patrocinato daCamera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti – Pescara, Confartigianato Imprese Pescara eMarina di Pescara,e ha l’intento sia di creare momenti di aggregazione sociale che di portare in città visitatori che daranno vita ad un percorso di valorizzazionedelle eccellenze di cui si avvantaggeranno tutte le attività commerciali cittadine e dell’intera provincia.
“Il merito che dobbiamo dare a questa manifestazione – ha sottolineato Giancarlo Di Blasio, presidente di Confartigianato Pescara – è quello di aver rivitalizzato un settore dell’artigianato importante, quello del cibo da strada, favorendo anche lo sviluppo di nuove attività che molto spesso sono avviate da giovani imprenditori”.
“Come Confartigianato – ha aggiunto Fabrizio Vianale – abbiamo creduto sin dalla prima edizione in questa manifestazione perché riteniamo che sia un evento legato all’artigianato alimentare d’eccellenza, un evento nato quattro anni fa in Abruzzo ma poi diffuso in tutta Italia, dalla Liguria alla Calabria”.
Il festival ospiterà 22 food truck e 6 birrifici artigianali; offrirà ben 130 tipologie di cibi diversi e 30 birre artigianali differenti per tutte le esigenze culinarie più disparate, dall’aperitivo al dessert passando per primi piatti, secondi, contorni e formaggi. I fornelli si accenderanno alle 18,00 e si spegneranno a tarda notte. Food truck provenienti da ogni regione daranno vita a quattro giornate davvero gourmet durante le quali l’Italia culinaria si incontrerà a Pescara per deliziare tutti i palati, anche i più esigenti. L’area del festival, ad ingresso gratuito, sarà la patria del cibo di qualità in cui gli alimenti della tradizione culinaria italiana saranno proposti in “versione street”. I produttori del cibo di strada sono artigiani che esprimono appieno i valori dell’Italia più vera e autentica. Ricerca della qualità, piacere di avere un contatto umano e schietto con i clienti, voglia di mantenere vivi i rapporti con il proprio territorio e la sua storia, utilizzo di prodotti agricoli genuini, uso di ricette tramandate di generazione in generazione, questi gli elementi che caratterizzano i cultori del cibo di strada, consapevoli che esistono nelle nostre città, “paesaggi culturali” da difendere e conoscere.
“Street Food Time” è un Festival interessante, stuzzicante, appetitoso, succulento, in cui il “savoirfaire” italiano si innesca sulla cultura del prodotto, della terra, della storia.
Il tour di “Street Food Time” ha toccato e toccherà nel 2018 molte città italiane e torna a Pescara per la quarta edizione con quattro giornate ricche di sapore, divertimento, intrattenimento e cultura.
“Sono contenta di essere tornata in città – ha ribadito Barbara Lunelli della Blunel – lo Street Food è un festival di calibro nazionale che tocca tutto lo Stivale ma quando sono a casa sono molto felice. Questo è un festival di qualità che cura sia la qualità del cibo proposto sia l’estetica del mezzo, non a caso nel nostro evento ci sono solo food truck e non stand. Poi c’è un discorso di professionalità degli operatori che operano su veri e propri ristoranti su ruote. Ogni mezzo arriva da una regione diversa e in un’unica piazza c’è tutta l’Italia culinaria. Questa scelta nasce non solo da un discorso di ampia proposta gastronomica ma anche e soprattutto da un’idea di tipo culturale, perché il cibo è l’espressione culturale di un popolo”.
“E’ uno degli eventi più attesi all’interno di Estatica – ha sottolineatoLuca Di Tecco, presidente del Marina di Pescara -già in primavera, al momento della preparazione del cartellone delle iniziative, ci sono numerose richieste per avere lumi sulle date di Street Food Time. Per me è un grande orgoglio ospitare l’evento al Marina di Pescara”.

Di seguito un piccolo assaggio dei piatti:
Piemonte: hamburger di scottona;
Toscana: “lampredotto”, pappa al pomodoro, trippa, “ribollita”, crostoni con fegatini, “panzanella”, hamburger di chianina e cinta senese, polpette di chianina, punta di petto di chianina;
Emilia Romagna: “tigelle” farcite con salumi emiliani e mostarde di produzione artigianale di frutta e verdura, “Il Gnocco fritto di Modena” accompagnato con culatello di Zibello, mortadella di Bologna IGP, crudo di Parma e cipolle caramellate;
Lazio: “puccia” pontina farcita con straccetti di manzo, pomodorini confit, grana e crema di mozzarella, capocollo, pancetta, pomodoro e ruchetta, “panzotto” farcito con pecorino romano DOP, carciofi romaneschi, guanciale amatriciano, verdure alla griglia, “pinsa” farcita con salumi e formaggi tipici laziali, pomodorini confit, verdure grigliate, ricotta affumicata;
Roma: “Saccoccia romana” all’amatriciana (con guanciale croccante polpettine di patate e pecorino), di Ariccia (con porchetta di Ariccia), vegetariana (con crema di zucchina concia, pomodorini, ricotta e fiori di zucca), vaccinara (con coda alla vaccinara e fonduta di pecorino), romana (con prosciutto crudo, bufala e pesto artigianale), dolce (con ricotta e crema di nocciole).;
Marche: cartoccio di pesce fritto, olive all’ascolana classiche, al tartufo e vegetariane, crema fritta, fritto misto marchigiano;
Abruzzo: “arrosticini” artigianali di fegato e di pecora, “bruschettoni” con pomodorini e salumi dei parchi, salsiccia di fegato con crema di funghi porcini e spinaci freschi, salsiccia di agnello con crema di zafferano e zucchine, patate di Avezzano al cartoccio;
Campania: “focacciotto” cotto a legna farcito con mozzarella di bufala, verdure alla griglia, salame di bufalo campano, prosciutto di Pietraroja;
Puglia: striscette di carne di cavallo con stracciatella di Andria e pomodori secchi pugliesi, “Bombette di Cisternino”, cartoccio di polpettine di pane di Altamura con canestrato pugliese e salamella artigianale, panino con salsiccia pugliese a punta di coltello con crema di olive celline e caciocavallo;
Calabria: gnocchetti con cozze e vongole, tartare di tonno alle erbette aromatiche, spezzatino di polipo in umido, pasticceria calabra;
Salento: patate novelle al vin cotto balsamico, pittule dolci e salate;
Sicilia: arancine, cassatine, cannoli siciliani.

Cucina dal Mondo:
Stati Uniti: BBQ americano con 12 ore di affumicatura (“PulledPork”, “Ribs”, “Beef”);
Argentina: grigliata di angus Aberdeen e carni argentine cotte ai carboni;
Sud America: “Churros” farciti con crema alla nocciola e “dulce de leche”.

Il tutto sarà accompagnato dalle birre rigorosamente artigianali dei birrifici Artigianale Anbradell’Aquila, La Fortezza di Civitella Del Tronto (Te), Terre D’Acquaviva di Atri (Te), Alkibia di Fossa (Aq), Carnival di Offida (Ap), 20.13 di San Benedetto del Tronto.
L’evento sarà completato da cinque concerti live curati dall’Accademia Musicale Lizarddi Pescara.

Guarda anche

Buon anno nuovo da Hg news.it

Carissimi lettori, anche quest’anno interrompiamo per qualche giorno la pubblicazione delle notizie, riprenderemo presto, prestissimo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + dieci =