venerdì , 22 marzo 2019
Home » Sport » Tre punti soffertissimi per la Coged a Casal de’ Pazzi

Tre punti soffertissimi per la Coged a Casal de’ Pazzi

Casal de’ Pazzi. La CO.GE.D. prosegue il suo cammino a punteggio pieno in vetta alla classifica, sale a quota 27 punti e si lascia un punto indietro la Virtus Orsogna, prossima avversaria nel super derby di sabato prossimo. Ma, come nelle previsioni, le neroverdi hanno sofferto non poco contro le ragazze terribili del Volleyro Casal …

Casal de’ Pazzi. La CO.GE.D. prosegue il suo cammino a punteggio pieno in vetta alla classifica, sale a quota 27 punti e si lascia un punto indietro la Virtus Orsogna, prossima avversaria nel super derby di sabato prossimo. Ma, come nelle previsioni, le neroverdi hanno sofferto non poco contro le ragazze terribili del Volleyro Casal de’ Pazzi, prodotti eccellenti di un inesauribile vivaio e prontissime, pur essendo nei fatti una formazione Under 16, a dare filo da torcere alla capolista. Laziali sempre avanti e alla fine vincenti nel primo set, chiuso 25-21 contro una CO.GE.D. nervosa, con se stessa e con gli arbitri, e stranamente manchevole in molti fondamentali. Dopo lo 0-4 di inizio secondo set, le teatine sono però uscite alla distanza, conquistando in rimonta la seconda frazione (20-25) e dominando dall’inizio alla fine la terza (16-25). Per nulla intenzionate a mollare, le padrone di casa hanno però dato battaglia in un tiratissmo quarto set, vinto dalla CO.GE.D. solamente ai vantaggi (24-26). Dando un’occhiata ai tabellini, spiccano i 19 punti di Lorenza Lupidi, seguita dai 15 di un’ottima Simona Galiero. Con capitan Culiani non al meglio (autrice comunque di 8 punti e migliore della squadra in ricezione, con 62% di positiva e 38% di perfetta), è stato fondamentale il contributo di tutte: 7 per D’Angelo (con 5 attacchi su 5 a segno) e per Matrullo (subentrata già nel primo set e poi in pianta stabile a partire dal secondo), 6 per Kus e 6, pesantissimi, per Ramona Ricchiuti. Poco efficace in battuta (4 punti e 13 errori, a fronte dei 10 punti e 8 errori delle avversarie), la CO.GE.D. ha vissuto la sua giornata meno positiva in ricezione (45% e 23% di squadra), vincendo però il confronto a muro (13 a 8).

“Il Volleyro si è dimostrato un osso davvero duro, una squadra molto temibile – questo il commento del tecnico Alceo Esposito –, che ha saputo crearci problemi in più momenti della partita. Nonostante la giovane età sono una squadra molto fisica, che ci ha messo in difficoltà con i loro attacchi e anche a muro, ma soprattutto hanno battuto molto bene. Noi siamo stati un po’ troppo nervosi nel primo set, quando alcune chiamate arbitrali oggettivamente a nostro sfavore ci hanno fatto perdere un po’ di tranquillità. Poi alla lunga le nostre ragazze sono state brave ad emergere, a far valere le loro qualità e a migliorare nei vari fondamentali, in ricezione come a muro e in attacco. Come arriviamo alla sfida di sabato prossimo contro Orsogna? Sicuramente con il morale alto per questa vittoria e per aver mantenuto il punto di vantaggio. Per il resto, sarà una partita completamente diversa da quelle giocate finora, per cui è difficile fare previsioni. Daremo battaglia e ce la giocheremo al massimo, questo è certo”.

Volleyro Casal de Pazzi: Ribecchi 15, Di Mario (L), Atamah n.e., Mistretta (L), Adelusi (C) 11, Salvatori 2, Nervini, Bellia 18, Orlandi 1, Conti 1, Brandi 1, Catania 3, Diop 2. All.: Matteo Pilieci.

CO.GE.D. Pallavolo Teatina: Mazzarini (L), Ricchiuti 6, Michetti (L) n.e., Maiezza n.e., Kus 6, Frate n.e., Culiani (C) 8, Di Tonto n.e., Matrullo 7, D’Angelo 7, Galiero 15, Greco n.e., Lupidi 19, Perna. All.: Alceo Esposito.

Guarda anche

Pareggio nell’anticipo tra Pescara e Cosenza (1-1)

Pescara. All’Adriatico Pescara e Cosenza impattano 1-1 con le reti che sono state siglate entrambe nella ripresa: dopo il vantaggio calabrese di Tutino, i biancazzurri agguantano il pari con Scognamiglio. Primo tempo piuttosto apatico con prevalenza ospite ed il Delfino che è riuscito ad affacciarsi una manciata di volte nella ,metà campo avversaria. Ripresa decisamente più vivace con il Cosenza che trova il vantaggio nelle battute iniziali ed il Pescara che ha trovato il definitivo pareggio qualche minuto più avanti. Dopo la marcatura i biancazzurri si galvanizzano e la partita si fa avvincente con diversi capovolgimenti di fronte, ma il risultato non cambia. Nel Pescara assente Mancuso per squalifica, rientrano Balzano e Perrotta dal 1'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × due =