venerdì , 6 dicembre 2019
Home » Sport » Il bilancio di metà stagione della Coged

Il bilancio di metà stagione della Coged

“Sì, siamo molto soddisfatti del percorso fatto finora. Le ragazze stanno rispondendo a pieno alle nostre aspettative di inizio stagione, lavorano duramente e migliorano sul campo partita dopo partita. Siamo convinti che questo gruppo non potrà che crescere nel girone di ritorno e che ci condurrà all’obiettivo tecnico che ci siamo prefissati la scorsa estate. E tutto questo nonostante ci siamo trovati in una situazione imprevista, generata dall’addio di Alceo Esposito. Come già detto in altre circostanze, non avremmo voluto che si consumasse questa separazione, ma dovendo fare di necessità virtù abbiamo fatto una scelta importante, e cioè andare a “prendere” un allenatore non abruzzese. Al di là dei costi superiori, si è trattato da parte nostra di un vero e proprio investimento, perché Giorgio Nibbio è un professionista per il quale la pallavolo non è un hobby, ma il suo vero lavoro, al quale dedica totalmente le sue giornate lavorative. Inoltre, proviene da una realtà diversa, quella del volley lombardo e in generale del Nord Italia, per cui ci attendevamo da lui ciò che già ha cominciato a darci nel suo primo mese a Chieti: un punto di vista nuovo, un modo diverso di approcciarsi a questo sport e di viverlo giorno per giorno. Poi, in chiave futura, speriamo che la presenza di un allenatore con questo identikit ci permetta di far arrivare giocatrici provenienti dal Nord Italia e che in molti casi, c’è da dirlo con onestà, rifiutano di venire a giocare da noi al Sud.

Siamo quindi molto soddisfatti della stagione fin qui giocata dalla CO.GE.D., ma c’è un rammarico. La risposta del pubblico teatino non è ancora quella che speravamo, e mi auguro che nel girone di ritorno vengano a vederci a Colle Dell’Ara molte più persone: questa società, questo staff tecnico e soprattutto queste ragazze, se lo meritano”.

Guarda anche

La Tombesi rialza la testa

Ortona. Mancava dal 26 ottobre la vittoria in casa Tombesi ed è tornata dopo quattro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 5 =