lunedì , 21 ottobre 2019
Home » Sport » La Pallamano Città Sant’Angelo rinnova il gemellaggio con Makarska

La Pallamano Città Sant’Angelo rinnova il gemellaggio con Makarska

Rientrati da poco in Italia una trentina di atleti della Pallamano Città Sant’Angelo che sono stati ospiti della splendida Makarska, città rivierasca croata sulle cui limpide acque si specchia il possente massiccio del Biokovo, per partecipare al 22° torneo internazionale di pallamano.

I giovani angolani, seguiti dal tecnico Zeljko Matkovic e dal dirigente Antonio Di Febo, hanno partecipato alla manifestazione affrontando 6 squadre di grande valore, provenienti da diversi paesi europei. Le attività sportive si sono alternate anche a momenti di crescita culturale, visitando alcuni musei locali, a momenti di aggregazione con tantissimi ragazzi e ragazze di cultura diversa dalla nostra. Momenti di grandi emozioni e ricordi sono esplose nella serata con cui la società della Pallamano Makarska ha voluto rinsaldare il trentennale del gemellaggio con Città Sant’Angelo che ebbe nei precursori il maestro Tonino Castagna, fondatore della società abruzzes e Chonco Premeru, motore infaticabile della macchina turistica e sportiva di Makarska, oggi coadiuvato dal più giovane presidente Dino Mendes. La città croata ha omaggiato tutti gli atleti ed accompagnatori con una maglia su cui sono raffigurate due mani che tengono un pallone da pallamano ed il nome delle due città, Makarska e Città Sant’Angelo. Questo appuntamento sportivo estivo è stato voluto fortemente dal presidente Fabrizio Remigio e dal suo staff che ancora una volta hanno voluto rinsaldare l’amicizia con la città di Makarska, avendoli ospitati nel periodo natalizio in Abruzzo. Ora la società angolana spera che finalmente l’amministrazione comunale, guidata dal neo Sindaco Matteo Perazzetti, renda ufficiale, non solo dal punto di vista sportivo, il gemellaggio con la favolosa Makarska.

Guarda anche

Pallavolo Teatina, ad Agrigento a caccia di un’impresa

Chieti. La Connetti.it è pronta a disputare la prima partita della propria storia in un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − due =