venerdì , 23 agosto 2019
Home » Culture » Eventi » Colibrì Ensemble: presentata la VII stagione concertistica dell’Orchestra da Camera di Pescara

Colibrì Ensemble: presentata la VII stagione concertistica dell’Orchestra da Camera di Pescara

Da ottobre a maggio 2020, 14 appuntamenti e un Festival dedicato a Beethoven

La musica classica si dà appuntamento a Pescara per il settimo anno consecutivo, in occasione della stagione concertistica del Colibrì Ensemble, Orchestra da Camera di Pescara. Dalla musica sinfonica, alla pura orchestra d’archi, dalle colonne sonore dei film, spaziando fino alla letteratura: oggi in Comune la presentazione del cartellone 2019-2020, alla presenza del sindaco di Pescara, Carlo Masci e dell’assessore alla Cultura, Mariarita Paoni Saccone.

Quattordici appuntamenti, da ottobre a maggio, tutti di sabato sera alle 19, all’Auditorium Flaiano, preceduti da un aperitivo incluso nel prezzo del biglietto.
«L’Orchestra del Colibrì è una realtà importante per la città di Pescara – le parole del sindaco Masci – che si regge ormai da anni sul lavoro incessante di tanti appassionati che portano alto il nome della nostra città a livello nazionale».

Ad aprire la stagione sarà il celebre violoncellista Enrico Dindo (12 ottobre) nella duplice veste di direttore e solista, a fianco dei giovani Filippo Gorini (pianista, Premio Beethoven 2015) ed Enrico Filippo Maligno (primo violino del Colibrì).  Musica senza tempo nel concerto “Intorno a Pulcinella” (9 novembre), che spazia da Pergolesi a Stravinskji; solisti Emiliano Zenodocchio e Mattia Aceto, rispettivamente primo flauto e primo clarinetto del Colibrì.
Prima di Natale, consueto appuntamento con il “concerto + cena” (14 dicembre) al Caffè Letterario di Pescara: protagoniste le opere di un grande della letteratura italiana, Gianni Rodari, le cui parole “svolazzeranno” tra le note della Suite per violoncello & Jazz Piano Trio, di Claude Bolling, affidata al violoncellista Andrea Agostinelli.

 

L’11 gennaio sarà la volta del Quartetto Werther, giovani musicisti emergenti, che a poco più di venti anni già fanno parlare di sé nel panorama musicale nazionale.
Spicca in cartellone l’evento dedicato alla musica da film  (7 marzo): C’era una volta in America, Schindler’s list, Nuovo Cinema Paradiso e tante altre colonne sonore regaleranno al pubblico una serata indimenticabile, tra musica ed emozioni del grande schermo.

 

Oltre ad Enrico Dindo, altri prestigiosi solisti calcheranno il palco del Flaiano al fianco del Colibrì: Hervé Joulain (primo corno dell’Orchestre National de France) interpreterà il secondo concerto di Strauss (22 febbraio), Alexander Lonquich (25 gennaio) continuerà nel segno di Schubert e la sua “incompiuta” e omaggerà  Beethoven, con il suo primo concerto per pianoforte.
Francesca Dego, eccezionale violinista, da quest’anno sarà “artista residente” del Colibrì Ensemble e il 18 aprile interpreterà il Concerto per violino di Beethoven.
Ma la grande novità della stagione 2019-2020, sarà il Beethoven Festival, una rassegna di undici giorni (29 aprile – 9 maggio) dedicata alla celebrazione dei 250 anni dalla nascita del più grande compositore di tutti i tempi.

«Ogni serata sarà accesa da eventi che spazieranno tra musica, teatro, cinema e letteratura – spiega Andrea Gallo direttore artistico del Colibrì. – Evento centrale sarà l’Integrale delle sinfonie in cinque concerti, un notevole sforzo produttivo per l’orchestra, ma al tempo stesso un’occasione unica per l’Abruzzo: per la prima volta sarà possibile ascoltare tutte le sinfonie di Beethoven all’interno di un festival di soli undici giorni».

Il finale di stagione è affidato al capolavoro della Nona Sinfonia. Per l’occasione ritornerà sul palco Enrico Dindo, in veste di direttore, al fianco di quattro prestigiose voci soliste (Bechara Moufarrej, Caterina Di Tonno, Rosa Bove, Mauro Borgioni). Il Coro del Friuli Venezia Giulia farà risuonare l’Inno alla Gioia in questo maestoso concerto di chiusura.

«Un’orchestra è a tutti gli effetti un’istituzione della città e credo abbia il dovere di portare avanti sempre nuove e proficue collaborazioni con le altre realtà culturali che operano sul territorio – dichiara la presidente Gina BarlafanteIl Beethoven Festival sarà un’ottima occasione per interagire con i più importanti enti pescaresi, primo fra tutti il Conservatorio Luisa D’Annunzio, ma anche l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” che prenderanno entrambi parte al festival».

Proseguono infine le Guide all’ascolto, 7 appuntamenti per fornire le conoscenze base per un ascolto consapevole di tutta la musica non solo la classica. A settembre partono anche le Guide ai concerti della Stagione, per approfondire il repertorio musicale del cartellone 2019-2020.

La campagna abbonamenti è già iniziata: un successo la promozione “Abbonamento al buio” che ha visto il rinnovo di gran parte degli abbonati, lasciando presagire un ulteriore incremento per l’inizio di stagione.

 

Info e abbonamenti: www.colibriensemble.it www.ciaotickets.com(tel. 328 3638738).

Punti vendita:

– Outlet Città Sant’Angelo Village (sede)

– Gong music workshop (via Palermo, 190 Pescara)

– Centro Abaton (via Caravaggio, 127 Pescara)

Guarda anche

A Vasto il 20 e 21 agosto Exempla e SevenDaysBefore in un evento Rock da non perdere

Vasto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 4 =