mercoledì , 27 maggio 2020
Home » Sport » Serie B, Pescara – Cittadella 2-1

Serie B, Pescara – Cittadella 2-1

Cittadella. Pronti e via e biancazzurri sotto di un gol grazie alla bella conclusione di Vita. Potenza e precisione per il centrocampista che riceve uno scambio molto rapido al limite dell’area con appoggio di Diaw molto elegante con il tacco. Gara a tratti spezzettata ma non cattiva, grande dispendio di energie con diversi giocatori con i crampi nella ripresa. Il Delfino cambia volto a inizio ripresa dove parte decisamente determinato. Dopo tre minuti Machin sfrutta un pallone vagante non bloccato da Paleari per colpire nella porta sguarnita sul primo palo. Quindi match che resta in bilico con Diaw che trova la giocata vincente al 28′ quando entra in area e allargandosi su Scognamiglio è bravo a incrociare da posizione leggermente defilata e a calciare molto forte con palla che pur essendo centrale supera Fiorillo passando molto vicina alla base della traversa. Da li Zauri si gioca la carta Maniero ma c’è poca consistenza e continuità e così i granata possono portare a casa il risultato senza grossi affanni.

Il tabellino di Cittadella – Pescara
CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Camigliano (dal 13′ st Perticone), Benedetti; Vita, Pavan, Gargiulo (dal 4′ st Branca); Panico; Celar (dal 25′ st De Marchi), Diaw. A disposizione: Maniero, Mora, Bussaglia, Iori, Proia, Ventola, Luppi, Vrioni. Allenatore: Venturato

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Del Grosso, Drudi, Scognamiglio, Balzano (dal 2′ st Zappa); Ingelsson (dal 21′ st Memushaj), Kastanos, Machin; Di Grazia (dal 34′ st Maniero), Maniero, Galano. A disposizione: Farelli, Campagnaro, Bettella, Ciofani, Vitturini, Del Grosso, Busellato, Bocic, Borrelli. Allenatore: Zauri

Reti: al 2′ pt Vita, al 3′ st Machin, al 28′ st Diaw

 

Fonte: calciomagazine.net

Guarda anche

La Tombesi punta forte sul settore giovanile per il proprio futuro

Ortona. Lo stop forzato alle attività agonistiche ha coinvolto, oltre alla prima squadra, anche le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =