mercoledì , 13 novembre 2019
Home » Sport » La Tombesi ottiene la prima vittoria dell’anno in trasferta superando 3-2 la Mirafin

La Tombesi ottiene la prima vittoria dell’anno in trasferta superando 3-2 la Mirafin

Pomezia. La Tombesi raccoglie i tre punti su un campo tradizionalmente ostico, sale a 9 punti in classifica e torna a Ortona rafforzata nelle sue certezze. Una vittoria ottenuta a discapito di un avversario coriaceo e che ha dato battaglia fino all’ultimo, e nonostante un arbitraggio davvero pessimo. Una gara corretta, senza particolare nervosismo, è …

Pomezia. La Tombesi raccoglie i tre punti su un campo tradizionalmente ostico, sale a 9 punti in classifica e torna a Ortona rafforzata nelle sue certezze. Una vittoria ottenuta a discapito di un avversario coriaceo e che ha dato battaglia fino all’ultimo, e nonostante un arbitraggio davvero pessimo. Una gara corretta, senza particolare nervosismo, è stata trasformata dai fischietti in una corrida, con un susseguirsi senza senso di cartellini e una quantità di falli che non trova giustificazioni. Dopo un primo tempo bloccato e con poche occasioni (in casa gialloverde si segnala soprattutto un tiro libero sbagliato da Pizzo negli ultimi secondi), la Tombesi è partita fortissimo nel secondo tempo, alzando il ritmo di gioco e trovando subito due gol: prima Silveira, su bell’assist di Piovesan (minuto 2.00), e poi Calderolli, abile a sfruttare un errore avversario in marcatura (5.50). Nel momento migliore gialloverde, con la partita che sembrava in pieno controllo, è però arrivato l’1-2 di Dario Lopez (8.33), pronto a punire un evidente errore difensivo degli ospiti. Trovato il terzo gol, ancora con Silveira (10.41, ma tutto è nato da una strepitosa giocata di Pizzo), la Tombesi ha di nuovo incassato rete su una disattenzione (Fabinho, 10.55). Più che con gli attacchi avversari, i gialloverdi se la sono dovuta vedere, negli ultimi minuti, soprattutto con le scelte arbitrali: per tre volte, e sempre con fischi a dir poco generosi, i due fischietti hanno mandato a calciare il tiro libero ai giocatori di casa, con un accanimento che non può che lasciare increduli, prima, e furiosi, poi. Fortunatamente, un grande Davide Berardi ha parato i primi due liberi, mentre Fratini ha spedito sul palo la terza conclusione. Più forte dell’arbitraggio, la Tombesi porta a casa tre punti fondamentali e aspetta sabato prossimo a Ortona la corazzata Fuorigrotta.

«La condotta arbitrale a dir poco discutibile rende ancora più onore alla nostra prestazione – questo il commento di mister Gianluca Marzuoli –. Su un campo difficile e contro un avversario tosto abbiamo offerto una grande prestazione, trovando finalmente il nostro equilibrio. Siamo stati più attenti, abbiamo tenuto meglio il campo e subito molto meno. Non potevamo continuare sulla scia delle ultime partite, in cui creavamo ma subivamo anche tanto, oggi c’è stato un primo passo avanti. Errori ne commettiamo ancora, come dimostrano i due gol subiti, ma abbiamo senz’altro fatto una partita solida. Il primo tempo è stato molto equilibrato, ma nella prima metà del secondo tempo siamo cresciuti moltissimo, trovando tre gol. E nei minuti finali, di fatto le uniche occasioni che la Mirafin ha avuto sono stati i tre tiri liberi. Sono molto contento, perché oggi abbiamo saputo soffrire, dall’inizio alla fine. Sono tre punti meritati e pesanti, che ci consentono di preparare con tranquillità la prossima sfida col Fuorigrotta: una gara in cui non avremo nulla da perdere».

Guarda anche

La Tombesi torna nel suo fortino

Ortona. Settima giornata di campionato nel girone B di A2 e quarto impegno casalingo per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − nove =