venerdì , 18 Giugno 2021

SPOLTORE E’ ATTIVO IL COC. CHIUSURA DELL’ECOSPORTELLO RIECO

Spoltore – Il Comune a partire da oggi (mercoledì 11 marzo 2020) ha predisposto tutte le misure amministrative relative all’emergenza Coronavirus.

E’ attivo il Centro Operativo Comunale, che si può contattare telefonicamente tutti i giorni (orario 9.00-13.00 e 15.00-18.00) per l’assistenza alla popolazione. Il numero di telefono attivo del Coc è 085 4964255.

I volontari saranno a disposizione per le attività di spesa rivolta a persone anziane o affette da patologie croniche o disabili, ovviamente per l’acquisto esclusivo di farmaci e alimenti. I servizi di consegna a domicilio sono rivolti esclusivamente a persone prive di una rete famigliare in grado di fornire supporto.

Si ricorda che è possibile contattare i numeri 118 e 1500 per richieste di informazioni di carattere medico solo se si ritiene di avere dei sintomi della malattia.

Nel contempo, a tutela della salute dei dipendenti comunali e degli utenti, il ricevimento del pubblico negli uffici sarà possibile esclusivamente attraverso prenotazione telefonica.

L’accesso del pubblico agli uffici dello Stato Civile dell’Anagrafe, con ingressi regolati nel rispetto del Dpcm, avverrà invece senza prenotazione telefonica nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.15 alle 13.00; e nei giorni martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.30.

 

RIECO COMUNICA LA CHIUSURA DELL’ECOSPORTELLO

Ai sensi del DPCM 09/03/2020, recante nuove misure per il contenimento del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale, al fine di tutelare la salute e sicurezza di operatori e utenti, si dispone la chiusura dell’ecosportello a far data dal 12 marzo al 3 aprile 2020. Resta inteso che per qualsiasi richiesta o informazione è disponibile il numero verde 800.521.506 attivo dal lunedì al sabato dalle 08:30 alle 14:30 e dalle 15:00 alle 18:00 (festivi esclusi).

Guarda anche

Pescara, cantiere di viale Marconi: il Centrosinistra “eterno e senza scadenza mezza città in ostaggio”

Pescara – «Mezza città continua ad essere tenuta in ostaggio dai capricci della giunta Masci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + 13 =