venerdì , 27 Novembre 2020

Francavilla, nasce il Centro didattico dell’Abruzzo in Miniatura

Francavilla al Mare – È stato costituito il Centro didattico dell’Abruzzo in Miniatura, coordinato da Christian Dolente, curatore di servizi didattici museali. Il decreto presidenziale ha temporaneamente sospeso tutte le attività museali per via dell’emergenza sanitaria in corso, ma la pandemia non ha estinto lo slancio progettuale del parco museo di Francavilla al Mare.

Il programma degli incontri previsti dall’offerta formativa 2020/21 saranno avviati a nuova data da destinarsi in ottemperanza del prossimo Dpcm. Le attività dei “Weekend in Miniatura” avranno luogo sabato e domenica all’interno del MuMi, nella scrupolosa osservanza delle norme anti Covid. Continuano nel frattempo a pervenire le richieste da parte di famiglie per iscrivere i piccoli partecipanti che saranno coinvolti in laboratori e attività didattiche gestite da un pool competente di docenti specialisti del settore.

“Il Centro didattico del parco museale Abruzzo in Miniatura – ha spiegato Christian Dolente – è ad oggi una struttura ben piantata e dispone di una segreteria didattica e di un centro unico di prenotazione atto ad accogliere le richieste da parte delle scuole di ogni ordine e grado, ma altresì con un’attenzione particolare nei riguardi delle famiglie che accompagneranno i bambini. Il nostro team è composto da un corpo docente esperto in didattica museale e storia dell’arte. L’operato è incentrato dunque su una base pedagogica. L’obiettivo è far sì che i bambini ripropongano a casa con consapevolezza e competenza quello che hanno appreso al centro didattico; una delle frasi chiave della nostra filosofia è “Il sapere è nelle mani”.

Considerato il periodo che stiamo attraversando, molte scuole si sono organizzate in modo che, non appena riprenderanno le attività, saranno le famiglie stesse ad accompagnare i bambini piuttosto che il trasporto scolastico. Il Centro didattico è dotato di un supporto specialistico composto da educatori museali e storici dell’arte che mettono le proprie competenze al servizio dei fruitori delle attività formative.

 “Il Polo didattico – ha spiegato Valeria Gambi, educatore museale e guida turistica - mette insieme una serie di professionalità e specificità in diversi campi. In particolare abbiamo lanciato i Weekend in Miniatura. Personalmente, insieme alla collega Maria Fantoni, mi occuperò di tre delle giornate previste che affronteranno: bestiario abruzzese, stemmi araldici della regione e un laboratorio dedicato a Franco Summa”.

“Faccio parte dell’associazione DadAbruzzo e, all’interno dell’Abruzzo in Miniatura – ha aggiunto Maria Fantone, storica dell’arte e giuda turistica – mi occuperò dei laboratori letterari, di arte orafa e di tutto ciò che riguarda d’Annunzio e Celestino V. In particolare mi occuperò di far sviluppare ai bambini una sorta di televisione manuale sulla tecnica del Kamishibai giapponese; un modo per giocare e al contempo imparare la storia abruzzese e di Celestino V. Leggeremo poesie del Vate attraverso cui i bambini potranno avere una nuova visione della natura. Un laboratorio innovativo è quello della Poesia illustrata legato a I Pastori di d’Annunzio; un laboratorio che prevede un videoclip che genererà una poesia illustrata con opere d’arte raccontata dai bambini”.
Nel team anche Silvia Checchia, bibliotecaria e storica dell’arte che verterà il suo operato sulla lettura: “Il libro può essere il punto di partenza per una visita guidata itinerante dando tagli accattivanti e stimolanti per i bambini. All’interno del programma stilato dal Polo didattico dell’Abruzzo in Miniatura, mi occuperò di tre laboratori che vertono sulla lettura di un testo edito Il Viandante. Il primo si chiama “Crea la tua Presentosa”, il secondo “Transumando” e infine “Tutti puzzle per l’Abruzzo” ”.

Un progetto fortemente voluto anche dalle istituzioni locali del territorio di Francavilla al Mare: “Fin dal mio insediamento – ha detto Mario Gallo, consigliere del Comune di Francavilla al Mare – auspicavo, in qualità di docente di scuola primaria, l’attivazione di un centro didattico all’interno del MuMi. Nei mesi di maggio e giugno abbiamo incontrato diversi dirigenti per proporre loro attività di laboratorio che si svolgessero all’esterno delle strutture scolastiche, gettando le basi per la creazione di un vero e proprio polo didattico; un valore aggiuntivo che si rivelerà nel tempo un punto di aggregazione non ordinario, spaziando dall’arte (le pregiatissime tele di Francesco Paolo Michetti) alla storia dell’arte, dalla letteratura all’ambiente”.

Nel palinsesto dei “Weekend in miniatura” sono programmate anche visite guidate su prenotazione tra le meraviglie abruzzesi riprodotte in scala.

Per info e aggiornamenti: www.abruzzoinminiatura.it

Guarda anche

L’amore al tempo della pandemia, un nuovo progetto editoriale curato da Massimo Pasqualone

L’associazione Irdidestinazionearte ha come principale obiettivo la creazione di una rete nazionale ed internazionale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 12 =