sabato , 24 Luglio 2021

Gran Premio Abmol-Trofeo Cascioli Rent: a Sant’Egidio alla Vibrata ciclocross da 110 e lode!

Lo spettacolo del ciclocross ha fatto ancora una volta centro in Abruzzo, a Sant’Egidio alla Vibrata, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19 ma ha messo ancor più in evidenza il rapporto sempre più stretto e radicato tra il movimento ciclistico e il territorio della Val Vibrata.

Il Gran Premio Abmol-Trofeo Cascioli Rent (concessionaria Mercedes Benz-Sirio) ha confermato tutti gli elementi che hanno reso unica questa gara, dagli aspetti tecnici a quelli sportivi, grazie alla partecipazione di oltre 400 ciclocrossisti da quasi tutta Italia che hanno animato a suon di pedalate il giorno della vigilia di Natale.

E’ stata una manifestazione molto bella e significativa con la qualifica di preminente interesse nazionale da parte del Coni, nonostante lo svolgimento in “zona rossa”, messa a punto dall’Abmol Eventi (Gabriele Di Francesco, Ezio e Federico Feriozzi) e dalla Giotti Victoria-Savini Due del team manager Stefano Giuliani, unitamente alla supervisione tecnica di Pasquale Parmegiani per l’allestimento del percorso ricavato sui prati attorno l’impianto sportivo comunale con un tracciato veloce per la presenza di rettilinei in cui si doveva spingere la bici ma non sono mancati alcuni punti tecnici e le curve che hanno spezzato il ritmo.

Unanimi consensi da parte tutti i partecipanti che hanno lodato l’intera macchina organizzativa dell’evento valevole come campionato regionale FCI Abruzzo e terza prova dell’Adriatico Cross Tour 2020-2021 alla presenza di Renato Di Rocco (presidente della Federazione Ciclistica Italiana), Fausto Scotti e Luigi Bielli (commissario tecnico e collaboratore tecnico della nazionale italiana di ciclocross), Emiliano Di Matteo (consigliere Regione Abruzzo), Elicio Romandini e Nunzio Amatucci (sindaco e assessore di Sant’Egidio alla Vibrata), Angelo Panichi (sindaco di Ancarano), Mauro Marrone (presidente FCI Abruzzo), Michele Rubeis (responsabile struttura tecnica fuoristrada FCI Abruzzo) Maurizia Corradetti e Andrea Di Giuseppe (presidente e consigliere del comitato provinciale FCI Teramo) nel corso delle gare e delle premiazioni.

La zampata vincente nella gara juniores è stata quella del figlio e nipote d’arte Lorenzo Masciarelli (Callant Pauwels) che ha dominato in beata solitudine davanti a Gabriel Fede (Selle Italia Guerciotti), Vittorio Carrer (Team Bike Terenzi), Ettore Loconsolo (Team Bike Terenzi) e Ivan Carrer (Team Eurobike).

Tra le donne open trionfo di Gaia Realini (Selle Italia Guerciotti) in solitaria davanti ad Alessia Bulleri (Cycling Cafè Racing Team), Sara Fiorin (Cicli Fiorin-Team Gauss), Benedetta Brafa (Team Bike Terenzi) e Angela Campanari (Team Cingolani).

Jakob Dorigoni ha fatto sua la gara open uomini con Philippe Mancinelli (Cycling Cafè Racing Team), Gabriele Torcianti (Bici Adventure Team), Luca Ursino (Pro Bike Riding Team) e Alessio Agostinelli (Ktm Protek Dama) a piazzarsi alle spalle del campione italiano della Selle Italia Guerciotti.

Prestazione sopra le righe nei primi 5 al traguardo per Samuele Scappini (Team Fortebraccio), Matteo Fiorin (Cicli Fiorin), Nico Biagi (Team Lenzi Bike), Alex Pelucchini (GS Avis Gualdo Tadino) e Alessandro Failli tra gli allievi uomini secondo anno, Nicholas Travella (Cicli Fiorin), Matteo Gabelloni (Team Bramati), Edoardo Bonafini (Fosco Bessi Calenzano), Fabio Pagliarino (Cicli Fiorin Cycling Team) e Francesco Bertini (Olimpia Valdarnese) tra gli allievi uomini primo anno, Giulia Rinaldoni (Team Cingolani), Sara Tarallo (Team Bike Terenzi), Barbara Modesti (Bici Adventure Team), Myrtò Mangiaterra (Recanati Bike Team) e Francesca Sorgi (Cicli Fiorin Cycling Team) tra le allieve donne, Riccardo Del Cucina (Olimpia Valdarnese), Giulio Pavi Degl’Innocenti (Asd Cronoeventi), Nicolò Grini (Bici Adventure Team), Giacomo Serangeli (Team Specialized Terni) e Francesco Cornacchini (Nestor Marsciano) tra gli esordienti uomini, Elisa Ferri (Olimpia Valdarnese), Camilla Bezzone (Cicli Fiorin Cycling Team), Romina Di Sciuva (Cicli Fiorin), Alice Pascucci (Team Bramati) e Giada La Cioppa (Cicli Fiorin Cycling Team).

Per le categorie amatoriali, si sono registrati i primati per Ania Bocchini (Team Cingolani) tra le donne, Leonardo Caracciolo (Triono Racing – élite sport). Diego Marincioni (Passatempo Cycling Team – M1), Fabrizio Trovarelli (Bike Lab Scuola Ciclismo – M2), Fabrizio Iaconi (Bike Racing Team – M3), Paolo Pavoni  (Team Co.Bo. Pavoni – M4), Maurizio Carrer (Team Eurobike – M5), Ernelio Massarucci (Triono Racing – M6), Rosario Pecci (OP Bike – M7) e Mauro Valentini (Avis Amelia – M8).

I CAMPIONI REGIONALI FCI ABRUZZO CICLOCROSS 2020-2021

Esordienti uomini: Alessandro Micolucci (Amici della Bici Junior)

Esordienti donne: Giordana Di Lallo (Asd Moreno Di Biase)

Allievi uomini 1°anno: Nicolò Pizzi (Maniga Cycling Team)

Allievi uomini 2°anno: Ivan Taccone (Pedale Rossoblu Truentum)

Allieve donne: Lorenza Angelucci (Asd Moreno Di Biase)

Juniores: Lorenzo Sorgi (Team Stipa Milano)

Master donna: Maria Partenza (Cycling Bro)

Elite Sport: Federico Feriozzi (Asd Abmol)

Master 1: Marco Di Lorenzo (Bombike Team)

Master 2: Ivan Capone (Bike Pro First Car Mtb)

Master 3: Adriano Nepa (AK Cycling Team)

Master 4: Rocco Valloscuro (AK Cycling Team)

Master 5: Alessandro Rossi (Cicli Sport Mania)

Master 6: Luigino D’Ambrosio (Rampiclub Val Vibrata)

Master 7: Antonio Giardino (Ciclistica L’Aquila Angelo Picco)

Master 8: Pio Tullio (Ciclistica L’Aquila Angelo Picco)

LE INTERVISTE

Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana: “Grazie ai buoni comportamenti avuti fino ad oggi, riusciamo a far gareggiare le categorie giovanili perché il movimento ciclistico ha un ruolo socialmente utile. Sono felice che qui in Abruzzo si possa continuare l’attività nel pieno rispetto del protocollo sanitario. In questo periodo di emergenza, un evento che riesce ad accogliere circa 400 partecipanti significa che è uno tra i migliori che si sono svolti sul territorio nazionale in questo 2020 che non possiamo dimenticare. Siamo contenti come Federazione Ciclistica Italiana di aver ben operato e messo nelle migliori condizioni sia gli atleti per gareggiare che gli organizzatori per allestire manifestazioni in sicurezza”.

Emiliano Di Matteo, consigliere della Regione Abruzzo: “La Val Vibrata è un territorio che ama profondamente il ciclismo attraverso l’organizzazione di eventi ciclistici di primissimo ordine. Sono rimasto colpito dalla grande partecipazione di atleti, dall’organizzazione eccellente e dalla presenza delle massima autorità ciclistiche nazionali che hanno dato lustro all’evento. Credo che sia anche un bel messaggio che arriva dal territorio dove c’è voglia di tornare alla normalità e a praticare sport nella sua reale dimensione, come momento di festa e di aggregazione. Oggi il mondo dello sport deve recuperare il pubblico perché, per gli atleti, la gratificazione maggiore è quella di esibirsi e di dare spettacolo davanti alla gente”.

Elicio Romandini, sindaco di Sant’Egidio alla Vibrata: “Sono rimasto entusiasta da questa organizzazione perfetta ed imponente, è stata la prima volta che ho assistito a una gara di ciclocross. Il merito è tutto degli organizzatori in loco capitanati da Ezio Feriozzi e Gabriele Di Francesco ma anche della nostra giunta comunale e dell’assessore Nunzio Amatucci perché l’abbiamo voluta anche in onore di Albino Di Matteo, grande appassionato e dirigente del movimento ciclistico del territorio che non lo dimenticheremo mai per quanto ha fatto nella nostra provincia teramana”.

Nunzio Amatucci, assessore allo sport di Sant’Egidio alla Vibrata: “È stata una bellissima giornata dedicata allo sport e alla promozione della nostra città. Voglio dare risalto a questa manifestazione di campionato regionale di ciclocross che ha avuto una grande affluenza di atleti da quasi tutta Italia. Il mio doveroso ringraziamento va alla Questura e alle Forze dell’Ordine, unitamente agli organizzatori e a tutti coloro che hanno dato un contributo determinante per la migliore riuscita dell’evento”.

Fausto Scotti, cittì della nazionale italiana di ciclocross: “Con tutte le restrizioni in vigore, siamo l’unica nazione che sta facendo più gare in assoluto ed è importante per gli atleti e per le rispettive società di appartenenza. L’Abruzzo è sempre stata una regione in prima linea nell’organizzazione di eventi ed ho avuto la riprova qui a Sant’Egidio alla Vibrata dove ho potuto ammirare un percorso spettacolare da campionato italiano. Ci attendono l’ultima prova del Giro d’Italia Ciclocross nelle Marche e Sant’Elpidio a Mare e i Tricolori di Lecce in Puglia dove tireremo fuori la rosa degli azzurri da poter convocare per il Mondiale di fine gennaio in Belgio ma con un occhio all’andamento della situazione epidemiologica”.

Mauro Marrone, presidente regionale FCI Abruzzo: “Nonostante la situazione di emergenza, abbiamo assistito a un evento di grandissimo livello sia dal punto di vista agonistico che della partecipazione con la presenza del commissario tecnico della nazionale Fausto Scotti che ha fatto i complimenti agli organizzatori perché hanno messo su un percorso che avrà sicuramente un risvolto positivo in ottica futura. Per tale ragione, si sta cercando di mettere in cantiere, nella location dell’impianto sportivo comunale di Sant’Egidio alla Vibrata, un evento di risalto nazionale o anche internazionale. Il successo di questa manifestazione di ciclocross coincide con l’avvio del mio terzo mandato da presidente del comitato regionale con tanta voglia di fare e di metterci alla prova. L’auspicio è quello di superare questo momento particolare, senza creare disagio al movimento ciclistico che continua nel rispetto delle regole dettate dai protocolli sanitari e dai decreti governativi”.

Maurizia Corradetti, presidente provinciale FCI Teramo: “È la mia prima esperienza e anche la mia prima presenza da neo presidente del comitato provinciale FCI di Teramo ad un evento di spessore disputato di fronte a una scenografia stupenda. Un plauso agli organizzatori che si sono sporcati le mani, nel vero senso della parola. per allestire tutto questo sia sotto l’aspetto burocratico che tecnico. Il movimento teramano è ben rappresentato da società che fanno attività in tutti i settori del ciclismo ed è importante mantenere il rapporto con diplomazia, volontà e competenza”.

Pasquale Parmegiani, responsabile tecnico dell’organizzazione: “Tutto è filato liscio in questa edizione un po’ sofferta nei preparativi perché l’abbiamo svolta in zona rossa. Dobbiamo ringraziare doverosamente le Istituzioni, la Questura e la Prefettura che sono stati molto disponibili di fronte all’importanza di questa manifestazione e questo ci rende orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto”.

Stefano Giuliani, team manager Giotti Victoria-Savini Due: “Un successo inaspettato, è la terza volta in due anni che organizziamo il campionato regionale di ciclocross ma questa edizione ce la ricorderemo a lungo perché è stata promossa a carattere nazionale. Di fronte a una pandemia che ha colpito duramente tutti i settori, il Trofeo Matteotti professionisti, la squadra UCI Continental della Giotti Victoria-Savini Due e il Gran Premio Abmol sono tre situazioni che ho portato avanti con coraggio in un momento dove è difficile trovare sponsor ma il ciclismo insegna a non mollare mai”.

Gabriele Di Francesco, per conto di Abmol Eventi: “La manifestazione ha avuto un largo successo di partecipanti ed è il giusto riconoscimento a tutto il nostro gruppo di lavoro che ha lavorato sodo. È stata una scommessa vinta, inizialmente non me la sono sentita di far partire la macchina organizzativa con tutte queste problematiche legate all’emergenza sanitaria. Sono stato incoraggiato da Stefano Giuliani e da Ezio Feriozzi che mi hanno detto di tener duro. Non posso dimenticare Pasquale Parmegiani e Mauro Marrone che sono stati al mio fianco ed anche molto propositivi nei momenti di criticitàCe l’abbiamo fatta con il sostegno del main sponsor Cascioli Rent (concessionaria Mercedes Benz-Sirio) e dei partner Ema Impianti, Sofer Carpenterie, Giotti Victoria, Savini Due, La Locanda, Monzon e Bike Abruzzo Academy che ringrazio a nome mio e del presidente dell’Asd Abmol Ezio Feriozzi”.

Lorenzo Masciarelli (Callant Pauwels): “È stata una gara abbastanza impegnativa perché un circuito piatto sembra banale ma un piccolo errore può farti perdere molti secondi. La mia forma è sempre più in crescita, peccato per questa stagione che è partita bene ma l’emergenza Covid-19 ha cancellato alcune prove di Coppa del Mondo. Sono molto contento che qui in Italia il ciclocross continua nonostante le tante problematiche organizzative e faccio i più sentiti complimenti agli organizzatori che riescono a portare avanti le gare con coraggio”.

Gaia Realini (Selle Italia Guerciotti): “Abbiamo combattuto i primi due giri io ed Alessia Bulleri,  poi ho provato ad allungare è andata bene. Le gambe hanno risposto bene e vorrei ancora sfruttare questo periodo di crescita della condizione ancora al meglio. Oggi è mancata la nostra solita battaglia tra me e la mia compagna di squadra Francesca Baroni che non è stata presente qui a Sant’Egidio alla Vibrata, non mancherà l’occasione”.

Jakob Dorigoni (Selle Italia Guerciotti): “Sono felice perché una vittoria fa sempre bene e questa ancora di più perché l’ho ottenuta in un contesto climatico gradevole e mi ha consentito di esprimermi al meglio in attesa di lasciare il segno all’ultima tappa del Giro d’Italia Ciclocross e al Campionato Italiano di Lecce”.

Guarda anche

Chieti, Geronimo Viscovich è neroverde

Chieti. La S.S.D. Chieti F.C. 1922 a r.l. comunica di aver acquisito le prestazione sportive …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 5 =