sabato , 24 Luglio 2021

Villa Delfico: M5S e PD “basta con gli annunci e si riqualifichi”

Montesilvano – I consiglieri di opposizione del PD e M5S tornano a riaccendere i riflettori su Villa Delfico e lo fanno con un sopralluogo sul posto per denunciare lo stato di abbandono, chiedendo all’Amministrazione di intervenire al più presto. “Da troppi anni questa struttura versa nel degrado ed è ora che l’Amministrazione se ne faccia carico”.

Già con un emendamento al bilancio a firma della Consigliera Ballarini (M5S) lo scorso anno si era chiesto lo stanziamento di circa 20 mila euro per la recinzione, che è stata recentemente realizzata, dopo lo sgombero di un senzatetto che occupava la struttura. Ora però i Consiglieri di opposizione vogliono verificare se si sia portato a compimento l’accatastamento della particella in capo al Comune dopo l’ultima sentenza che ha visto il Comune vincere la causa contro i privati che da anni coltivano i terreni alle spalle dell’edificio e che ne reclamavano la proprietà per usucapione.

“Nel 2010 un progetto vinse un concorso per la riqualificazione”

«Una struttura – dichiarano i Consiglieri di opposizione- che data la sua posizione strategica potrebbe costituire un fiore all’occhiello per la città, approfittando delle diverse incentivi statali, oppure attingendo dai fondi europei per riqualificare l’intera area e destinarla ad attività culturali e sociali. Ci chiediamo che fine abbia fatto il progetto che risultò vincitore nel lontano 2010  a seguito del concorso bandito dall’Amministrazione  Cordoma, nell’ambito del programma “Sensi Contemporanei Qualità Italia” promosso dal Ministero per i Beni Culturali e dal Ministero dello Sviluppo Economico. Un progetto, elaborato dallo studio dell’architetto  Vandelli, che sbarcò anche al Maxxi di Roma, volto al recupero e trasformazione della struttura in un centro culturale. Si ipotizzò di far diventare Villa Delfico sede della Scuola civica di Musica o di aprirla all’arte, trasformandola in pinacoteca. A distanza di 11 anni, però, nulla è cambiato.
L’area è completamente in stato di abbandono, le erbacce sono talmente alte da costituire ricettacolo per topi e serpenti. Cosa aspetta l’Amministrazione, così prodiga a sterminare il verde in città, a ripulire l’area? Qui il tema non è il decoro urbano ma garantire l’igiene pubblica. Eppure, mettendo in sicurezza l’area intorno all’edificio, con una adeguata pulizia, si potrebbe già restituire ai cittadini un angolo di verde importante da destinare allo svago e ritrovo per giovani e famiglie e che potrebbe ospitare concerti, appuntamenti culturali, piuttosto che sacrificare l’arenile».

I Consiglieri dei gruppi del M5S e del PD ricordano come fosse stato annunciato, più di un anno fa, un finanziamento regionale di circa un milione di euro per la riqualificazione della struttura.
«Il Sindaco lo rese noto in sede di Consiglio Comunale, nel giustificare il congelamento dei fondi masterplan destinati alla messa in sicurezza dell’area del Saline (una compensazione molto modesta trattandosi di 1 milione contro i circa 9 destinati per il fiume). Da quanto invece vediamo, non solo non saranno utilizzati per bonificare la discarica, su cui esiste un rimpallo di responsabilità, rispetto alle quali abbiamo più volte sollecitato un’azione incisiva con la Regione, ma neppure di questa modesta somma vi è traccia».

«Sono trascorsi due anni –aggiungono Pentastellati e Dem– da quando, nella ripartizione delle deleghe,  era stato attribuito l’incarico al Consigliere Di Battista nel seguire da vicino l’iter che avrebbe dovuto restituire dignità all’edificio. Ora visto che non ci sono problemi di proprietà e che, a quanto ci è stato detto da un anno i soldi dalla Regione ci sono, cosa aspetta l’Amministrazione a riqualificare struttura e il parco esterno? Sul futuro dell’edificio, l’intenzione del Sindaco in campagna elettorale era quella di trasformare la struttura in un polo culturale destinato a ospitare musica, teatro, biblioteca e sale espositive. Basta continuare con gli annunci, l’Amministrazione si faccia carico di questo tema e intervenga  al più presto con azioni concrete». Concludono i Consiglieri al Comune di Montesilvano di PD e M5S.

Guarda anche

MURAP Festival – la Street Art protagonista a Pescara con Fondazione Aria

Dal 30 luglio all’8 agosto, quattro street artist per riqualificare tre luoghi urbani della Città …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × uno =