martedì , 26 Ottobre 2021

Amministrative ’21 – Piattaforma arcobaleno: 4 candidati su 18 sottoscrivono le richieste di Arcigay Chieti

ELEZIONI 2021 – PIATTAFORMA ARCOBALENO: QUATTRO CANDIDATI SOTTOSCRIVONO LE RICHIESTE PER FRANCAVILLA AL MARE E VASTO.
DA LANCIANO NESSUNA SOTTOSCRIZIONE.
LE DICHIARAZIONI DEI CANDIDATI.

Chieti – La campagna arcobaleno per le elezioni amministrative 2021 di Francavilla al Mare, Lanciano e Vasto, promossa dall’Associazione Arcigay Chieti, si conclude con un totale di 4 adesioni dai 18 candidati sindaco e candidate sindaca delle tre città. Per le amministrative di Vasto l’unica sottoscrizione è arrivata dalla candidata Anna Rita Carugno. Tre sono stati invece i candidati sindaco per Francavilla al Mare ad aver sottoscritto gli impegni: Moreno Bernini, Roberto Angelucci e Luisa Russo. Nessuna adesione è invece giunta tra i quattro candidati alle amministrative di Lanciano.


In merito a Lanciano Arcigay Chieti è stata contattata da un consigliere candidato che riferiva di avere la delega del candidato sindaco di riferimento per la sottoscrizione. Tuttavia, non essendo arrivato l’impegno firmato dal candidato sindaco, è stato ritenuto corretto non riportare la sua adesione. L’Associazione si rammarica che nessuna delle poche richieste proposte dal mondo LGBTI+ abbia trovato ascolto dai candidati di Lanciano, se non un generico impegno per interposta persona. In tutti gli schieramenti politici frentani si trovano riferimenti all’inclusione e al sociale, ma se queste sono le premesse, temiamo che tali propositi resteranno lettera morta.

La candidata Carugno di Vasto e i tre candidati Bernini, Angelucci e Russo di Francavilla al Mare si impegnano nella realizzazione dei seguenti punti: adottare norme contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere attraverso l’adozione di due nuovi comma nel regolamento di Polizia Urbana, adottare la neutralità di genere nel linguaggio usato dal Comune, costituire il comune come parte civile nei casi di omolesbobitransfobia, patrocinare gratuitamente gli eventi della comunità LGBTI+ di rilevanza culturale e sociale, promuovere azioni e iniziative volte a contrastare il bullismo omolesbobitransfobico, riconoscere pari diritti e dignità di tutte le famiglie.

 
I candidati Bernini, Angelucci e la candidata Russo si impegnano inoltre ad aderire alla rete RE.A.DY – Rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

Da Vasto la candidata Carugno in merito alla sua adesione riporta: “Mi impegno e rispetto le vostre istanze con l’augurio di tutto cuore che presto non siano più necessarie.” e continua “Crediamo infatti che la cultura sia ľunica arma che ci rende effettivamente liberi quindi sarà nostra cura favorire manifestazioni teatrali e musicali destinati soprattutto ai ragazzi in modo che imparino ad interagire fra di loro e comprendano che la diversità è un valore aggiunto. “

Da Francavilla al Mare, invece, il candidato Bernini commenta così la sua adesione: “Ho aderito con piacere e convinzione alla piattaforma arcobaleno proposta da Arcigay Chieti perché fornisce idee concrete da poter mettere in campo subito e che costituiscono una risposta alle esigenze che ci giungono da più parti. Nel nostro programma abbiamo scritto che Francavilla deve diventare la città di tutti. Oltre alle semplici azioni simboliche è necessario intervenire sposando le buone prassi, impegnandosi in questo senso anche come cittadini e membri di associazioni del territorio. Noi di Uniti a Sinistra siamo convinti della necessità di mantenere vivo il rapporto con le associazioni che si battono per i diritti delle persone LGBT+ a prescindere dal risultato delle prossime elezioni, per essere interlocutori attivi anche al di là del ruolo istituzionale.”. Il candidato Angelucci sottoscrive l’impegno riportando: “Sottoscrivo con convinzione e senza esitazione la lettera d’intenti, che rispecchia il mio pensiero ed il mio stile di vita che è, da sempre, quello di rispettare Tutti e Tutto.” e Luisa Russo invece dichiara “L’amministrazione che ha guidato per dieci anni questa città ha da sempre dimostrato la propria attenzione alle tematiche LGBT attraverso azioni amministrative concrete, non ultima la realizzazione, in piazza Sirena, della panchina e delle strisce pedonali arcobaleno. Ricordo il riconoscimento, primi in Abruzzo, dell’unione tra persone dello stesso sesso, o ancora la registrazione della bimba di due mamme, avvenuta qualche anno fa. Sono solo esempi, di un’amministrazione che ribadisce fermamente che il colore dell’amore sia solo quello che comprende tutto l’arcobaleno.”.


E’ importante per tutte le persone LGBTI+ vedere candidati sindaco e candidate sindaca che pongono tra gli obiettivi del proprio mandato anche la lotta per i diritti civili ancora negati, il contrasto all’omolesbobitransfobia che è tornata a tingere le pagine di cronaca nazionale con l’aggressione transfobica a Pisa; un impegno che pone i riflettori e toglie quel velo di invisibilizzazione a cui troppo spesso le persone LGBTI+ sono sottoposte. In un momento storico nel quale in Italia si discute di una legge necessaria come quella dell’omolesbobitransfobia, dell’abilismo e della misoginia, il cui iter politico è stato nuovamente ostacolato da un numero enorme di emendamenti dai contenuti altamente discutibili, prova di un ostruzionismo che vuole far saltare l’approvazione della stessa, è importante vedere candidati alla carica di Sindaco e Sindaca prendere posizione e voler migliorare il proprio territorio garantendo piena visibilità e diritti alle persone LGBTI+ e alle famiglie arcobaleno. Gli impegni, ad esempio, pongono l’attenzione sulla problematica del bullismo omolesbobitransfobico, aumentato nell’ultimo anno per il passaggio alla didattica a distanza, richiedendo un impegno concreto nella lotta al fenomeno e richiedono piena visibilità alle famiglie arcobaleno garantendo, nell’operato da sindaco e sindaca, pieni diritti e dignità.

L’Associazione conclude: “Siamo felici che due candidati e due candidate abbiano voluto sottoscrivere con noi e con la collettività LGBTI+ questi impegni, apprezziamo il voler fare delle nostre richieste dei propri impegni politici. Sia in caso di elezione, sia in caso di costituzione di maggioranza o minoranza supervisioneremo affinché non solo i principi del rispetto siano la base sul quale costruire la propria azione politica, ma nello stesso tempo affinché gli impegni presi siano rispettati mettendo al centro il rispetto di tutti e tutte e la piena visibilità dei cittadini e delle cittadine LGBTI+.”

Convinti e convinte dell’impegno preso dai candidati sindaco per una Francavilla al Mare e una Vasto arcobaleno, la strada dei diritti delle persone LGBTI+ della provincia di Chieti prosegue, malgrado la spiacevole assenza lancianese.

Guarda anche

La Banca d’Italia consegna la medaglia d’oro all’avvocato Domenico Cappuccilli per merito di lungo servizio.

Pescara – Una medaglia d’oro per “merito di lungo servizio” svolto in 28 anni di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + 19 =