lunedì , 22 Luglio 2024

La Sieco Impavida Ortona si accende all’improvviso e manda al tappeto la Delta Group Portoviro

Finisce 3-1 per i padroni di casa

Ortona. Una vittoria importantissima per la Sieco Service Impavida Ortona. Tre punti che rilanciano gli Impavidi alla rincorsa della salvezza conquistati contro un’avversaria di grande valore qual è la Delta Group di Portoviro. Con l’opposto Santangelo costretto al forfait per un fastidio al gomito destro accusato durante l’ultimo allenamento di venerdì, tocca a Bulfon scendere in campo. Si tratta di una vera prova del fuoco per l’opposto trevigiano, al rientro da titolare dopo l’infortunio patito a Pineto nella stagione passata.

Tutto è bene quel che finisce bene, dice il motto. Motto che fornisce esaustiva sintesi della gara odierna. L’avversario è di indubbio spessore, con un roster di assoluta esperienza (leggi tra tutti Fabroni, Bellei e Baroni). Si preannunciava una battaglia e così è stato. La Sieco lotta contro gli avversari e contro i suoi stessi, consueti demoni. Ancora una volta sono stati tanti gli errori dai nove metri e i muri carenti. Nonostante questo, però, gli Impavidi tengono botta e, fatta eccezione per un secondo set dove i ragazzi di Coach Lanci hanno tirato i remi in barca troppo presto, i parziali si chiudono sempre con uno scarto molto ridotto. Un secondo set dove, guarda caso, è venuto a mancare l’apporto proprio di Bulfon. L’opposto bianco-azzurro prende un muro pesante e l’avversario gli lancia uno sguardo di troppo. Gli animi si accendono ed il nervosismo impedisce al posto due di continuare con la calma necessaria. Poi d’un tratto la Sieco si accende, e non ce n’è più per nessuno. Dopo aver vinto ai vantaggi un terzo set piuttosto monotono, giocato punto a punto e chiuso grazie ad un guizzo di Pessoa dai nove metri, la Sieco che rientra per il quarto set è una squadra completamente cambiata in meglio. In molto meglio.

Gli abruzzesi in un solo set riscattano proprio i fondamentali che erano mancati fino a quel punto. In un solo set Capitan Elia & Co. piazzano sette degli undici muri totali. In un solo set realizzano cinque dei sei ace dell’intero match (quattro sono di Pessoa) e, soprattutto, arriva un solo errore al servizio. Ne risulta una Delta Group annichilita e incapace di reagire ad una Sieco che ha senz’ombra di dubbio mostrato il suo lato migliore fino ad oggi in questa stagione.

La Sintesi
Ortona subito in difficoltà. La Sieco regge quattro punti e poi va sotto. La sbandata però dura poco e gli abruzzesi riescono a recuperare terreno raggiungendo gli avversari su 10 pari. La Sieco, spinta da Bulfon, riesce a guadagnare un buon margine di distacco che però va riducendosi man mano che il parziale si avvicina agli ultimi punti e si arriva al 20-20. La Sieco stringe i denti, la Delta commette un paio di errori e i padroni di casa si aggiudicano il primo parziale. Anche nel secondo set, gli avversari partono meglio e trovano subito il punto break. La Sieco da quindi il via ad un inseguimento a breve distanza. Due pesanti muri di Portoviro stoppano Bulfon e permettono agli ospiti di dare il via alla prima, vera fuga di questo secondo parziale. A complicare la situazione per Ortona ci si mette il muro di Portoviro che cresce in maniera esponenziale. I terminali offensivi della Sieco fanno fatica a scavalcare il blocco degli avversari e la situazione si fa complicata. O’Dea trova due chicche al servizio e accompagna i suoi alla parità. Non è male la partenza di Ortona nel terzo Set, ma gli avversari approfittano ancora una volta dei tanti errori dai nove metri e si portano avanti di una lunghezza. Ortona è quindi costretta all’ennesimo inseguimento e gli spettatori assistono ad un lungo “punto a punto” che durerà in pratica tutto il set. Si arriva fino ai vantaggi con questa altalena ma poi la risolverà Pessoa con un ace strepitoso. La Sieco comincia il quarto set è completamente trasformata il muro comincia finalmente a funzionare e al “pronti via” trova subito un discreto margine. Margine che aumenta grazie ad uno straordinario Pessoa che da solo riscatta al servizio tutti gli errori fin qui fatti dai nove metri. I ragazzi di Coach Lanci sembrano trasformati e nel quarto ed ultimo set polverizzano gli avversari.

Primo Set. Mister Lanci deve far fronte ad un imprevisto. Durante l’ultimo allenamento Santangelo sente un fastidio al gomito e quindi resterà a riposo precauzionale. Il suo sostituto sarà dunque Bulfon, all’esordio da titolare con la maglia Impavida. Il Coach ortonese si affida quindi a Ferrato regista e Bulfon opposto. Schiacciatori di banda saranno Pessoa e De Paola mentre al centro ci sono Capitan Elia e Fabi. Libero Fusco. Gli ospiti rispondono con il palleggiatore Fabroni e Bellei opposto. Vedovotto e Gasparini in banda, Barone e O’Dea al centro, Lamprecht come libero. La prima palla dell’incontro la gioca De Paola dai nove metri. Il primo punto arriva dalla pipe di Gasparini, alla quale risponde una diagonale di Pessoa 1-1. Arriva il primo errore in servizio. Lo commette Ferrato. A punto anche Bulfon 4-4. Ace per Fabroni 4-6. Troppo tagliata la palla in diagonale di De Paola. L’attacco non passa 4-8. Va fuori la pipe di Pessoa 5-9. Stavolta è bravo il brasiliano e la Sieco rosicchia due punti 7-9. Out l’attacco di Vedovotto 10-10. Bulfon chiude il polso e la traiettoria diventa impossibile da difendere 12-12. Di nuovo Bulfon e la Sieco trova il vantaggio 13-12. Brutto impatto di Bellei con la palla che letteralmente vola via 15-13. Bulfon tira ancora una palla pesantissima 17-14. Il videocheck conferma la chiamata dell’arbitro. La rimessa in palleggio di Vedovotto è fuori 19-15. Errore di De Paola al servizio, questa volta è il turno degli avversari di rosicchiare punti 19-17. Murato Pessoa 19-18. Di Silvestre entrato per il servizio, sbaglia. 20-19. Il muro degli ospiti è ancora una volta letale 20-20. Vedovotto serve sulla rete 22-21. Bulfon gioca bene sulle mani del muro 23-21. Fuori l’attacco al centro della Delta Group e Pessoa serve sul 24-21. Invasione di Bulfon 24-22. Lo stesso opposto però si fa subito perdonare con il mani e fuori del 25-22.

Secondo Set. De Paola non colpisce la palla in maniera ottimale e il suo pallonetto è troppo lungo. Lo stesso De Paola, poco dopo, metterà a terra la palla dell’1-1. Ferrato legge bene la finta e mura la Pipe 3-2. Non regge il muro di Pessoa: 3-4. Bulfon prova a tenere la Sieco sulla scia degli avversari 4-6. Fabi sbaglia la battuta 7-9. Bulfon fermato da un ottimo muro a uno di Gasparini che si attarda a guardare l’opposto di Ortona con sguardo di sfida. Gli animi si accendono. Bulfon ne risente e prende ancora un muro 8-11. Ci pensa Elia a fare cambio palla 9-11. Ancora fermato Bulfon, ma questa volta è sfortunato con la palla che gli rimbalza addosso 10-14. Serve forte Ferrato, la palla torna nel campo ortonese e Fabi la schiaccia dentro 12-14. Fuori di pochissimo il servizio di Pessoa 13-16. Il servizio degli ospiti impatta la rete e cade a piombo ingannando la ricezione ortonese che non riesce a gestire 13-17. Non contiene il muro di Ortona 15-19. Pessoa trova il tocco del muro 18-20. Di nuovo entra Di Silvestre per il servizio e di nuovo sbaglia. O’Dea, invece trova due aces consecutivi 18-23. Malinteso tra Ferrato e Fabi, la palla cade mollemente a terra: 19-25.

Terzo Set. De Paola al servizio e primo punto di O’Dea. La Sieco invece il primo punto lo mette a segno con Pessoa. Bulfon ritrova il punto 4-3. De Paola tira forte ed è il punto del break 5-3. Fuori il lungolinea di De Paola 5-5. Fuori il servizio di De Paola 8-8. Ferrato trova un buon muro 10-8. Elia sbaglia dai nove metri 10-9. Ace di Gasparini e gli ospiti passano in vantaggio 10-11. Pessoa riesce a sfondare il muro 12-12. Bulfon per il 13-13. Il muro di Ferrato non riesce a trattenere l’attacco di Bellei 15-15. Fuori il servizio di Gasparini 17-17. Fuori di poco l’attacco di Bellei 20-19. Bulfon gioca bene sul muro avversario e conquista il doppio vantaggio 21-19. La fortuna assiste ancora una volta gli avversari. Vedovotto colpisce la palla goffamente al servizio ma questa impatta contro la parte superiore della rete e cade a piombo sul campo ortonese 21-21. Tocco di prima intenzione per Ferrato, 23-22. Invasione fischiata a Fabi e dalla vittoria del set si passa invece al 24-24. Ferrato sbaglia ancora il servizio 25-25. Per fortuna di Ortona sbaglia anche O’Dea 26-25. Pessoa tira una bomba invece e fa ACE 27-25. Un punto è in tasca alla Sieco.

Quarto Set. Barone mette subito a segno un “ace sporco” 0-1. Pareggia poi Elia 1-1. Fabroni colpisce Bulfon che stava andando al suo posto. Una palla fuori di un metro si trasforma in un ace 1-3. Muro di Fabi 4-3. Ace di Ferrato 5-3. Va fori di pochissimo il muro degli ospiti 8-3. Bella combinazione tra Ferrato e Fabi 9-4. Ace per Pessoa 10-4. Sebbene sporco, ancora Ace per Pessoa 12-4. Muro di Bulfon 13-4. Bel colpo di Vedovotto che finta una schiacciata e va in torsione per pallonetto dietro la schiena 15-6. Finalmente un po’ di fortuna anche per Ortona e Bulfon al servizio tocca il nastro e fa ace. De Paola gira bene il colpo 18-6. Ferrato prova a recuperare una palla alta e lunga ma non ci riesce 18-8. Muro di Pessoa 20-8. Muro di Elia 21-8. Barone tira forte al centro 21-9. Ferrato schiaccia di prima intenzione ed il muro di Portoviro tocca ma spiazza la copertura 23-10. O’Dea attacca in rete: match point per Ortona 24-10. È Bulfon che con un astuto pallonetto chiude la gara 25-11.

Le voci
Nunzio Lanci: «Sono molto contento della vittoria. Questo successo non si traduce solo infatti in punti molto importanti per la classifica, ma anche in carburante che ci serve per alimentare l’entusiasmo necessario a svolgere gli allenamenti. Può essere frustrante non veder ripagati in gara gli sforzi di una settimana e questa vittoria di certo mette benzina nel serbatoio. Il terzo set è stato fondamentale. Siamo stati bravi a non mollare, nonostante un nostro passaggio a vuoto. Prendiamo questi punti, mettiamoli in tasca e cerchiamo di prepararci al meglio per la gara contro Siena, che potrebbe essere fondamentale per il nostro campionato. Sempre che si possa giocare, naturalmente»

Andrea Bulfon: «Siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco. Quando abbiamo cominciato a giocare come sappiamo abbiamo chiuso una gara che ci porta punti importantissimi sia per il morale che per la classifica. Avevo tanta voglia di giocare dopo un infortunio e tornare dopo un anno e mezzo in campo è stata una grandissima emozione. Sono contento della mia gara. Adesso arriva la gara con il Siena. Per noi sarà uno scontro molto importante e prevedo un’altra dura battaglia»

Sieco Service Impavida Ortona: Fabi 9, Pessoa 25, Benedicendi n.e, Di Silvestre, De Paola 11, Fusco (L) 76% POS – 52% PERF, Santangelo n.e., Del Fra, Bulfon 20, Molinari n.e, Elia 6, Cappelletti n.e., Ferrato 5.
Delta Group Porto Viro: Fabroni 2, Zorzi n.e., Gasparini 16, Vedovotto 10, Marzolla, Pol, Lamprecht (L) 51% POS – 41% PERF, Barone 4, Penzo (L), Romagnoli n.e., Mariano 1, Bellei 16, O’Dea 7, Tiozzo Caenazzo n.e.
Sieco Service Ortona – Delta Group Porto Viro 3-1 (25/22 – 19/25 – 27/25 – 25/11)
Durata Gara: 1h 55
Durata Set: 31’ / 31’ / 33’ / 20’
Muri Punto: Ortona 11 – Portoviro 7
Aces: Ortona 6 – Portoviro 6
Errori Al Servizio: Ortona 15 – Portoviro 8
Percentuali Attacco: Ortona 53% – Portoviro 40%
Percentuali Ricezione: Ortona 61% POS. / 47% PERF. – Portoviro 50% POS. / 41% PERF
Arbitri: Dell’Orso Alberto (Pescara) e Piperata Gianfranco (Bologna)
Prossima Gara: Domenica 6 febbraio, ore 18.00:
Emma Villas Aubay Siena – Sieco Service Impavida Ortona

Guarda anche

Leonel Marshall prolunga con la Sieco Service Impavida Ortona

Ortona. Storia, tecnica, esperienza, professionalità e carisma. Cinque concetti che si possono facilmente riassumere con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *