giovedì , 22 Febbraio 2024

SPOLTORE PARTECIPA ALL’ORA DELLA TERRA

Come ogni anno Spoltore partecipa a l’Ora della Terra (Earth Hour), la manifestazione globale promossa dal WWF per la lotta ai cambiamenti climatici. In tutto il mondo le luci si spegneranno per un’ora, dalle 20.30 alle 21.30 di oggi (26 marzo 2022), luoghi simbolo delle diverse comunità: a Spoltore quest’anno non verranno accese le luci dell’atrio comunale. “Lotta ai cambiamenti climatici, produzione di energia e sviluppo economico sono temi strettamente connessi tra loro” spiega l’assessore Roberta Rullo. “Non è mai stato evidente come in questo periodo” prosegue il consigliere Angela Scurti “con tutte le conseguenze che abbiamo sperimentato prima con la pandemia e adesso anche con la guerra in Ucraina”. Anche il Wwf ha dato all’appuntamento di quest’anno una chiave di lettura legata all’attualità: “Earth Hour è un evento senza frontiere, che unisce le persone sulla Terra per vincere la sfida climatica. In un momento in cui i conflitti diventano una minaccia al futuro di tutti una grande azione globale in grado coinvolgere persone in tutti i paesi del mondo è, in sé, un messaggio di pace e solidarietà: perché solo insieme possiamo far sentire la nostra voce e chiedere un futuro più sicuro, giusto e sostenibile per tutti”. Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando a luci spente piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi. Un evento senza frontiere per mandare un messaggio di pace, dunque: Si parte dal meridiano 180, in Nuova Zelanda. L’Italia seguirà poco dopo: tra i tanti luoghi simbolo, luci spente per il Castello Sforzesco e la Torre del Filarete a Milano, mentre a Roma rimarranno al buio per un’ora Castel Sant’Angelo, il Colosseo e la Basilica di San Pietro al Vaticano, insieme alle facciate di Palazzo Madama, Montecitorio e Palazzo Chigi con il Cortile d’Onore. A Firenze luci spente per un’ora a Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio, al Duomo, alla Basilica di Santa Croce, alla Torre di Arnolfo, all’Abbazia di San Miniato al Monte, sulla Statua del David di Michelangelo in Piazza della Signoria, a Palazzo Sacrati Strozzi e a Palazzo Medici Ricciardi. A Torino al buio la Mole Antonelliana e le luci dei ponti sul fiume Po. Al buio per un’ora anche Piazza San Marco, nella città ‘simbolo’ dei cambiamenti climatici, Venezia. Si spegnerà anche l’Arena di Verona e molti altri monumenti di comuni del veronese. Quella di sabato 26 marzo 2022 è la 14esima edizione dell’ora di buio per il Pianeta.

Guarda anche

Piano del verde a Pescara: Italia Nostra invia nuovamente al Comune il suo contributo di idee

Pescara – La sezione “L. Gorgoni” di Italia Nostra Pescara fa sapere di aver provveduto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *