mercoledì , 10 Agosto 2022

L’ALBERGHIERO DI TERAMO AL CIBUS, SERVITI 600 PIATTI TIPICI AL GIORNO


TERAMO – Circa seicento piatti iconici della cucina teramana serviti ogni giorno, scambi con operatori di settore e addetti ai lavori, tessitura di rapporti utili per il futuro lavorativo degli studenti. L’Istituto d’istruzione superiore “Di Poppa-Rozza” di Teramo torna con un grande bagaglio dal Cibus, l’evento di riferimento per il settore agroalimentare italiano che si è svolto a Parma la scorsa settimana.

La scuola diretta dalla professoressa Caterina Provvisiero ha partecipato alla manifestazione con una pattuglia di quattro allievi delle classi terze – Giovanni Ciarrocchi, Carmine Di Giovangiacomo e Loris Cicconetti dell’indirizzo Sala e Vendita e AndreaBruni dell’indirizzo Cucina – accompagnati dal professor Vincenzo Pinto, docente di Sala e Vendita.

“È stata un’esperienza molto interessante”, afferma quest’ultimo, “in cucina c’erano due chef dell’Associazione cuochi Teramo, di cui peraltro è vice presidente il professor Domenico Iobbi, che ha accompagnato il gruppo il primo giorno, effettuando un sopralluogo, coordinando il lavoro e predisponendo la logistica”.

“Sono stati distribuiti piatti tipici abruzzesi e teramani in particolare, come timballo, tacchino alla canzanese, scrippelle m’busse e pallotte cac e ove”, spiega Pinto, “gli studenti hanno effettuato servizio per la somministrazione dei vini delle colline teramane”.

“Abbiamo registrato grande attenzione e il padiglione in cui abbiamo svolto il lavoro ha avuto grande risalto, anche perché era l’unico che offriva cibo in modalità del genere, e c’è stato un afflusso costante e numeroso”.

“I ragazzi che hanno partecipato hanno grande predisposizione al lavoro di questo genere”, conclude il professore, “la loro professionalità in una manifestazione dove c’era da servire e preparare per tante persone è stata ampiamente riconosciuta e confermata e con molte aziende presenti, del territorio ma non solo, che si sono molto incuriosite, si sono innescati dei rapporti che possono rivelarsi fruttuosi per gli sbocchi lavorativi degli allievi”.

Guarda anche

Vino: Imprudente, nuovo modello per promozione settore vitivinicolo regionale

Pescara – Il Mipaaf, con l’accoglimento da parte del Comitato nazionale vini della proposta fatta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 9 =