martedì , 5 Marzo 2024

Pescara, la Priorità semaforica sulle corsie TPL solleva le critiche dei Greenway

La priorità semaforica al TPL persegue due obiettivi complementari:
• Minimizzazione del tempo di percorrenza;
• Regolarità del servizio.
Al raggiungimento di entrambi gli obiettivi su indicati si potrà ottenere una migliore efficienza del servizio, sia in termini di riduzione dei costi (minor numero di vetture necessarie per il medesimo livello di servizio), ovvero più corse mantenendo lo stesso numero di vetture.

Pescara – La sperimentazione di stamani in Via Conte di Ruvo secondo Ivano Angiolelli presidente del Comitato Strada parco bene comune non sembrerebbe che abbia centrato i risultati attesi, se non sulla sicurezza nell’attraversamento della rotatoria, in precedenza a rischio elevato di incidentalità.

«Le spire applicate nell’asfalto, rilevata la presenza del vettore, non garantiscono l’immediata priorità semaforica» secondo Angiolelli che rileva come Il bus sconti un tempo lungo di attesa al semaforo equivalente a quello delle vetture che transitano sulla corsia lato mare posta alla sua destra, dopodiché potrà transitare in sicurezza al centro della rotatoria. La priorità assoluta è ovviamente riservata sempre al pedone che aziona il pulsante dedicato. 

«Ciò posto, –commenta il Presidente dei greenway– fatta salva la verifica puntuale dei tempi effettivi di percorrenza e della velocità commerciale del TPL in direzione sud-nord sulla corsia preferenziale ritagliata artificiosamente al centro di rotatorie dotate di semafori intelligenti, risultano semmai rafforzate le perplessità sulla valenza strategica del progetto complessivo. Viale Marconi a quattro corsie ridotte penalizza la sicurezza della circolazione, esclude di fatto i ciclisti dagli utenti abituali della strada, discrimina i disabili dalla fruizione del servizio di trasporto pubblico a causa di banchine centrali di sosta inaccessibili per la pendenza eccessiva degli scivoli, penalizza gravemente la qualità della vita e il benessere di cittadini e commercianti, con vantaggi ancora tutti da dimostrare sul TPL attrattivo per gli automobilisti, sollecitati e indotti a lasciare l’auto in garage da un servizio più efficiente, regolare e confortevole.  
L’entusiasmo di Tua Spa e del sindacato di categoria rappresentato dal Dottor Patrizio Gobeo, apparirebbe al comitato scrivente strumentale e subordinato alla condivisione aprioristica di un progetto sbagliato, da azzerare e ricostruire daccapo.» Conclude nella nota Angiolelli.

Guarda anche

Montesilvano, lavori di potatura su 500 alberi

Assessore Pompei: “Proseguono fino alla prossima settimana gli interventi sul patrimonio arboreo della città” Montesilvano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *