lunedì , 15 Aprile 2024

Marzo donna: la mobilitazione per la Filanda di Pescara continua

Ph: A. De Cecco -L'abbattimento della ex filanda

Pescara – L’ 8 marzo 2014 il Comitato pro Filanda elaborava un manifesto che impegnava i movimenti, le associazioni, i singoli cittadini, in una lotta contro l’abbattimento di una così importante testimonianza del lavoro delle donne del ventesimo secolo quale la Filanda Giammaria.Da allora donne e uomini hanno lottato non soltanto contro la dissennata demolizione dell’edificio, ma anche e soprattutto contro l’incapacità, l’arroganza e l’indifferenza delle istituzioni per una scelta di civiltà che non solo recuperava  un brano importante della storia di Pescara, ma consentiva alle donne pescaresi di munirsi di un luogo nel quale difendersi dalla violenza, dal patriarcato, dalle  discriminazioni, per elaborare un futuro di partecipazione, di parità, di uguaglianza, di condivisione: luogo che non può che essere “La casa delle donne”, ormai presente su tutto il territorio nazionale.

Da allora fino ad oggi 8 marzo 2023 sono passate battaglie, impegni, speranza, delusioni e, nonostante tutto questo, per colpevole indifferenza e misoginia, Pescara registra ancora la mancanza di un luogo per le donne, un luogo di cultura, di socialità, di solidarietà, che potrebbe essere realizzato in un’area verde recuperata alla speculazione edilizia.

In tutto questo tempo il Comitato è riuscito a trovare ascolto, durante la scorsa legislatura, dalla Regione che, convinta della bontà e dell’utilità del progetto, aveva anche stanziato dei fondi per iniziare un percorso virtuoso verso il recupero dell’area e la costruzione di un padiglione di memoria e di futuro per la storia ed i progetti delle donne. Quei fondi dove sono ora?
 IL Consiglio Comunale all’unanimità ha deliberato di predisporre la variante urbanistica necessaria; per questo siamo stati anche sentiti più volte. Perché non la si approva?
 La storia di Pescara e delle donne nel suo sviluppo merita attenzione dalle istituzioni!

Per sciogliere i dubbi del passato, chiarire e valutare la situazione presente ed impegnarsi per il futuro.

In occasione del “MARZO DONNA” il COMITATO PRO FILANDA,insieme a: SPI CGIL di Pescara, al Girotondo d’Abruzzo, alla Biblioteca Emilia Di Nicola, alla Sezione pescarese di Italia Nostra con la Biblioteca Falcone e Borsellino, al Collettivo Zona Fucsia, all’UDI di Pescara e MILA donnambiente organizza per l’11 marzo 2023, alle ore 16,30 un CONVEGNO, coordinato da Norina Mercuri, presidente Girotondo d’Abruzzo e una MOSTRA, a cura della Sez. Italia Nostra di Pescara presso la Sede del Girotondo e della Biblioteca Emilia Di Nicola in Via Aldo Moro 15/6. nel corso del quale si decideranno anche le iniziative future, che avranno termine soltanto all’ottenimento della casa delle donne nell’area della Filanda Giammaria. 

Costituiscono il Comitato Pro Filanda:

Italia Nostra Pescara e Italia Nostra Regionale Abruzzo – UDI Pescara – SPI Cgil Pescara –  CGIL Camera Sindacale di Pescara – MILA donnambiente –  CAP (Comitato Abruzzese del Paesaggio)  – INU Abruzzo Molise  –  OCA Dd’A  (Osservatorio Partecipazione Cittadinanza Attiva, Pescara) –  Commissione Pari Opportunità, Comune Pescara –  Galina Caminante – Associazione Libertà e Giustizia – FIAB Pescarabici – Carrozzine Determinate –  Legambiente Abruzzo – Associazione Ville e Palazzi dannunziani –  Comitato Stop al cemento – Accademia Musicale Pescarese – Comitato Oltre il Gazebo no filovia –  Ambasciatori della Fame –  ANFE delegazione provinciale Pescara – Associazione La Frangia – AUSER Pescara –  Spazio Donna Abruzzo – FAI Abruzzo e Molise –  Archeoclub  Pescara –  WWF Chieti-Pescara – Touring Club Pescara –  Associazione FORM ART  –  L.A.A.D. – Pescara Tutela  – Le Majellane –  Rosadonna –   Associazione culturale e sportiva “Emilia Di Nicola”.

Guarda anche

Pubblicato il bando Ecad 17 “I luoghi dell’inclusione, della cultura e dell’arte”

Il bando è ”rivolto agli under 35 dei 22 Comuni dell’dell’Ambito Distrettuale Sociale “Montagna Pescarese” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *