martedì , 25 Giugno 2024

Ci lascia Elena Marinucci, cordoglio dal mondo politico

Roma – La senatrice Elena Marinucci, originaria de L’Aquila, presso la sua abitazione, circondata dall’affetto dei suoi cari, è deceduta nella serata di ieri a Roma all’età di 94 anni. Marinucci è stata una figura politica di grande rilievo, conosciuta e rispettata per la sua lunga militanza nel Partito Socialista Italiano e nei Socialisti Democratici Italiani. Oltre ad aver ricoperto la carica di senatrice della Repubblica, aveva anche ricoperto ruoli di rilievo come sottosegretaria di Stato ed europarlamentare oltre ad essere stata Avvocato e insegnante.
È stata un’attivista appassionata nella lotta per i diritti delle donne e una personalità di spicco nella sua regione natale, dove non ha fatto mai mancare la sua presenza.

Biondi “tra le pioniere in Italia per l’equità di genere”

“A nome della Municipalità aquilana e a titolo personale esprimo profondo cordoglio per la scomparsa della senatrice Elena Marinucci. Esponente storica del partito Socialista è stata protagonista nel mondo delle Istituzioni dello Stato, tra le pioniere in Italia dell’azione volta a conquistare l’equità di genere nella nostra società. Lascia un’eredità, politica e morale, molto importante. Ai familiari tutti giungano le più sincere condoglianze”, scrive il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi.

Fina: “Modello per chi si impegna in politica” 

“Esprimo a nome mio e della comunità del Partito Democratico abruzzese il cordoglio per la scomparsa di Elena Marinucci”: lo dichiara il senatore Michele Fina, segretario del Pd Abruzzo. 
Fina prosegue: “Marinucci è stata un modello, un esempio che con grande competenza e passione ha saputo unire la dimensione nazionale con l’attenzione al suo territorio, all’Aquila e all’Abruzzo. Determinanti e decisive le sue proposte e le sue battaglie per i diritti delle donne. In generale, Elena Marinucci per la levatura e per il prestigio è un riferimento per chi, giovane e meno giovane, si impegna in politica”.

Marsilio “Oggi l’Abruzzo ha perso anche una donna di alto profilo”

“La senatrice Elena Marinucci, protagonista nel secolo scorso della scena politica abruzzese e nazionale. Ha saputo valorizzare il ruolo e l’impegno delle donne in politica e nella società civile, valori che rimarranno come memoria per il futuro”.

Stefania Pezzopane” È stata una aquilana illustre, le donne italiane le devono molto

«In questa tragica giornata ci coglie tristemente la morte della cara Elena Marinucci.La sua città e l’Italia le devono molto.
Noi donne le dobbiamo molto. È stata una donna di straordinaria forza, per me da sempre un esempio da seguire. Parlare con Elena era fonte inesauribile di passione politica, di acutezza di visione, di ironia intelligente.»
Ha commentato sulle pagine social Stefania Pezzopane proseguendo .
«Una femminista decisa, in anni difficili dove scegliere le donne significava aprire conflitti veri nei partiti e nella società. Grazie anche a lei che oggi l’Italia è più libera con leggi avanzate e rispettose dei diritti delle donne. L’ho conosciuta ed apprezzata in occasione della vicenda del monumento al bambino mai nato, era il 1991, lei era già da tempo una figura affermata, senatrice del PSI, io alla mia prima elezione in consiglio comunale. Organizzammo una grande protesta, una mobilitazione nazionale per difendere la 194 da attacchi oscurantisti che non si sono mai placati. Da allora, ignorando la antipatia che in quegli anni c’era tra Partito Socialista e PCI, non l’ho mai abbandonata. Siamo state amiche, nonostante i 30 anni di distanza tra noi, mi ha piu volte consigliata, incoraggiata, mostrando sempre una bella umanità. La ricordo a nuotare nel mare di Vasto, in tanti incontri e dibattiti, al Senato ed al Parlamento Europeo. Mi mancherà molto. Che riposi in pace, donna coraggiosa. Condoglianze alla sua famiglia.»

Il cordoglio di Liris

“Con Elena Marinucci se ne va un pezzo di storia della politica aquilana e abruzzese, ma anche italiana, un esempio di impegno disinteressato nei confronti della collettività che ha saputo raggiungere i massimi livelli istituzionali riuscendo a coniugare sempre la dimensione politica più ‘alta’ e la difesa del territorio da cui proveniva. Esprimo a tutta la sua famiglia il mio più sincero sentimento di cordoglio”. È il messaggio del senatore di Fratelli d’Italia Guido Liris.

Guarda anche

Padri separati: a Pescara, secondo avviso  per gli appartamenti di via Valle Furci

Disponibili 6 appartamenti, domande entro l’8 luglio Pescara – È stato pubblicato dal Comune di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *