domenica , 25 Febbraio 2024

Tombesi di scena a Roma, sul campo dell’Eur

Michele Iervolino: «Mi aspetto una gara dura e molto tattica. Loro sono forti, ma noi andremo a giocarcela come sempre»

Ortona. Dopo un turno di sosta, torna il campionato e la Tombesi è attesa da una delle sfide più importanti e delicate di questo finale di stagione. L’Eur Roma, 6 punti in meno dei gialloverdi in classifica (ma anche una gara disputata in meno), è infatti uno degli avversari più temibili del girone, uno di quelli che punta alla promozione diretta. Ulteriormente rafforzatisi dopo il mercato di dicembre, i capitolini vorranno riscattare la sconfitta dell’andata, quando la Tombesi si impose a Caldari con il risultato di 9-5. Mister Morena avrà tutti gli effettivi a sua disposizione, a cominciare da Michele Iervolino, giocatore fondamentale per le rotazioni gialloverdi la cui assenza è pesata molto nelle gare da lui saltate fino ad ora tra infortuni e squalifiche:

«Non è mai bello guardare le partite da fuori e non poter aiutare i compagni. Non è stato un periodo facile, penso anche all’infortunio che mi ha fatto saltare tre gare, ma ora sto cercando di trovare la migliore condizione per finire questo campionato al meglio e togliermi ancora tante soddisfazioni con questo bellissimo gruppo. Nelle ultime due settimane, approfittando della sosta, abbiamo lavorato molto per mantenere il ritmo molto alto e migliorare alcune cose, non vediamo l’ora di affrontare questa sfida, sempre giocando per vincere. L’Eur è sicuramente una delle squadre più forti di questo campionato, si sono rinforzati durante il mercato e sicuramente puntano a vincere. Mi aspetto una gara dura e molto tattica, ma sono convinto che noi andremo lì e lasceremo l’anima in campo come abbiamo sempre fatto, cercando di portare a casa i 3 punti».

Guarda anche

Pallamano serie A silver maschile. La vittoria a tavolino del Palermo complica la risalita della Lions Teramo

Sabato al Palasannicò scontro salvezza contro Campus Italia Teramo – La strada verso la salvezza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *