martedì , 21 Maggio 2024

Miasmi dall’impianto COGESA: meeting tra Comune di Sulmona e Istituto Superiore Sanità

Sulmona – Nel pomeriggio di ieri 4 aprile , con modalità da remoto, si è svolta una riunione tra il Comune di Sulmona, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Agenzia Sanitaria Regionale e la ASL 1 in merito alle problematiche legate all’impianto di smaltimento dei rifiuti ubicato in località Marane. 

Alla riunione hanno preso parte il Sindaco e l’Assessore Berardi, il Direttore del Dipartimento e tre funzionarie dell’ISS, una rappresentante dell’Agenzia Sanitaria Regionale e due rappresentanti del Servizio di Igiene , Epidemiologia e Sanità Pubblica della ASL 1. 

La valutazione da parte dell’ISS (e degli altri enti preposti alla tutela della salute) era stata richiesta dal Sindaco di Sulmona  al fine di chiarire se le emissioni odorigene, oltre ai notevoli problemi di  impatto olfattivo, potessero avere connessioni eziologiche con il manifestarsi di patologie, con particolare riferimento alla sfera oncologica. 

L’Istituto Superiore di Sanità, oltre ad aver precisato che le molestie olfattive costituiscono, di per se’, un  reale problema di salute per la popolazione interessata, ha manifestato la propria disponibilità ad effettuare, quale indagine di primo livello,  un’analisi del profilo di salute della popolazione sulmonese, riservandosi ulteriori indagini qualora se ne ravvisasse l’esigenza.  L’Agenzia Sanitaria Regionale ha espresso analoga disponibilità a collaborare con l’Ufficio Statistica dell’ISS,  fornendo i dati del Registro Tumori recentemente istituito dalla Regione Abruzzo.

E’ stata, pertanto, avviata un’utile interlocuzione tra i vari enti, che hanno palesato l’intendimento a prestare la propria collaborazione  ai fini  della soluzione di un problema che da anni assilla la collettività cittadina. 

Guarda anche

Cabina di trasformazione a Loreto Aprutino: Paolucci e Blasioli, “delocalizzare”

Pescara – La quiete di Loreto Aprutino, è stata turbata dalla discussione riguardante la costruzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *