giovedì , 24 Settembre 2020

Inaugurato il nuovo convitto all’agrario di Alanno

Il presidente Di Marco, nel salutare gli studenti, ha voluto sottolineare

l’importanza di aver raggiunto in così breve tempo l’obiettivo di restituire alla

comunità di Alanno un convitto in grado di ospitare i ragazzi dell’agrario.

“Ringrazio il Comune di Alanno, per la disponibilità dimostrata e per aver

messo a disposizione della Provincia gli spazi dell’ex scuola media Tinozzi,

in modo da ridurre al minimo i disagi degli studenti.
In particolare, voglio

ringraziare l’ex sindaco ed ex consigliere provinciale Enisio Tocco, per aver

lavorato attivamente alla riuscita di questo progetto.
A voi, ragazzi, voglio

invece dire grazie per la pazienza dimostrata in questi mesi di trasferimenti.

Da oggi, finalmente, il nuovo temporaneo convitto sarà a vostra disposizione

e nelle vostre mani, perciò vi dico: abbiatene cura.
È vostro dovere utilizzare

e amare questa struttura esattamente come se fosse la vostra casa, mentre

il nostro è di mettervi in condizioni di diventare i veri protagonisti del vostro

futuro. A tal proposito, ho tante idee su come rivitalizzare questo istituto,

puntando anche sulle esperienze europee. Nel frattempo, continueremo a

lavorare affinché subito dopo Pasqua possiate tornare ad utilizzare la mensa

all’interno dello storico convitto”.

“Quando ci hanno comunicato che avrebbero dovuto eseguire dei lavori per il

miglioramento sismico e per il conseguimento dell’idoneità statica dello storico

convitto ci è caduta addosso una tegola – ha dichiarato il sindaco De Melis

-. Noi ci siamo subito attivati per trovare una soluzione, diversa dal trasferire

i ragazzi all’interno del convitto di Villareia.
Fortunatamente, avevamo a

disposizione la struttura dell’ex scuola media Tinozzi e oggi, nonostante le

perplessità iniziali, abbiamo dimostrato che la nostra intuizione era giusta e

abbiamo ridotto al minimo il disagio dei ragazzi”.

Anche l’ex sindaco Enisio Tocco, non presente all’inaugurazione per motivi

di salute, è voluto intervenire: “È una grande soddisfazione sapere che i

convittori del Cuppari potranno tornare a vitalizzare il centro storico di Alanno,

che da oltre un secolo ospita gli studenti dell’agrario. Nel 2013 mi sono

abbattuto affinché 180mila euro, derivati dall’avanzo di bilancio 2012, fossero

destinati al cambio di destinazione d’uso, da scuola a convitto, dell’ex Tinozzi

e oggi la comunità di Alanno raccoglie i frutti di quella battaglia”.

I lavori eseguiti, del valore totale di 180mila euro, per il cambio di destinazione

d’uso, da scuola a studentato, dell’ex Tinozzi prevedevano la realizzazione di

una scala di emergenza; la posa in opera di porte REI 60; la realizzazione di

3 nuove uscite di sicurezza; l’installazione luci di emergenza, di apparecchi

per la segnalazione acustica degli incendi e di rilevatori di fumo; l’installazione

della cartellonistica adeguata; la manutenzione straordinaria dei servizi

igienici al piano terra e il rifacimento ex-novo dei servizi igienici al primo

piano; la manutenzione straordinaria del locale di soggiorno al piano

seminterrato e realizzazione della lavanderia; nonché la ritinteggiatura delle

aule.

Inoltre, la Provincia ha anche provveduto all’acquisto di arredi interni, ovvero

letti a castello, materassi e guanciali ignifughi, e all’esecuzione di pulizie

straordinarie.

La ditta che ha realizzato i lavori è la Feliziani di Teramo, sotto la guida

dell’architetto Antongiulio Ciaramellano.

Guarda anche

Di Marzio (Confartigianato) “dopo gli Alpini, Banca d’Italia e altre, anche Camera di Commercio lascia Teramo”

Teramo – «La CONFARTIGIANATO Teramo ha lottato dall’inizio per evitare di regalare la Camera di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − dieci =