martedì , 7 aprile 2020
Home » Focus » News » Montesilvano: PD, ‘città al degrado’

Montesilvano: PD, ‘città al degrado’

“Assistiamo attoniti – scrivono gli esponenti PD, Romina Di Costanzo, Pietro Gabriele e Feliciano D’Ignazio – alla versione 2.0 della singolare gestione del Sindaco Maragno, ritornato in sella a suo dire per il bene della città, dopo aver annunciato una fallimentare situazione economica dell’ente, con una maggioranza incerta ed una Giunta assente, che già tira a campare, mentre la città annaspa nella concretezza di problemi irrisolti vecchi e nuovi. Ha glissato tutti gli interrogativi sulle temibili lobby, cabine di regia e poteri forti che minavano la serenità del primo cittadino; tutto si è sgonfiato in una bolla di sapone, e procede speditamente, forse per ossequio alle vere lobby politiche di cui è gregario, ma con preoccupante sufficienza, alla nomina di due nuovi assessori e di un nuovo dirigente, palesemente imbeccati dagli amici pescaresi che applaudono. Una maggiore spesa di poco meno di 200 mila euro anno! Alla faccia dei conti drasticamente deficitari, alla faccia degli ignari cittadini che lottano quotidianamente con la cronica riduzione di servizi e in barba alla stessa Ass. Verrigni che solo pochi giorni fa annunciava pomposamente il risparmio, poi mancato, della eliminazione della figura del Capo di Gabinetto”.
Non risparmiano critiche neppure sulla recente dichiarazione del Sindaco di esiguità del personale dipendente “Una bufala, una vera e propria contraddizione in termini numerici. L’esiguo coefficiente giustificherebbe le nomine adottate, quando semmai dovrebbe essere l’esatto contrario; peraltro non si tiene conto dei dipendenti e dei servizi esternalizzati (rifiuti, gestione complessi sportivi, ad esempio) né delle risorse umane in forza alla Azienda Speciale, che comporta un altro caravanserraglio di Direttori e CdA. Dichiarazioni irresponsabili ed incompetenti”.

E quanto alle criticità ambientali della città, la segretaria Di Costanzo e i consiglieri Gabriele e D’Ignazio ricordano “E’ di ieri la notizia della frana ai colli, una criticità di dissesto idrogeologico storico cui è necessario porre tempestivo riparo, soprattutto alla luce dell’imminente stagione di piogge invernali. Il problema della fragilità del nostro territorio e dell’esposizione al rischio di frane e alluvioni riguarda molte aree della città, dalla collina al fiume a rischio esondazione. Ed è proprio sul lungo fiume che troneggiano, in una straordinarietà diventata ordinaria amministrazione, cumuli di rifiuti abbandonati illegalmente a far da contro-decoro al ciglio stradale. Si tratta di rifiuti di vario genere calcinacci, gomme, stampanti, frigoriferi, televisori, monitor catodici, materassi, sacchetti chiusi di cui si ignora il contenuto, parquet divelti e tanto altro ancora. Dopo le proclamate campagne di informazione sulla differenziata ai cittadini e alle scuole, in verità da contratto di appalto, e le annunciate foto trappole, cosa si sta facendo per il bene della città?”

“Sarebbe stato più appropriato – secondo gli esponenti PD – impiegare le limitate risorse a disposizione per una manutenzione dei fossi, canali di scolo, tombini e delle caditoie stradali, per scongiurare rischi e disagi prevedibili per la collettività”.

“I cittadini – concludono Di Costanzo, Gabriele e D’Ignazio – avvertono chiaramente l’assenza di un Sindaco, che non prende alcuna posizione, come lo è stato per i lavori di elettrificazione della filovia, a fronte della quale permane irrisolto l’abbattimento delle tante barriere architettoniche presenti lungo il tracciato e di cui il Comune dovrà rispondere. La città ha bisogno di un Sindaco capace e non di un demagogo, che si è reso responsabile del disarcionamento di un’amministrazione giovane, cui si è sostituito senza dar seguito ad alcuna strategia alternativa. La città merita ben altro, che non siano compromessi tanto per tirare a campare”.

Guarda anche

Giulianova, sopralluogo alla RSA di Bivio Bellocchio da parte dei tecnici della Asl di Teramo

Tra due settimane la struttura sarà pronta ad ospitare i pazienti colpiti da Covid-19 in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 10 =