giovedì , 23 gennaio 2020
Home » Passioni » Food » Economia: presentate 40 borse lavoro della Fondazione Carispaq. Lolli ‘timidi segnali di ripresa’

Economia: presentate 40 borse lavoro della Fondazione Carispaq. Lolli ‘timidi segnali di ripresa’

“Il cambio dollaro/euro più favorevole dopo i provvedimenti della Bce – ha detto Lolli – sta aiutando le grandi imprese nella ripresa del mercato estero.
E questo sta accadendo anche in Abruzzo, anche se rimane difficile il quadro generale delle vertenze occupazionali in atto. Ma è anche vero che ci sono degli indicatori che ci danno un’inversione di tendenza, in riferimento soprattutto all’export”.
A presentare l’iniziativa della Fondazione Carispaq, alla sua seconda edizione, c’erano il presidente Marco Fanfani e il vicepresidente Domenico Taglieri, che hanno annunciato per il prossimo 25 febbraio la pubblicazione del bando pubblico per 40 borse lavoro rivolte alle imprese private e agli enti pubblici per la richiesta di personale specializzato che verrà retribuito con risorse messe a disposizione dalla Fondazione.
Gli interessati potranno presentare le domande dal 2 marzo al 3 aprile, richiedendo profili professionali specifici in relazione alla propria attività.
La commissione della Fondazione deciderà quale azienda o ente pubblico, in base alla specifica richiesta, potrà essere finanziato e successivamente sarà l’azienda stessa o l’ente designato ad indicare il giovane stagista da finanziare con la borsa lavoro.
Rispetto all’anno scorso nel bando sono state modificate alcune misure ritenute restrittive: le aziende che possono presentare domanda devono avere un minimo di 5 dipendenti, possono prorogare di 4 mesi la borsa lavoro dello stagista portando da 12 a 16 i mesi di occupazione e non ci sono limiti di età per i borsisti.
“E’ un’iniziativa importante – ha aggiunto il vicepresidente Lolli – perché permette alle piccole imprese di avere a disposizione personale altamente specializzato con possibilità di avviare percorsi innovativi e di ricerca, elementi che sono stati completamente trascurati in tutti questi anni dalle aziende abruzzesi”.

Guarda anche

Nuovo appuntamento con “Le stagioni del mare. Dalla rete al piatto”

Dal 12 al 24 novembre alla scoperta del pesce fresco, locale e di stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × quattro =