mercoledì , 23 Settembre 2020

Virtus Lanciano e Ternana impattano 1-1

Nella prima frazione predominio territoriale dei rossoneri che però si ritrovano inaspettatamente in svantaggio all’8′ per effetto dell’autorete di Aquilanti, che ha deviato di schiena una palla proveniente da calcio d’angolo. I frentani però non si scoraggiano e continuano a produrre gioco riuscendo a trovare il pareggio in chiusura di tempo con un rigore trasformato da Piccolo. Scendono i ritmi nella ripresa, pochissime le occasioni da rete con il Lanciano che sembra quasi accontentare del pari. Durante il secondo tempo e a fine partita fischi del pubblico di casa all’indirizzo dei propri beniamini ai quali chiedevano di tirare fuori gli attributi. Nella Virtus Aquilanti, Conti e Mammarella rientrati dalla squalifica, ma non Cerri che deve scontare ancora un turno. Gatto non è riuscito a recuperare, invece pienamente recuperato Paghera, assente l’infortunato Turchi. Nella Ternana out Bastrini, Ferronetti, Masi e Piredda.

Al 5′ Thiam smista sulla sinistra per Mamarella che mette in mezzo per la testa di Piccolo che manda di un nulla sopra la traversa. Ma all’8′ è la Ternana a passare in vantaggio con un angolo battuto da Viola sulla destra che trova la deviazione di Aquilanti nella propria porta. Al 15′ ancora umbri in avanti con Viola ci prova dalla distanza e manda sopra l’incrocio. Al 24′ si rifà viva la Virus con Monachello appoggia per Piccolo che manda di poco alto. Al 31′ rossoneri pericoloso con un angolo di Mammarella per la testa di Conti che termina di un soffio sopra la traversa. A 35′ su un’azione offensiva frentana Mamarella appoggia per Thim la cui conclusione termina sul fondo, ma il gioco era fermo dato che il direttore di gara aveva rilevato una irregolarità. Al 40′ Piccolo dalla destra per Paghera la cui conclusione è ribattuta di piede da Brignoli. Al 43′ Monachello smista sulla sinistra per Thiam il cui diagonale è bloccato a terra dall’estremo ospite. Al 44′ rigore per la Virus per un fallo di mano in area di Palombo su colpo di testa di Conti. Il penalty è battuto e trasformato da Piccolo che pareggia i conti.

Nella ripresa al 13′ Monachello lancia Thiam la cui conclusione è deviata in angolo da un difensore avversario. Al 25′ sugli sviluppi di un angolo ci prova Paghera da fuori che manda sul fondo. Al 28′ Di Cecco riceve un suggerimento di Thiam, la sua conclusione è bloccata da Brignoli. Al 31′ Ternana in avanti con il subentrato Russo che crossa dalla sinistra ma non trova compagni pronti per la deviazione a rete. Al 43′ pallonetto di Monachelo da fuori che termina sul fondo.

I commenti dei due tecnici

Roberto D’Aversa (allenatore Virtus Lanciano): “Considerando che oggi era la terza partita in una settimana, e soprattutto nel derby abbiamo speso molto sia sotto l’aspetto fisico che mentale, abbiamo avuto la trasferta di Trapani con tutte le difficoltà del caso dato che siamo rimasti bloccati in aeroporto per 7-8 ore. Per come si era messa la partita oggi, avremmo potuto chiudere il discorso salvezza, abbiamo preso gol subito, questa partita rispecchia l’andamento di tutto il campionato. C’è stata un’autorete su calcio d’angolo di schiena e questo ci ha un po’ travolto i programmi. Poi i ragazzi sono stati bravi a recuperare la partita, per fare questo hanno speso molto. Nel secondo tempo c’è stato un calo da parte di entrambe le squadre, ma essendo la terza partita in una settimana penso che sia anche normale che ci sia un calo fisico. Quest’anno è la nostra terza autorete, sono arrivate in modo particolare, statisticamente non ricordo una squadra che faccia tre autoreti su calcio d’angolo i questa maniera. Questo rispecchia il nostro andamento del campionato, il rammarico c’è ma è inutile pensare a ciò che poteva essere ma non è perché fino a quando c’è stata la possibilità abbiamo dato il massimo. Sicuramente per noi oggi era importante vincere perché in questo modo avremmo chiuso la pratica salvezza, poi dobbiamo tenere presente che dovremo andare a Carpi, dovremo giocare con lo Spezia e poi andremo a Bologna, quindi era nostra intenzione chiudere i giochi. È chiaro che quattro punti in più sulla Ternana a tre giornate dalla fine si vuole mantenere questo distacco che è comunque importante. Sabato andremo a Carpi con loro che non vorranno fare brutta figura davanti al proprio pubblico, è chiaro che la differenza di stimoli dovrà contare qualcosa, loro comunque hanno raggiunto l’obiettivo, ma appunto per questo possono giocare più serenamente e più tranquillamente. A fine campionato le difficoltà più che fisiche sono mentali. C’è il rammarico che per il campionato che abbiamo fatto a questo punto della stagione stiamo ancora a cercare punti salvezza. I fischi? Dispiace per i ragazzi, ma il pubblico paga il biglietto e può fare quello che vuole, ma penso che questi ragazzi non i fischi li meritino per quello che stanno facendo dall’inizio di questa stagione. Sono orgoglioso di questi ragazzi e di quello che stanno facendo perché lo vedo tutti i giorni, ma ci può anche stare che il pubblico vuole sempre che la propria squadra vincesse”.

Attilio Tesser (allenatore Ternana): “C’è il rammarico di aver preso il gol al 45′ e in maniera abbastanza ingenua, è successa pochissimi giorni fa a Catania una situazione analoga. Una volta andati in vantaggio abbiamo amministrato bene per una ventina di minuti, con qualche ripartenza secondo me non sfruttata al modo giusto. Abbiamo giocato abbastanza bene e con discrete qualità, poi negli ultimi 15′ abbiamo avuto qualche difficoltà, il Lanciano ha avuto le sue occasioni per pareggiare, secondo me ci siamo abbassati troppo, non siamo ripartiti e poi è arrivato questo gol. Facciamo fatica a fare gol, purtroppo questa cosa conta tanto nella categoria e oggi lo si è visto qui a Lanciano. La partita è stata intensa per 60′, poi il caldo e le squadre che venivano da due sconfitte ha fatto in modo che nessuna delle due compagini volesse rischiare e si sono accontentate del punto. Ai finali di stagioni bisogna stare sempre attenti, ma oggi ci siamo messi sulla buona strada. Con la Pro Vercelli, se vinciamo, per noi è una partita decisiva, altrimenti dovremo stare a denti stretti fino in fondo, come sempre accade in questo campionato di serie B, la stessa Ternana l’anno scorso si è salvata alla penultima giornata”.

Tabellino

Virus Lanciano (4-3-3): Nicolas, Aquilani, Mammarella (32′ st Nunzella), Troest, Monachello, Thiam, Piccolo (34′ st De Silvestro), Conti, Paghera (46′ st Vistola), Di Cecco, Bacinovic A disposizione: Aridità, Amenta, Ferrario, Grossi, Agazzi, Pinato Allenatore: D’Aversa

Ternana (3-5-2): Brignoli, Vitale, Valjent, Meccariello, Gavazzi, Ceravolo, Viola (32′ st Eramo), Fazio, Popescu, Avenatti, Palombo (8′ st Russo) A disposizione: Sala, Falletti, Gagliardini, Bojinov, Dugandzic, Diana, Milinkovic Allenatore: Tesser

Arbitro: Pasqua (sezione di Tivoli)

Assistenti: Bolano (sezione di Livorno) e D’Apice (sezione di Parma)

Marcatori: 8′ pt Aquilanti (aut.), 45′ st Piccolo (rig.)

Ammoniti: Fazio ed Eramo (T)

Espulsi: nessuno

Note: recupero 1′ pt 3′ st, angoli 4-3 per la Virus Lanciano, spettatori 2.572

Guarda anche

Eccellenza, Il Delfino Flacco Porto – Nerostellati 1-1

Pescara. Il Delfino Flacco Porto e Nerostellati non si fanno male al primo appuntamento dell’Eccellenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + 10 =