domenica , 17 Ottobre 2021

Concessioni demaniali marittime, cresce l’ipotesi-proroga

E’ quanto emerso mercoledì scorso, a Bruxelles, al

termine dell’incontro tenuto dal responsabile nazionale di Cna Balneatori, Cristiano

Tomei, con la Commissione dell’Ue che si occupa di crescita e mercato interno (“UE Dg

Growth-CE”). Un incontro che ha fatto il paio con la precedente consultazione tenuta,

solo poche settimane prima, sempre nella capitale belga, con i rappresentanti del

Parlamento europeo.

«Il negoziato con gli organismi comunitari – illustra Tomei – si manterrà nel solco di

quello che abbiamo definito “doppio binario”; ovvero, pieno regime di liberalizzazione

per le nuove concessioni; di tutela, invece, di quelle già in essere.
Un obiettivo, questo,

che perseguiamo in piena sintonia con il governo italiano e sulla quale è in corso uno

specifico negoziato, da realizzare attraverso la previsione di un adeguato periodo di

transizione, in considerazione della peculiarità della impresa turistica italiana, degli

investimenti già effettuati, della difesa degli occupati».

Punti qualificanti, sostiene

Tomei, «messi in discussione dai pronunciamenti di alcuni organi di giustizia

amministrativa italiana, ma che presto saranno passati al vaglio dell’Alta Corte

europea di Giustizia, innanzi alla quale pendono ricorsi presentati da Cna Balneatori e

dell’Avvocatura di Stato italiana».

Guarda anche

Decima edizione delle Giornate FAI d’Autunno a Isola del Gran Sasso

I Giovani del FAI, con il supporto di tutte le Delegazioni, i Gruppi FAI e i Gruppi FAI Ponte tra culture, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + cinque =