giovedì , 29 Luglio 2021
Paola Ballarini

Montesilvano: Ballarini (M5S) ‘ costretti a denunciare il tradimento dei principi di garanzia e rispetto delle opposizioni’

Ballarini lamenta come a suo avviso sia ormai sempre più in uso, nei consessi in cui la tutela della libera

partecipazione di tutti i rappresentanti eletti ai processi deliberativi dovrebbe

trovare l’espressione più solenne, disattendere sistematicamente e secondo

convenienza quei principi che distingono una istituzione democratica da una di

regime.

«Questa volta è stato il presidente del consiglio comunale di Montesilvano

Umberto Di Pasquale, sempre più in affanno ed inadeguato nel presiedere

quell’assise (tanto da arrivare a smarrire la copia originale della delibera),

supportato da tutti i capigruppo di maggioranza, a scegliere la via dello

svilimento del ruolo delle opposizioni facendo calare, durante la discussione

della delibera sulle tariffe TARI, la ormai famigerata “ghigliottina” di

boldriniana memoria sugli emendamenti dell’opposizione.

Con un colpo di mano antidemocratico e,secondo noi, illegittimo una

maggioranza incapace del confronto ma soprattutto spaventata dalla propria

debolezza ha deciso di cassare in blocco e senza discussione tutti gli

emendamenti del moVimento 5 stelle sulla scellerata delibera riguardante le

tariffe TARI».

Quello delle tariffe TARI è un tema importante ricorda la consigliera, che incide pesantemente sui

cittadini ed il moVimento 5 stelle ricorda aveva lavorato con impegno per portare un

consistente miglioramento ad una delibera fin troppo carente «infatti i nostri

erano tutti emendamenti pensati e scritti per cercare di portare al

provvedimento un contenuto di maggiore equità ed attenzione sociale alle

fasce più deboli e nessuno, ripetiamo nessuno, mirato a rallentare i tempi della

discussione.-ricoda la consigliera di opposizione-

Ai cittadini la valutazione se il nostro era ostruzionismo inutile o se stavamo

tentando di migliorare un provvedimento importante».


LE PROPOSTE FATTE DAL MOVIMENTO 5 STELLE

– esenzione del 50% per un massimo di 2000€ per chi avvia una nuova

attività commerciale e assume a tempo indeterminato residenti a

Montesilvano (ad esclusione di centri scommesse e locali con slot

machine);

– esenzione del 30% per chi è iscritto entro il 15/5/2015 all’albo dei

compostatori;

– esenzione del 20% per le case famiglia della città;

– esenzione del 10% con massimo fino 1000€ per le attività commerciali

che ristrutturano il proprio locale;

– esenzione fino a 70€ per chi appone il microchip al proprio animale

domestico, per combattere il randagismo (il cui contenimento costa al

comune molto di più dell’esenzione proposta);

– costituire fondo di 25000 € per esenzioni a favore di aziende che

collaborano con il Comune per progetti sociali o di interesse pubblico;

– costituire fondo di 25000 € per esenzioni a favore di alberghi diffusi e

altre strutture ricettive extra-alberghiere;

– per i meno abbienti di dilazionare la Tari oltre le quattro rate.

Proposte semplicemente di buon senso.

«Di fronte ad una maggioranza decisa ad ignorare l’opposizione ed insieme ad

essa migliaia di cittadini che hanno espresso il loro voto per eleggere i

consiglieri di minoranza, i nostri consiglieri, rispettosi del mandato loro

conferito dagli elettori, sono rimasti al loro posto per cercare di presentare e

discutere almeno l’emendamento sulla possibilità per i meno abbienti di

dilazionare la Tari oltre le quattro rate. -commenta Ballarini-

La maggioranza che sostiene il Sindaco Maragno con il supporto complice del

presidente Di Pasquale ha blindato un provvedimento inadeguato che come al

solito, a nostro giudizio, avvantaggia i “soliti noti” e meno bisognosi che

probabilmente però rappresentano utili bacini di voto e non tiene

sufficientemente conto dei tanti che vivono vecchi e nuovi e disagi e che

richiederebbero attenzione e sostegno non solo a parole e non solo in

campagna elettorale.

Questi equilibrismi elettorali sono inaccettabili e certo non ci faremo

intimidire da azioni d’imperio di una maggioranza in evidente difficoltà

costretta ad una sopravvivenza mantenuta sempre più con la forza e sempre

meno con il confronto democratico.

Noi del Movimento 5 Stelle nel denunciare gli abusi di questa maggioranza, che

sapendo di non avere numeri certi per mantenersi a galla adotta metodi

violenti calpestando i diritti delle opposizioni ma ancora di più gli interessi dei

cittadini, rassicuriamo tutti che non subiremo le intimidazioni politiche e

rimarremo, sempre motivati, baluardo in difesa dei cittadini, liberi come siamo

da ogni tipo di relazione con i “poteri forti ” che prima hanno defenestrato Di

Mattia, e poi…..?

I nostri “poteri forti” saranno sempre e solo i cittadini».

Guarda anche

L’AQUILA CENTRO STORICO: D’ANGELO-DUNDEE (CAMBIAMO), “AGGIUSTARE CRITICITA’ TENENDO FERMO L’OBIETTIVO”

L’Aquila – “In tutte le città con centri storici di pregio le isole pedonali sono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + sette =