martedì , 1 Dicembre 2020
PESCARA - Le/i Giovani Comuniste/i di Pescara annuncino l’apertura della Biblioteca popolare “Aristodemo Maniera”. In un periodo di crisi economica, annunciano, dove l'accesso alla cultura diventa sempre più precario, la biblioteca vuole essere un luogo di libero scambio di cultura, mettendo al servizio della comunità il sapere di ciascuno.

INAUGURAZIONE BIBLIOTECA POPOLARE “ARISTODEMO MANIERA” PARTIGIANO PESCARESE


Una biblioteca popolare intitolata ad un personaggio dimenticato della storia pescarese.
Aristodemo Maniera nato a Castellamare adriatico nel 1903 vanta una biografia da film. Tra i fondatori del Partito Comunista Italiano, fece parte degli “arditi del popolo” scontrandosi con gli squadristi del neonato regime fascista.
Prima in carcere poi emigrato in Francia continuò la sua attività politica fino ad essere tra i primi italiani accorsi in Spagna in difesa della Repubblica democratica attaccata dai franchisti. Tornato in Italia organizzò la resistenza partigiana nelle Marche e dopo la liberazione fu deputato alla Costituente, parlamentare eletto nelle liste del PCI nella prima e nella seconda Legislatura repubblicana.

«Mentre in politica si fa a gara a rincorrere giovanilismi rottamando la storia, –commentano i Giovani Comunisti– crediamo che ci sia bisogno di recuperare l’esempio di donne e uomini che hanno speso i loro giorni per la nostra libertà. La biblioteca vuol essere un piccolo omaggio a Maniera, un ringraziamento da parte di suoi concittadini animati dallo stesso senso di giustizia».

Si terrà domani, venerdì 27 novembre, la festa di inaugurazione presso la Federazione del Partito della Rifondazione Comunista in Via Tedesco 8 a Pescara (zona portanuova, incrocio tra Via D’Avalos e Via Vespucci). Dalle 19.30 apertura della biblioteca con musica e proiezioni, sarà possibile consultare i volumi e donare libri per sostenere il progetto, dalle 21 cena a prezzi popolari, anche per vegetariani.
La biblioteca sarà poi aperta per consultazioni e prestiti presso la stessa sede tutti i mercoledì dalle 16:30 alle 20. Sono in catalogo oltre 350 libri tra romanzi, poesie, biografie, libri di storia e filosofia, saggi, foto cataloghi, dizionari e atlanti.
«Nel nostro paese dieci anni di politiche neoliberiste da parte di governi di centrodestra e centrosinistra –commentano i coordinatori– hanno ridotto al lumicino i fondi regionali e statali per il diritto allo studio e la cultura. Ci dicono che i soldi non ci sono eppure poco meno di una settimana fa il governo Renzi ha confermato ben 13 miliardi di euro per i cacciabombardieri F35 ed è notizia ancora più recente l’aumento deliberato dalla Commissione Bilancio del Senato di 25 milioni di euro ai fondi destinati alle scuole paritarie. Alla trasformazione del diritto all’istruzione in privilegio e della cultura in merce rispondiamo con un esempio concreto di cultura libera, popolare e gratuita».

L’ ELENCO DEI VOLUMI > click sul tasto rosso

Guarda anche

Parco Nazionale della Majella, intesa con i Comuni dell’Area Casauriense per valorizzazione territorio

Il Parco Nazionale della Majella e i Comuni dell’Area Casauriense (Bolognano, Castiglione a Casauria, Tocco da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 15 =