sabato , 26 Settembre 2020

Pescara, al via la seconda edizione di Matta in scena VIDEO

“Ringrazio questi esponenti della cultura della città insieme alla Coop – ha affermato l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara, Giovanni Di Iacovo – e credo che sia una cosa fondamentale, giusta e bella che una realtà come questa abbia accettato di scendere al fianco di iniziative culturali di questa città. Gli sono grato così come lo è l’istituzione del Matta e spero che Coop si troverà sempre bene con quello che si cerca di presentare per questa città a livello culturale. Il Matta si è subito qualificato come un punto culturale, un cuore pulsante di vita culturale, questo perché diverse rassegne hanno più forme culturali come la danza ed il Teatro. Ricordo rassegne molto belle che personalmente mi hanno incantato come quelle del 2015 e del 2016 nelle quali sono stato assessore. È una partecipazione ormai grande a tutti gli eventi, la città di Pescara ha accolto questa splendida struttura con gli elementi principali della cultura di questa città. Ci sono tantissime iniziative, sia di soggetti esterni al Matta che hanno voluto partecipare alla programmazione di questa struttura, sia di grandi e importanti calendari endogeni del Matta presentati come prodotti delle associazioni che costruiscono la vita culturale del Matta”.
La rassegna aprirà il 18 Febbraio ore 21, con uno dei più grandi attori di narrazione del teatro contemporaneo italiano Enrico Messina che presenterà lo spettacolo Orlando (furiosamente solo rotolando). Fondatore della compagnia pugliese Armamaxa ha incentrato la propria poetica sulla ricerca del legame tra oralità, movimento, teatro e ricerca sociologica. Lo spettacolo frutto di una ri – scrittura è stato rappresentato in tutta Italia e in occasione dei più importanti festival riuscendo ad ammaliare gli spettatori di tutte le età per il piacere della affabulazione.
Oltre al profilo artistico delle compagnie ospiti, l’edizione 2017 di Matta in Scena si caratterizza per l’attenzione dedicata agli spettatori e per coinvolgimento delle fasce più deboli della comunità cittadina attraverso una serie di attività collaterali agli spettacoli. Grazie alla collaborazione con Arci Pescara sarà realizzato un progetto artistico rivolto alle persone straniere rifugiate. Per la formazione dello spettatore, si evidenzia la collaborazione con la prestigiosa Casa dello Spettatore di Roma che organizzerà degli incontri di preparazione alla visione degli spettacoli in cartellone, stimolando gli spettatori a vivere un’esperienza di fruizione realmente attiva e consapevole. Il primo incontro ci sarà il 18 febbraio alle ore 18. Tra le novità dell’edizione 2017 si segnala in chiusura di rassegna, la residenza della compagnia marchigiana Teatri Rebis che il 12 Maggio presenterà uno studio per il nuovo spettacolo tratto dal libro “ll papà di Dio” del noto illustratore fumettista maicol&Mirco. Biglietto spettacolo € 10; ridotto € 8 (studenti, inoccupati/precari, pensionati, soci Coop Alleanza 3.0). Abbonamento € 36. Ingresso gratuito per incontro alla visione. Info: segreteria: cell. 327 8668760 – info@artistiperilmatta.org – www.artistiperilmatta.org.
“La seconda edizione avrà degli elementi in continuità con la prima – ha spiegato la direttrice artistica del Matta, Annamaria Talone – soprattutto riguardo la scelta dei temi etici. Nella prima infatti abbiamo deciso di focalizzarci sul tema della differenza, sulla necessità di cercare punti di relazioni in una fase storica in cui si torna a costruire dei muri tra le persone. Gli spettacoli scelti hanno quindi questo tema come filo conduttore essendo compagnie che hanno una grande attenzione al linguaggio artistico e sulla ricerca estetica, quindi morale ed estetica vanno di pari passo. La rassegna inizierà il 18 febbraio alle ore 21 allo spazio Matta con uno spettacolo di Enrico Messina che è molto conosciuto proprio per il Teatro di Innovazione, si chiama ‘Orlando furiosamente rotolando’ ed è uno spettacolo ironico sulla figura di Orlando, è un modo per riflettere in maniera ironica sull’eroe. È uno spettacolo adatto a tutte le generazioni, abbiamo scelto u’apertura al massimo inclusiva. Poi si continua con gli spettacoli fino al 12 maggio, accanto agli spettacoli ci sono anche gli incontri per gli spettatori. In questa edizione c’è la novità della collaborazione con la Casa dello Spettatore che ci occupa proprio della formazione dello spettatore. Verranno organizzati degli incontri prima degli spettacoli per preparare gli spettatori alla visione dello spettacolo. In questo modo cerchiamo di creare delle comunità teatrali: dei momenti di condivisione tra gli spettatori per andare a vedere insieme gli spettacoli. Questa rassegna ha diverse collaborazioni tra le quali Coop che permette proprio questo tipo di attinenza a temi etici, e anche l’Anci di Pescara con la quale svilupperemo un progetto per gli immigrati. Ci sarà una settimana legata proprio a questo tema in occasione dello spettacolo che i terrà il 25 marzo”.

Guarda anche

A Caramanico Terme la cultura della montagna si unisce alle arti visive e alla letteratura

Caramanico Terme. La cultura della montagna si unisce alle arti visive e alla letteratura. Accade …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 1 =