sabato , 27 Febbraio 2021

Occupazione in Abruzzo, dalla Regione un piano per il rilancio

Il Piano straordinario si muove su sei linee di intervento: l’assegno di ricollocazione che in Abruzzo potrà contare su oltre 13 milioni di euro aggiuntivi rispetto ai finanziamenti nazionali, questo perché è in corso di definizione un’intesa con Anpal per allargare la platea dei soggetti coinvolti; i tirocini formativi per 6 mesi; percorsi formativi per la qualifica; riqualificazione dei lavoratori con 120 ore di modulo; il rifinanziamento di Garanzia Over che presenta numeri di altissimo livello e, infine, il coinvolgimento di 4500 disoccupati aderenti a Garanzia Over e iscritti a Borsalavoro Abruzzo che saranno chiamati a partecipare a corsi di orientamento e formazione attuati dagli organismi di formazione accreditati. Su questi interventi si muoverà dunque la strategia di politiche attive che la Regione ha intenzione di portare avanti nei prossimi mesi.

“E’ un Piano – ha detto Tommaso Di Rino capo dipartimento Lavoro ai membri del Cicas – che consentirà di raggiungere almeno 20 mila disoccupati abruzzesi, e siamo pronti a vigilare su concretezza ed efficacia delle azioni di politica attiva del lavoro finanziate”. Il riparto delle risorse indicato nel Piano straordinario del lavoro “non è un elemento immodificabile”, ha concluso Gerosolimo, “nel senso che le risorse allocate in ogni singolo intervento possono essere spostate a seconda delle esigenze che presenta il mercato del lavoro. E’ un’operazione che naturalmente farà il Cicas in ossequio al quel principio di condivisione che stiamo portando avanti”.

Guarda anche

Energia: presentato l’Adriatic Link, 285 chilometri di cavi sottomarini e interrati

Marsilio, “Con ‘Adriatic Link’ puntiamo a colmare le carenze infrastrutturali della dorsale adriatica” Pescara – …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =