lunedì , 25 Ottobre 2021

Abruzzo. Congedi parentali Baltour, passo indietro della società. Esultano Melilla e sindacati 

Con disposizione del 29 marzo 2017 indirizzata a tutto il personale dipendente, la società Baltour, operante nel settore del trasporto pubblico passeggeri di lunga percorrenza e del trasporto pubblico locale, ha formalmente revocato le precedenti disposizioni di servizio con le quali aveva disposto limitazioni e sospensioni rispetto alla fruibilità dell’istituto del “congedo parentale” (compresa la maternità facoltativa).

La soddisfazione del Deputato Mdp Melilla attraverso la sua pagina social: “Vittoria! La Baltour del presidente della Confindustria abruzzese, dopo la ferma iniziativa della Cgil e della Filt CGIL, e anche il mio intervento parlamentare, ha revocato la circolare con cui sospendeva per le sue e i suoi dipendenti i congedi parentali, compreso il congedo per la maternità facoltativa. Le battaglie giuste vanno portate sino in fondo e bene ha fatto la CGIL abruzzese a farlo con fermezza”.

“Apprendiamo con favore che la società Baltour abbia finalmente compreso e condiviso l’importanza di alcuni diritti fondamentali delle lavoratrici e dei lavoratori sanciti, disciplinati e regolamentati da Leggi e Decreti Nazionali per i quali non è assolutamente prevista la discrezionalità aziendale – esultano i sindacati – Prendiamo atto altresì con soddisfazione che nella società amministrata dal Presidente di Confindustria Abruzzo, siano state ripristinate le corrette condizioni di normalità e di rispetto delle norme vigenti in materia”.

La Cgil e la Filt Cgil territoriale e regionale ringraziano quanti hanno manifestato con atti ufficiali il loro concreto sostegno a questa battaglia di civiltà condotta in un contesto comprensibilmente assai delicato e che aveva come unico obiettivo, sottolineano, quello di garantire alcuni diritti fondamentali per i lavoratori e non già quello di attaccare strumentalmente il Presidente della Baltour e la stessa Confindustria Abruzzo.

Guarda anche

Cna Fita: «Norme sul green pass da cambiare per l’autotrasporto»

Il coordinatore nazionale Concezzi su caro pedaggi, ingorghi autostradali, carenze di autisti e nuova formazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 10 =