mercoledì , 28 Settembre 2022

Chieti: presentato il Congresso degli 87 Club Lions di Romagna, Marche, Abruzzo e Molise VIDEO

Chieti. “Il 6 e 7 maggio 2017 la città di Chieti ospiterà il XXI Congresso del Distretto Lions 108A”. Ad annunciarlo questa mattina, in conferenza stampa, il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio e il presidente Lions Club “Chieti Host” Paolo Ciammaichella che, unitamente ai presidenti del Lions Club “I Marrucini”, Lions Club “Melvin Jones” e Leo Club di Chieti organizzerà l’importante incontro nazionale al Teatro Marrucino di Chieti.
“Chieti è stata proposta come sede del Congresso di quest’anno – ha ricordato il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio – al contrario della politica i Lions hanno uno straordinario senso della programmazione. In occasione della candidatura mi sono sentito con i quattro Club di Chieti per fornire il materiale per promuovere la città ed è un evento straordinario anche per noi perché abbiamo l’occasione di mostrare la nostra città ed il nostro Teatro, che è la sede del Congresso. Il Congresso prende la vita nel salotto buono della città, al Teatro Marrucino, dove ci saranno gli stand che illustreranno le attività nazionali ed internazionali del Lions. È anche un’occasione per mostrarsi alle tante persone che arriveranno, sono per il momento annoverati circa 400 delegati con relative consorti. Sarà davvero un’occasione molto importante per la città, per far parlare di se ma anche per promuoversi, non solo come evento Lions ma anche come città verso gli ospiti del Congresso. Noi l’abbiamo colta come occasione per promuovere turisticamente la città. Ringrazio in particolar modo Marchionno che ebbe l’idea di portare a Chieti il Congresso Distrettuale ed attrarre gli ospiti perché abbiamo uno straordinario rapporto perché senza dover chiedere nulla come amministrazione abbiamo sempre ricevuto offerte di iniziative in favore della città da parte dei Lions, abbiamo sempre ricevuto attenzione nei confronti delle problematiche che richiamano più sensibilità, così come c’è sempre stata attenzione da parte loro verso la cultura cittadina che è una cosa diversa dal radicalismo campanilista. Coltivare la cultura della città vuol dire amarla e poterne anche far parlare, coltivare campanilismo significa urlare quella che si ritiene la propria verità ma che difficilmente la si riesce a far cogliere come testimonianza per altri. Come amministrazione abbiamo avuto l’onore di offrire il lavoro che hanno fatto affinchè quest’anno si potesse avere il Congresso Distrettuale nella nostra città e li ringrazio per la straordinaria attenzione che i Club hanno mostrato nei confronti della nostra comunità in tutti questi anni”.
Nei giorni del Congresso, in piazza Valignani vi saranno alcuni stand dove si potrà prendere visione delle attività di servizio dei lions distrettuali: i cani guida per i non vedenti, il service “Viva Sofia” per far conoscere le tecniche di primo soccorso, il “Progetto Martina” per la prevenzione dei tumori con gli studenti degli istituti superiori, etc.
“Il Congresso Distrettuale è un fatto eccezionale tenendo conto che va dall’Emilia Romagna al Molise e vedrà la presenza di circa 400 partecipanti – ha sottolineato il presidente Lions Club Chieti Host, Paolo Ciammaichella – noi abbiamo una serie di iniziative messe in piedi anche e soprattutto al Teatro Marrucino, ci saranno anche visite guidate per tutta la città per quanto riguarda il percorso urbano. Ci saranno i partecipanti al Congresso insieme alle proprie signore. Quindi è un elemento per far conoscere la nostra cità anche per chi viene da fuori regione. Per noi è un impegno importante che stiamo portando avanti con il Club di Chieti. I Lions rappresentano un’organizzazione a livello internazionale tra le più importanti, abbiamo più i 2 milioni di soci in tutto il pianeta ed in questo momento festeggiamo anche il centenario della nascita dei Lions con una serie di iniziative che il Club di Chieti ha organizzato per questa ricorrenza”.
Al fine di consentire lo svolgimento della manifestazione – per le autovetture dei partecipanti, che esporranno un pass identificativo sarà riservata l’area parcheggio di Piazza San Giustino e di Piazza Garibaldi, dalle ore 14,00 del 6 maggio alle ore 14,00 del giorno successivo – è stata disposta l’ordinanza n. 145 dell’Ufficio Traffico e Viabilità che prevede: l’istituzione del divieto di sosta con rimozione in Piazza San Giustino, dalle ore 14,00 del giorno 6 maggio alle ore 14,00 del giorno 7 maggio 2017; l’istituzione del divieto di transito veicolare in Via Asinio Pollione, dalle ore 14,00 del giorno 6 maggio alle ore 14,00 del giorno 7 maggio 2017; l’istituzione del divieto di sosta con rimozione e del divieto di transito veicolare in Piazza Garibaldi, in tutta I’area parcheggio a pagamento situata al centro della piazza, dalle ore 14,00 del giorno 6 maggio alle ore 14,00 del giorno 7 maggio 2017; la seguente regolamentazione della viabilità in Piazza Valignani, durante I’occupazione con i gazebo, in caso di necessità, se l’area occupata sarà rilevante, per il giorno 7 maggio 2017, dalle ore 7.00 alle ore 15.00 circa, fino al completo sgombero dell’occupazione: la soppressione temporanea della Z.T.L. B2 in Via C. De Lollis; dell’occupazione: l’istituzione dell’obbligo di svolta a destra verso Via C. De Lollis per i veicoli provenienti da Via dei Gesuiti; l’obbligo di procedere sul lato sinistro della fontana di Piazza Valignani, per i veicoli provenienti dalla prima parte di Corso Marrucino e da Via Vicentini e diretti verso il secondo tratto di Corso Marrucino.
“Ci muoveremo soprattutto su tre linee – ha rimarcato il coordinatore nazionale dei Club Lions, Giuseppe Potenza – la prima è che dovremo rivedere lo statuto ed il regolamento del Distretto per renderlo più snello, più efficace, più rispondente alle esigenze organizzative dei tempi nostri. Il secondo aspetto è che voteremo proposte di temi distrettuali, cioè ogni anno, attraverso l’individuazione di un tema, voteremo la discussione di un tema specifico, ad esempio abbiamo discusso il tema della legalità ed altri problemi, e quest’anno verrà fuori un tema presentato da un qualsiasi Club Lions del nostro Distretto. Altro elemento importante sarà la votazione del governatore distrettuale che abbiamo già individuato, eleggermo il primo ed il secondo vicegovernatore. La vera elezione sarà quella del secondo vicegovernatore perché ci saranno due candidati. L’anno successivo diventa il primo e l’anno dopo ancora diventa il governatore. Però ogni anno bisogna rieleggere perché una peculiarità della nostra associazione è che le cariche durano solo un anno. In Italia ci sono 1.320 Club, 41.500 Lions, in Italia ci sono 17 Distretti, nel nostro Distretto ci sono 87 Club e circa 3.500 iscritti”.

Guarda anche

Gino Berardi e Fabrizio Fasciani alla terza puntata di Bubù Tagghete

Su rtradioterapia.it scarica app, venerdì 23 settembre ore 16 conduce Angela Curatolo, alla regia Giulio Berghella. Ritorna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 − 5 =