mercoledì , 27 maggio 2020
Home » Passioni » People » Daniele Licheri (SI): “Chi alimenta la paura ha trovato il modo di sdoganare il fascismo”

Daniele Licheri (SI): “Chi alimenta la paura ha trovato il modo di sdoganare il fascismo”

Pescara – Come noto, sabato 27 maggio dalle ore 16,30 presso il parco Villa De Riseis, in occasione della giornata antifascista, il Comune di Pescara organizza insieme all’Anpi, all’Arci e all’Arci Gay di Pescara una giornata pacifica di riflessione e di intrattenimento legata ai diritti e parte integrante delle iniziative della Festa dei Parchi che si celebrerà in 15 aree verdi cittadine. Si tratta di un evento voluto dall’amministrazione, condiviso con le citate associazioni promotrici, a fronte delle aggressioni a sfondo omofobo e fascista subite nei giorni scorsi da tre giovani in città. L’evento intende manifestare piena solidarietà e vicinanza alle vittime di questi fatti e promuovere una pubblica sensibilizzazione affinché non si ripetano, anche Sinistra Italiana aderisce alla giornata e per voce del suo coordinatore regionale Daniele Licheri propone degli spunti di riflessione su quanto avviene nel pescarese.

“Da anni mi sgolo, io e tutta Sinistra Italiana, spesso in solitudine –  le parole del coordinatore regionale Sinistra Italiana Abruzzo  Daniele Licheri – a segnalare e a non sottovalutare chi in modo più o meno esplicito soffia sul vento dell’intolleranza e dell’odio. A Montesilvano, alcuni esponenti istituzionali, attaccano ogni giorno la presenza dei rifugiati additandoli come il male assoluto. E lo fanno con una violenza inaudita. Sono avvenute due aggressioni gravissime a Pescara, e nei giorni scorsi è comparsa una bomba sui binari sempre a Montesilvano.  Tra le piste a detta dell’articolo de Il Messaggero c’è anche quella eversiva dell’estrema destra. Spero non sia vero, ma se lo è un fatto gravissimo si colloca in un quadro più generale.

Lo dicevo ieri in conferenza stampa per presentare la bella giornata di domani in piazza contro il fascismo e l’intolleranza: si cercano capri espiatori per spostare l’attenzione della rabbia che serpeggia, mettendo i penultimi contro gli ultimi, ed è in questa solitudine in questa polveriera sociale, che l’erba cattiva dell’intolleranza sta sbocciando ovunque. E i nuovi fascismi, anche quelli più eversivi vengono nuovamente sdoganati. E allora – conclude Licheri – educazione, rispetto, cultura, accoglienza, solidarietà, antifascismo, vogliamo farle tornare nelle scuole? Vogliamo girarci dall’altra parte o vogliamo affrontare seriamente questo problema? E sopratutto vogliamo negare che ci siano responsabilità politiche nella classe dirigente della destra nostrana?”.

Guarda anche

Dog Village diffida tra soci per un’assemblea indetta Parco della Libertà. Feriozzi “inevitabile assembramento”

Montesilvano – E’ maretta conclamata tra i soci del Dog village. Ad annunciarlo è Cristina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =