sabato , 6 Marzo 2021

Pescara, IndieRocket Festival: presentata la quattordicesima edizione VIDEO

Da qui è possibile scaricare comunicato stampa, video di presentazione ed elenco gruppi, oltre alle foto delle band http://www.indierocketfestival.it/press/
“Anche quest’anno abbiamo a Pescara il principale evento di musica indipendente di questa regione – ha sottolineato l’assessore alla Cultura del Comune di Pescara, Giovanni Di Iacovo – è da tanti anni che cresce e che appassiona i tanti ragazzi di questa regione e non solo. Una delle caratteristiche di questo Festival è la grande e variegata offerta musicale che abbraccia band da ogni parte del mondo dall’America Latina all’Europa agli Stati Uniti, quindi alimenterà musicalmente e culturalmente questa città con grandissimi ospiti da ogni parte del mondo. Poi ci teniamo che si continui a fare al Parco perché noi pensiamo ch ei parchi cittadini debbano vivere e debbano essere partecipati e non abbandonati a se stessi. Il modo migliore per vivere gli spazi verdi di questa città è la bella socialità della musica e lo stare insieme di u Festival che ha anche tante attività collaterali integrate che permettono di vivere tre giorni bellissimi in compagnia del verde della musica e della bellezza della cultura. Le cose belle devono essere coltivate e devono andare avanti. Nonostante sia stata messa in stand by per alcuni anni, come sono diventato assessore ho deciso di riaccendere l’IndieRocket e sono convinto che continuerà negli anni, è un Festival teoricamente giovane , ma vista la capacità di appassionare e di partecipazione, è un Festival che durerà a lungo in questa città sicuramente”.

La musica. Dalle sperimentazioni elettroniche alle ritmiche cumbia, dalle suggestioni cold wave alle pirotecniche esplosioni kuduro, dalla psichedelia pop statunitense alla noise d’oltremanica: ventidue progetti provenienti da quattro continenti per rappresentare le sonorità del mondo, rilette in chiave contemporanea.
Ecco, in sintesi, l’esperienza 2017 dell’IndieRocket Festival che torna a Pescara dal 23 al 25 giugno prossimi, nella sua naturale ambientazione dell’ex Caserma Di Cocco.

In programma dunque oltre venti ore di musica dal vivo, performance artistiche e workshop su due palchi in un’area green nel centro di Pescara. Un concept per destrutturare e reinterpretare la tradizione, attraverso nuovi ritmi che miscelano i paradigmi cult del folklore tra visual stupefacenti e sonorità d’avanguardia, in un parco urbano post-tropicale.

Qui la lineup completa: Dengue Dengue Dengue! (Perù), Fujiya & Miyagi (Inghilterra), Clinic (Inghilterra, esclusiva italiana), Vox Low (Francia, esclusiva italiana), Peaking Lights (Usa, esclusiva italiana), Arbouretum (Usa), Kiki Hitomi (Giappone), Fine Before You Came (Italia), El Búho (Messico, esclusiva italiana), Umoja (Olanda, esclusiva italiana), Jhon Montoya (Colombia), Go Dugong (Italia), Sequoyah Tiger (Italia), Ezza (Niger), Stèv (Italia), Fricat (Italia), Leslie (Italia), Cosmic Neman di Zombie Zombie (Francia), JJ Pallis (Grecia), Miss Linewood (Grecia), Balera Favela Sound System (Italia) e Chris Colombio & the Medicine Girls (Cile).

Centrale la tematica ambientale e di recupero urbano. La venue dell’ex Caserma Di Cocco è stata progettata come area di verde funzionale: in una città che soffre la mancanza di spazi green, IndieRocket Festival vuole restituire un luogo verde socialmente fruibile, valorizzato e ben integrato nella rete cittadina di eventi collaterali previsti all’interno del programma. L’intento è quello di utilizzare la cultura e l’arte per sottrarre all’immobilismo e al degrado urbano luoghi scarsamente valorizzati in un’ottica glocal più europea, metropolitana e smart.
L’arte. Un parco da vivere in simbiosi tra musica e arte con l’ulteriore progetto #IRFlovesart a cura di Daniela Pietranico. Una selezione di 6 artisti abruzzesi ( e non) che alle prese con pittura, disegno, fumettistica ed elaborazioni grafiche omaggiano la manifestazione pescarese realizzando ciascuno un formato A4 interamente dedicato alla quattordicesima edizione del festival. Francesco Andrisano (Fragagnano, 1970), Francesca De Rubeis (Ortona, 1978), Francesco Longhi (Pescara, 1990), Raul (Pescara, 1980), Old Roger (Santo Domingo, 1986), Antonio Zappone (Taurianova, 1980) utilizzano la line up del festival in totale libertà artistica e affiancano agli elementi caratteristici del proprio lavoro d’artista una riflessione estetica pensata espressamente per il pubblico dell’Irf.
Sei differenti modi di vedere le cose, sei differenti tratti segnano questa edizione del festival che propone in vendita le stampe dei sei lavori allo stand del merchandising Irf durante le tre giornate al parco e successivamente nella libreria Primo Moroni di Pescara.
I pomeriggi musicali nell’area dj sono accompagnati da live painting and drawing in totale libertà e tutti saranno invitati a partecipare con la propria creatività alla realizzazione di un’opera collettiva.

Durante il live di Fricat, sabato 24 ore 20:00, Antonio Zappone presenterà la performance Maisai, coinvolgendo il pubblico e interagendo con la musica del producer toscano.

Domenica 24 alle ore 18.00 Alice Lizza presenterà #IRFLOVESARTinAUCTION nella quale le sei opere originali verranno battute all’asta.
Le attività collaterali. Numerose inoltre le attività collaterali, tutti i giorni. Gratuite, per grandi e piccini.

La partnership con Trenitalia. Trenitalia Abruzzo è vettore ufficiale dell’estate abruzzese. Tra le manifestazioni coinvolte, anche la quattordicesima edizione di IndieRocket Festival. Quella tra l’associazione promotrice del festival e la divisione regionale del gruppo ferroviario è una sinergia vantaggiosa per il territorio e nasce dal comune intento di valorizzare dal punto di vista economico la città, pensata come nodo strategico di un network ideale tra turismo e cultura. Inoltre la promozione dell’utilizzo dei trasporti pubblici, soprattutto tra i più giovani, è uno tra gli scopi fondamentali di questa edizione del festival, in cui sono centrali le tematiche ambientali, di ecosostenibilità e di recupero urbano.

Con oltre 60000 presenze registrate in dieci anni di cui il 60% proveniente dall’estero e dalle regioni limitrofe (prime tra tutte Puglia e Molise), per l’edizione 2017 di IndieRocket Festival sono attesi più di 10000 spettatori. L’accordo con Trenitalia Abruzzo che prevede uno sconto del 20% sul biglietto d’ingresso e una riduzione del 10% sull’acquisto del merchandising di IndieRocket a chiunque si presenti al festival munito di biglietto del treno o abbonamento regionale in corso di validità. Gli obiettivi sono quelli della riduzione dell’inquinamento da gas di scarico, della decongestione del traffico e della sensibilizzazione dei più giovani all’utilizzo dei mezzi pubblici, come alternativa efficiente e sicura a mezzi più inquinanti.

Ingresso. L’ingresso è libero fino alle 21.00 (dopo le 21.00, 5 euro ogni serata).

“Quest’anno partiamo il 23 giugno che è venerdì – ha ricordato Paolo Visci dell’associazione culturale IndieRocke – inizieremo il pomeriggio con delle attività collaterali dedicate sia ai bambini che ad un pubblico più adulto. La programmazione tocca le più disparate filiazioni dell’IndieRock, la musica indipendente Rock ed Elettronica contemporanea. Saranno più di 20 le performance degli artisti presenti al Festival da 4 continenti e ci saranno artisti giapponesi, peruviani, colombiani, ovviamente un nutrito gruppo di artisti italiani, soprattutto producer che hanno creato la lineup della domenica. Domenica 25 ci saranno ospiti inglesi, americani come Clinic, Fujiya& Miyagi, Vox Low, veramente un programma molto fitto che consiglio di visualizzare sul nostro sito e sui social network come Facebook e Twitter. Da due anni abbiamo avuto questa idea di curatela dedicata da uno degli artisti che sono stati da noi ospiti o con i quali abbiamo dei rapporti d amicizia stretti. Quindi quest’anno Jhon Montoya ha invitato gruppi nordafricani, colombiani, peruviani, messicani, londinesi. C’è un legame, un’affezione che viene anche vissuta con un aiuto concreto da parte degli artisti che ci vengono a trovare perché è un Festival che crea sicuramente un legame affettivo che trascende la mera partecipazione economica sotto cachet, ma c’è proprio una sorta di comuità e famiglia che vive questo Festival come una opportunità di crescita e di condivisione dal basso. Trenitalia quest’anno è il nostro official carrier, quindi c’è un accordo che prevede per i possessori di biglietti e di abbonamenti in corso d’opera di presentarsi al Festival e di avere uno sconto del 20% sul biglietto o del 10% sul marchandising per tutti coloro che verranno a Pescara per l’IndieRocket Festival appunto con i treni regionali o interregionali. Il Festival è comunque gratuito fino alle 21 e si pagherà un biglietto di soli 5 euro dopo quell’orario, però il mio consiglio è di fruire il Parco anche col sole con tutte le bancarelle e le attività collaterali che ci saranno dal primo pomeriggio”.

Qui il programma:
Venerdì 23 giugno
Dalle 15:30
Training allievi del Circo Acrobatico Molino Elettrico Lab. Arti performative a cura di Michela Marrone (info: 3490062484).
Dalle 16:00
Laboratorio Musicale per bambini delle Associazioni Sottosuono e Baobab curato da Osvaldo Bianchi (info: 3392650541)
Dalle h 18:00
Corso Skate dell’Urban Community curato da Giorgio Piermatteo (info: 3473757369).
Sabato 24 giugno
Dalle h 16:00
Laboratorio Musicale per bambini delle Associazioni Sottosuono e Baobab curato da Osvaldo Bianchi (info: 3392650541)
h 17:30/19:00
Dogs at Play, percorso didattico di “socializzazione fra noi e i nostri cani” curato da Gigi D’Amico (info: 3347109342)
Dalle h 18:00
Corso Skate dell’Urban Community curato da Giorgio Piermatteo (info: 3473757369).
Domenica 25 giugno
h 17:30/19:00
Dogs at Play, percorso didattico di “socializzazione fra noi e i nostri cani” curato da Gigi D’Amico (info: 3347109342)
Dalle h 18:00
Corso Skate dell’Urban Community curato da Giorgio Piermatteo (info: 3473757369)
Corso di Tai-Chi con l’allenatrice Marta Spina del Centro Studi Wushu Kungfu Taresco (info: 3205647036)
Corso di Yoga con l’insegnante Alessandra Isidoro del Hatha Yoga presso Abruzzo Mindfulness (info: 3382323538). Consigliato portare un telo da mare o un tappetino.

 

Guarda anche

Francavilla, flash mob per la riapertura del Consultorio familiare VIDEO

Francavilla al Mare – Il comitato spontaneo cittadino per la riapertura del Consultorio familiare, chiuso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =