giovedì , 13 dicembre 2018
Home » Focus » Ambiente » Il Comitato VIA conferma in pieno il giudizio del 27 marzo scorso che “bocciava” Megalò2

Il Comitato VIA conferma in pieno il giudizio del 27 marzo scorso che “bocciava” Megalò2

Con un parere “meramente confermativo” il Comitato VIA della Regione Abruzzo ha ribadito al 100% il giudizio 2775 del 27 marzo scorso: “Rigetto di istanza di proroga del Giudizio VIA del 1925/2012…”. «In pratica –annuncia il WWF abruzzese– resta valida la “bocciatura” già espressa in quella data: essendo stata negata la proroga, il procedimento è decaduto e a questo punto i comuni di Chieti e Cepagatti dovranno prenderne atto e revocare i titoli edilizi a suo tempo concessi, come il WWF ha chiesto con una propria diffida già da diversi giorni».

Questa mattina l’avvocato Francesco Paolo Febbo e la presidente Nicoletta Di Francesco, che hanno rappresentato il WWF Chieti-Pescara nell’audizione di fronte al Comitato di Valutazione di Impatto Ambientale, hanno ribadito le posizioni dell’associazione e hanno consegnato alcuni documenti relativi al procedimento in corso di fronte al TAR di Pescara, ultimo passaggio da affrontare prima di poter finalmente trarre un sospiro di sollievo sapendo che il danno già creato anni fa grazie a una normativa illegittima non potrà essere ulteriormente aggravato.

Guarda anche

Pinuccio rilancia il caso del “fiume di plastica” a Guardiagrele – DOCUMENTO

Spuntano nuovi documenti sulla vicenda che, ad avviso delle associazioni, testimoniano un'inerzia delle amministrazioni che sta aggravando il fenomeno. Ora si spenderanno due milioni di euro dei contribuenti abruzzesi: la Regione invierà gli atti alla Corte dei Conti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − quattro =