mercoledì , 27 maggio 2020
Home » Sport » La Sieco non riesce a domare Bergamo, ma si rivede una buona Impavida

La Sieco non riesce a domare Bergamo, ma si rivede una buona Impavida

Ortona. Nonostante la sconfitta, la SIECO ritrova un buon gioco contro Bergamo che arriva ad Ortona a caccia di punti per la testa della classifica. Partita a senso unico per un set e mezzo, poi gli impavidi si ricompattano e cominciano a giocare una buona pallavolo grazie anche ad una migliore ricezione e ad un ispirato Ogurčák, top Scorer del match.

Caloni Agnelli Bergamo che sfrutta bene il potente servizio di Dolfo e Pierotti ed il muro, sul quale spesso e volentieri gli attaccanti della SIECO sono incappati. Infortunio per Capitan Andrea Lanci a metà del primo set, che in uno scontro fortuito con pesare rimedia una botta sull’arcata sopracciliare sinistra ed è costretto ad abbandonare il campo. Alessio Sitti è chiamato a sostituirlo e ci riesce egregiamente disputando una buona gara. Niente di grave per Lanci, che a fine partita rassicura i tifosi.

PRIMO SET: Con la SIECO che schiera in campo Capitan Andrea Lanci ed il suo opposto Zanettin. In posto due c’è Tartaglione, a sostituire l’infortunato Ottaviani, e Ogurčák. Pacchetto centrali composto da Simoni e Menicali. Il Libero sarà Pesare, dato che provvisiero ha accusato una piccola contusione al pollice della mano sinistra durante l’allenamento di rifinitura. Bergamo risponde con Jovanovic palleggiatore e Hoogerdoon opposto, Valsecchi e Cargioli al centro, Dolfo e Pierotti schiacciatori, Libero Innocenti. Il primo servizio così come il primo punto sono degli ospiti 0-1. Bravo Tartaglione a capitalizzare una palla difficilissima e la SIECO si porta sul 4-3. Chiede il video-check l’allenatore della SIECO per un presunto tocco a muro, ed il controllo gli da ragione, il punto è ortonese: 6-5. Arriva anche il primo punto break con Tartaglione 7-5. Bello il pallonetto di Hoogendoorn che ribalta la situazione in campo 9-11 e Nunzio Lanci chiama tempo. Ancora un video-check chiamato da Nunzio Lanci e ancora una decisione sovvertita: il punto è biancoazzurro 11-13. Murato Zanettin, Bergamo prende il largo costringendo Nunzio Lanci a chiamare il suo secondo time-out quando il punteggio è sul 12-17. Questa volta Zanettin riesce a superare il muro degli ospiti: 14-19. Dolfo fa ace 14-21. Negativo il finale di set per la SIECO, colpita e affondata dal servizio di Dolfo: 15-23. Sono sette i punti set per Bergamo che va sul 17-24. Annullato il primo set point da Ogurčák, la palla decisiva arriva poco dopo quando Hoogendoorn mette a terra la palla del 18-25

Formazioni invariate nel SECONDO SET con la Caloni subito a punto 0-1. Ace fortunoso per Pierotti, la palla rimbalza sul nastro e cade a piombo sul campo ortonese. È sempre Pierotti a mettere a segno la pipe che costringe Nunzio Lanci a chiamare il primo time out: 2-6. Rosicchia un punto la SIECO, tartaglione mette a terra il punto del 6-8. Ace di Zanettin e le distanze si accorciano ulteriormente 7-8. Sfortunato Tartaglione che non fa in tempo a spostarsi dalla traiettoria del servizio di Dolfo che invece sarebbe uscito 7-12. Scontro fortuito tra pesare e Andrea Lanci, il Capitano ha la peggio, prende una botta in testa ed è costretto ad uscire dal campo, al suo posto Alessio Sitti: 10-13. Buona l’intesa Sitti/Menicali che stampa un primo tempo sulla linea laterale 13-17. Michele Simoni al centro fa 16-17. Un parziale di 3 punti a zero che costringe Mr. Graziosi ad interrompere il gioco. Errore al servizio di Hoogendoorn e la SIECO rimane attaccata. Poi Zanettin fa ace ed è 18-18. Tartaglione porta i bianco azzurri in vantaggio 19-18. Ancora sfortunata la SIECO: Sitti scivola e non può recuperare un pallone che non era stato ricevuto benissimo. Bergamo torna in vantaggio 19-20. Ha buon gioco Bergamo che grazie all’insidioso servizio di Dolfo torna avanti 19-22. Invasione fischiata a Pierotti, confermata anche dal video-check e Impavida che torna in partita 22-23. Non riesce la rimonta alla SIECO, Bergamo tira un sospiro di sollievo e vince il set 22-25.

Non recupera Andrea Lanci e Sitti rimane dentro anche per il TERZO SET. Impavida avanti 3-0 e Simoni che continua a battere. Sitti mette in difficoltà la ricezione degli ospiti che vanno lunghi e Ogurčák la appoggia dentro 5-1. Ancora un errore in attacco per Bergamo Hoogendoorn la tira sull’asticella 6-1 e time out per la Caloni. Pizzica l’incrocio delle righe Ogurčák punto importante perché toglie dall’area di battuta il temibile Dolfo: 10-5. Cambio di marcia per Bergamo che riesce a ridurre la forbice 12-9. Muro di Ogurčák 16-9. Menicali vuole dire la sua e stampa il muro del 17-9. Graziosi costretto a chiamare tempo per interrompere lo stato di grazia di Ortona. Murato Tartaglione, 18-13. Sieco che accusa un vistoso calo e Bergamo ne approfitta 18-16. Ace di Ivan Zanettin 21-17. Dolfo sbaglia il servizio 22-18. È ora anche per la SIECO di giocarsi i suoi set point: 24-19, ma Simoni spreca il primo buttando a rete il suo servizio. Fischiato un fallo di invasione alla SIECO. Bergamo si avvicina troppo e Nunzio Lanci decide di chiamare tempo: 24-22. L’arbitro non vede un’invasione della Caloni, ma il video-check si, ed il punto è per l’Impavida 25-22

Ancora invariate le formazioni all’avvio del quarto set, che vede Bergamo andare subito avanti 0-2. Arriva il pareggio per mano di Zanettin che sfrutta un mani-out: 4-4. Ancora una volta l’arbitro è smentito dal video-check, la palla di Hoogendoorn è Out 6-5. Ribaltata la situazione 8-9. Bergamo allunga, si porta sul 9-11 e così Coach Lanci chiama in panca i suoi. Pesta la linea Hoogendoorn 11-12. Murato Zanettin e nuova mini fuga degli ospiti 12-15. Out il servizio di Ogurčák 13-19. Il muro di Simoni permette ai suoi di avvicinarsi quanto basta per destare qualche preoccupazione in coach Graziosi, che chiede tempo. La fortuna sorride anche a Menicali che trova un ace con l’aiuto del nastro: 18-19. Ace di Hoogendoorn 18-21. Gli ortonesi sembrano aver esaurito la benzina e smettono di lottare, ace del solito Hoogendoorn e 18-24. Gran palla al centro e gara set che si chiude 18-25. Con questa vittoria Bergamo approfitta della contemporanea sconfitta di Tuscania e conquista la vetta.
Alessio Sitti: «Non siamo stati in partita per almeno un set e mezzo. Per fortuna abbiamo cominciato a carburare dimostrando di essere in grado di poter giocare una buona pallavolo. Sono soddisfatto della mia prova anche se dispiaciuto per non essere riusciti a guadagnare neanche un punto. Peccato. Siamo stati un po’ troppo disordinati in alcune fasi di gioco»
Nunzio Lanci «Non ci sono più scuse. Adesso è arrivato il tempo di vincere. Club Italia e Bolzano sono due squadre da non sottovalutare ma sarà d’obbligo vincere per scacciare l’incubo dei Play-Out»

TABELLINI:
Sieco Impavida Ortona: Simoni 2, Pesare n.e. (L), Zanettin 19, Bencz n.e., Tartaglione 10, Sitti, Provvisiero (L) n.e., A. Lanci, Zanini, Ogurčák 21, Menicali 7, S. Lanci n.e. (L), Rustignoli n.e. Allenatore: N. Lanci
Caloni Agnelli Bergamo: Maffeis n.e., Innocenti (L), Pierotti 15, Cargioli 4, Dolfo 19, Franzoni (L), Longo, Carminati, Hoogendoorn 15, Cioffi 4, Albergati n.e., Jovanovic 5, Valsecchi 10. Allenatore: Graziosi
NOTE:
Sieco Service Impavida Ortona – Caloni Agnelli Bergamo (18-25 / 22-25 / 25-22
Durata Set: I (26’), II (31’), III (30’), IV (25’)
Durata incontro: 1h 52’
Muri Punto: Ortona 6; Bergamo 10
Aces: Ortona 4; Bergamo 7
Errori Al Servizio: Ortona 11; Bergamo 7
Arbitri: Merli Maurizio (Terni) e Zingaro Marco Riccardo (Foggia).

Guarda anche

La Tombesi punta forte sul settore giovanile per il proprio futuro

Ortona. Lo stop forzato alle attività agonistiche ha coinvolto, oltre alla prima squadra, anche le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =