mercoledì , 12 dicembre 2018
Home » Polis » Città » Montesilvano, ispezioni a Fosso Mazzocco per stanare eventuali allacci abusivi

Montesilvano, ispezioni a Fosso Mazzocco per stanare eventuali allacci abusivi

Montesilvano – Verificare la presenza di eventuali allacci abusivi all’interno di Fosso Mazzocco. Questo l’obiettivo di un sopralluogo tecnico eseguito questa mattina dal Comune e dall’Aca. Con l’ausilio di una video camera, tecnici professionisti hanno effettuato una video ispezione all’interno del Fosso, cominciando dalla zona a ridosso della Nazionale Adriatica e proseguendo via via fino al mare.

«Accedendo da ogni singolo tombino –  specifica l’assessore ai Lavori Pubblici, Valter Cozzi –  è stata eseguita una perlustrazione. Sono state riscontrate alcune anomalie che dovranno essere sottoposte a successive verifiche.  Anche questa attività si pone in linea con le azioni messe in atto per individuare le soluzioni all’annosa problematica degli allagamenti e per preservare la qualità delle acque del nostro mare che sono eccellenti ormai da 7 anni consecutivi. Anche nel punto di prelievo alla foce del Fosso Mazzocco, secondo i rilievi dell’ARTA, sono sempre stati riscontrati valori eccellenti che certificano acque perfettamente balneabili. L’obiettivo è quello di mettere in campo tutti i necessari interventi per tutelare quei residenti che in occasione di abbondanti precipitazioni subiscono gli allagamenti. Abbiamo affidato gli interventi di adeguamento idraulico lungo via Piemonte, via Maremma, via Emilia e le sue traverse a tre differenti ditte che ben presto si metteranno al lavoro. Quella zona era stata oggetto – ricorda ancora Cozzi –  di approfondimenti e ispezioni  che sono stati propedeutici alla predisposizione dei lavori che, siamo certi, miglioreranno significativamente la problematica».

Guarda anche

WiFi4EU: Teramo tra i primi 224 Comuni d’Italia finanziati

Teramo - Il capoluogoabruzzese è risultato Candidato Selezionato, a seguito della partecipazione all’iniziativa WiFi4EU, promossa dalla Commissione europea. L’iniziativa, pensata per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi per i cittadini negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei, offre ai Comuni la possibilità di richiedere un buono per un valore di 15.000 euro. I buoni saranno poi utilizzati per installare apparecchiature Wi-Fi negli spazi pubblici in quei Comuni che non sono già dotati di uno hotspot Wi-Fi gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 8 =