domenica , 15 luglio 2018
Home » Polis » Economia » Cipe: D’Alfonso annuncia l’Ok dalla Corte dei Conti per 5,5 milioni per le infrastrutture

Cipe: D’Alfonso annuncia l’Ok dalla Corte dei Conti per 5,5 milioni per le infrastrutture

Pescara -Ha avuto il via libera della Corte dei Conti e sarà presto pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la delibera CIPE (Comitato interministeriale per la programmazione economica) n. 97 del 22 dicembre scorso che prevede l’assegnazione all’Abruzzo di risorse volte principalmente all’infrastrutturazione scolastica, turistica e sportiva.

Gli interventi da finanziare dovevano essere inseriti nel Piano triennale dei lavori pubblici dell’ente che richiedeva il finanziamento e nel sistema di monitoraggio unitario istituito dal Ministero dell’Economia, avere almeno il progetto definitivo approvato oltre ad un cronoprogramma di spesa per annualità. Il termine per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti è fissato al 31 dicembre del prossimo anno.

Questo l’elenco dei 10 interventi:

Abbateggio: 130 mila euro per la realizzazione degli spogliatoi annessi al campo sportivo; Cerchio: 200 mila euro per l’adeguamento sismico della scuola elementare di via Giardino; Tollo: 380 mila euro per la riqualificazione dell’impianto sportivo comunale; Arielli: 400 mila euro per la realizzazione della Casa dello Sport; Fossacesia: 500 mila euro per interventi di risanamento dell’area di San Giovanni in Venere; L’Aquila: 600 500 mila euro per l’adozione di servizi di e-procurement in modalità SaaS e dei servizi di supporto per la realizzazione di un sistema telematico di acquisto a disposizione del Soggetto Aggregatore e delle stazioni appaltanti del territorio regionale; Roccaraso: 676 mila 50 euro per il completamento della palestra comunale per la scuola primaria e secondaria di primo grado; Cugnoli: 750 mila euro per la riqualificazione dell’impianto sportivo comunale e del centro di accoglienza; Montesilvano: 1 milione 400 mila euro per la realizzazione della palestra del liceo scientifico “Corradino D’Ascanio”; Pescara: 1 milione 500 mila euro per la realizzazione di una palestra a completamento dell’infrastruttura scolastica “Galileo Galilei” in via Vespucci.

INFRASTRUTTURE: D'ALFONSO, FATTORE TEMPO DECISIVO

INFRASTRUTTURE: D'ALFONSO, FATTORE TEMPO DECISIVO

“Il fattore tempo si rivelerà decisivo. Entro il prossimo mese di settembre, infatti, verrà licenziato il nuovo DEF, il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria, e come Regione Abruzzo dovremo essere in grado di chiudere tutte le partite in cui siamo impegnati sul fronte delle Infrastrutture”. Lo ha ricordato, questa mattina, in Regione, a Pescara, il presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso, nel corso della riunione che ha avuto con dirigenti e funzionari del dipartimento infrastrutture e trasporti. Incontro al quale ha preso parte anche il consigliere regionale delegato ai Trasporti, Maurizio Di Nicola. “Se riusciremo ad evitare rallentamenti nell’attività amministrativa – ha detto D’Alfonso – eviteremo il rischio di vederci sottrarre parte della corposa mole di finanziamenti (quantificabili in circa 3 miliardi 200mila euro) che abbiamo ottenuto in questi 51 mesi di legislatura. Un lavoro costante – ha continuato il presidente – che ci ha consentito di ottenere diversi risultati importanti come quello del risanamento della Saga, gravata da debiti indeterminati, di riguadagnare un rapporto eccellente con Ryanair, di eliminare, con la nascita di Tua, buchi importanti manifestatisi nel corso delle precedenti gestioni delle società di trasporto pubblico regionale, ora confluite in un unico soggetto. Adesso, – ha aggiunto – siamo vicini alla terza fase di lavoro che coincide con la partita dell’ acquisto dei materiali rotabili per i quali la Regione ha in pancia ben 100 milioni di euro”. Tuttavia, ci sono anche altre partite che richiederanno al Dipartimento infrastrutture e trasporti della Regione un impegno ed un particolare apporto quali-quantitativo. “Mi riferisco, in particolare, – ha sottolineato D’Alfonso – alle cospicue risorse Cipe presenti sul Masterplan per le quali occorrera’ procedimentalizzare le procedure previste. Così come richiederà uno sforzo importante la partita del contratto di programma RFI-MIT che ci assegna una quantità di risorse mai vista in passato. Tuttavia, rispetto alla tematica della infrastrutturazione pesante ferroviaria, – ha continuato – bisognerà tallonare RFI per fare in modo che ci siano pareri collaborativi rispetto al soggetto attuatore della prodotto progettuale. Così come appare importante la partita legata ad una destinazione ottimale dell’Interporto Manoppello che oggi è una cattedrale nel deserto”.

Notice: Undefined index: tie_hide_author in /var/www/clients/client5/web26/web/wp-content/themes/sahifa02012017/single.php on line 105

Guarda anche

Pescara, notte Bianca dell’Adriatico, almeno 300.000 sulla Riviera in festa

Cuzzi: “Un grande successo che ha promosso la città a livello nazionale e ha restituito a Pescara la dimensione che merita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =