venerdì , 21 settembre 2018
Home » Focus » Cronaca » Silvi, trasporto scolastico: licenziati si incatenano davanti al comune. Il sindaco ne chiede la riassunzione
Andrea Scordella

Silvi, trasporto scolastico: licenziati si incatenano davanti al comune. Il sindaco ne chiede la riassunzione

Silvi – “Sgradita sorpresa“ così il sindaco di Silvi definisce quanto accaduto questa mattina sotto il palazzo comunale dove quattro dipendenti della ditta Baldassarre di Francavilla, che ha in appalto il trasporto alunni, si sono legati con una catena per protestare contro il loro improvviso e inatteso licenziamento. “Il presidente della  Baldassare, irreperibile, –si legge nella nota stampa– a seguito delle pressanti richieste del sindaco Scordella, ha inviato il coordinatore d’area Alessandro Russi che non ha potuto fare altro che prendere atto della clamorosa protesta e rinviare ogni determinazione alle decisioni del presidente della ditta appaltatrice”.

L’amministrazione comunale, presente con il sindaco e il vicesindaco nonché assessore al Sociale Valloscura, ha chiesto la riassunzione immediata dei due autisti e dei due accompagnatori.

“Va detto –ribadisce nella nota il primo cittadino silvarolo- che la ditta Baldassarre, a suo tempo subentrata alla ditta vincitrice dell’appalto ed eliminata per gravi inadempienze, ha ripreso, in regime di proroga tecnica il suo servizio pro tempore per 4 mesi grazie ad una disposizione emanata dal funzionario competente, in attesa della regolare conclusione dell’iter amministrativo del bando 2018/2019 avviato dal Commissario Straordinario. Così come è da tenere in considerazione che il Comune in questa contesa di carattere sindacale non ha potere di intervento decisionale tra le parti, in quanto il contratto prorogato prevede che la ditta possa scegliere i lavoratori da destinare alle sue attività tra tutti quelli in servizio alle sue dipendenze”.

Il sindaco e gli assessori al Sociale e all’Istruzione hanno chiesto a Russi di trovare una soluzione bonaria per la riassunzione dei quattro lavoratori silvaroli.

Si tratta – ha detto il sindaco Scordella – di superare una situazione di estremo disagio per quattro famiglie di Silvi che rischiano di vedere sfumare la loro occupazione. Alla Baldassarre abbiamo chiesto di rivedere la sua posizione. Sono certo che il titolare della Baldassarre comprenderà questa esigenza e provvederà in merito con sollecitudine. Nel frattempo ho dato incarico all’Ufficio Contenzioso di verificare se la procedura seguita è conforme alla normativa vigente. Ringrazio i colleghi della minoranza la consigliera Simona Astolfi e il consigliere Comignani Francesco per la loro presenza e la loro solidarietà”.     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − dieci =