domenica , 12 luglio 2020
Home » Focus » Meteo » Montesilvano, prevista neve a bassa quota. Piano neve già pronto dal 10 dicembre scorso

Montesilvano, prevista neve a bassa quota. Piano neve già pronto dal 10 dicembre scorso

Montesilvano – L’avviso meteo del Centro funzionale d’Abruzzo della Protezione civile comunica che dal pomeriggio di oggi, mercoledì 2 gennaio, si prevedono nevicate che in nottata potrebbero arrivare anche a bassa quota. Il Comune ha predisposto un adeguato piano neve, presentato già il 10 dicembre. Secondo il piano neve (che si riporta in calce integralmente), il territorio di Montesilvano è stato suddiviso in 8 zone raggruppate in 5 macroaree, ciascuna di queste ultime verrà gestita da altrettante ditte incaricate.

 

Dal municipio l’invito ai cittadini, ad attenersi alle seguenti misure di autoprotezione in caso di neve e gelo.

 

Prima:
  • Informati sull’evoluzione della situazione meteo, ascoltando i telegiornali o i radiogiornali locali, visitando i siti web specializzati, in particolare il sito internet del Centro Funzionale d’Abruzzo (http://allarmeteo.regione.abruzzo.it/), quello del Comune di Montesilvano (https://www.comune.montesilvano.pe.it/), seguendo le informazioni e le indicazioni diffuse dal servizio “Montesilvano Informa” attivo su Telegram;
  • Procurati l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo o verificane lo stato: pala e scorte di sale sono strumenti indispensabili per la tua abitazione o per il tuo esercizio commerciale;
  • Presta attenzione alla tua auto che, in inverno più che mai, deve essere pronta per affrontare neve e ghiaccio;
  • In ottemperanza dell’Ordinanza sindacale n. 85 del 31 ottobre 2018 che dispone che, dal 15 novembre 2018 al 15 aprile 2019, tutti i veicoli a motore, in transito su tutte le strade del territorio comunale, debbano essere muniti di pneumatici invernali ovvero devono avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio, adeguati per il tipo di veicoli in uso e omologati secondo la Direttiva 92/23/CEE e/o dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, monta pneumatici da neve, oppure porta a bordo catene da neve, preferibilmente a montaggio rapido; fai qualche prova di montaggio delle catene: meglio imparare ad usarle prima, piuttosto che trovarsi in difficoltà sotto una fitta nevicata;
  • Controlla che ci sia il liquido antigelo nell’acqua del radiatore;
  • Verifica lo stato della batteria e l’efficienza delle spazzole dei tergicristalli;
  • Non dimenticare di tenere in auto i cavi per l’accensione forzata, pinze, torcia e guanti da lavoro.
Durante:
  • Informati sull’evoluzione della situazione meteo, ascoltando i telegiornali o i radiogiornali locali, visitando i siti web specializzati, in particolare il sito internet del Centro Funzionale d’Abruzzo (http://allarmeteo.regione.abruzzo.it/), quello del Comune di Montesilvano (https://www.comune.montesilvano.pe.it/), seguendo le informazioni e le indicazioni diffuse dal servizio “Montesilvano Informa” attivo su Telegram;
  • Procurati l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo o verificane lo stato: pala e scorte di Verifica la capacità di carico della copertura del tuo stabile (casa, capannone o altra struttura). L’accumulo di neve e ghiaccio sul tetto potrebbe provocare crolli;
  • Ai sensi dell’articolo 24 del Regolamento di Polizia Urbana, i proprietari e i conduttori di case hanno l’obbligo solidale di provvedere allo sgombro della neve dai marciapiedi prospicienti i rispettivi fabbricati non appena sia cessato di nevicare e di rompere e coprire con materiale adatto antisdrucciolevole il ghiaccio che vi si formi, evitando di gettare e spandervi sopra acqua che possa congelarsi; pertanto, preoccupati di togliere la neve dal tuo accesso privato o dal tuo passo carraio; non buttarla in strada, potresti intralciare il lavoro dei mezzi spazzaneve;
  • Se puoi, evita di utilizzare l’auto quando nevica e, se possibile, lasciala in garage. Riducendo il traffico e il numero di mezzi in sosta su strade e aree pubbliche, agevolerai molto le operazioni di sgombero neve;
  • Se sei costretto a prendere l’auto segui queste piccole regole di buon senso:
–     libera interamente l’auto e non solo i finestrini dalla neve;
–     tieni accese le luci per renderti più visibile sulla strada;
–     mantieni una velocità ridotta, usando marce basse per evitare il più possibile le frenate; prediligi, piuttosto, l’utilizzo del freno motore;
–     evita manovre brusche e sterzate improvvise;
–     accelera dolcemente e aumenta la distanza di sicurezza dal veicolo che ti precede;
–     ricorda che in salita è essenziale procedere senza mai arrestarsi. Una volta fermi è difficile ripartire e la sosta forzata della tua auto può intralciare il transito degli altri veicoli;
–     parcheggia correttamente la tua auto in maniera che non ostacoli il lavori dei mezzi sgombraneve;
–     presta particolare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, si possono staccare dai tetti;
–     non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote;
  • Non camminare e non parcheggiare nelle vicinanze di alberi e presta attenzione, soprattutto in fase di disgelo, ai blocchi di neve che si staccano dai tetti.
Dopo:
  • Ricorda che, dopo la nevicata, è possibile la formazione di ghiaccio sia sulle strade che sui marciapiedi. Presta quindi attenzione al fondo stradale, guidando con particolare prudenza;
  • Se ti sposti a piedi scegli con cura le tue scarpe per evitare cadute e scivoloni e muoviti con cautela e presta attenzione, soprattutto in fase di disgelo, ai blocchi di neve che si staccano dai tetti.

 

LA RIUNIONE OPREATIVA DEL 10 DICEMBRE SCORSO

 

Piano neve 2018/2019, riunione operativa a Montesilvano

 

Guarda anche

Maltempo, il governo nega il riconoscimento dello stato di emergenza per la grandinata di luglio scorso

Pescara - Il Dipartimento di Protezione Civile ha notificato alla Regione Abruzzo il diniego al riconoscimento dello Stato di emergenza, e quindi di contributi statali, per i danni provocati dalla eccezionale grandinata del 10 luglio scorso. Secondo la Protezione Civile, nonostante i plurimi sopralluoghi effettuati nei comuni maggiormente colpiti, i danni riscontrati possono e devono essere affrontati con le ordinarie risorse degli Enti locali interessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − 4 =