mercoledì , 16 gennaio 2019
Home » Sport » In amichevole Pescara battuto all’Adriatico dal Fano 1-2

In amichevole Pescara battuto all’Adriatico dal Fano 1-2

Pescara. Sconfitta a sorpresa del Pescara in amichevole con il Fano con i marchigiani che si impongono all’Adriatico 1-2 in rimonta. Biancazzurri in vantaggio nella prima frazione con un rigore trasformato da Mancuso, poi gli ospiti agguantano il pari con Mascone e nella ripresa pervengono al pari con Acquadro. Pescara a tratti compassati e in …

Pescara. Sconfitta a sorpresa del Pescara in amichevole con il Fano con i marchigiani che si impongono all’Adriatico 1-2 in rimonta.
Biancazzurri in vantaggio nella prima frazione con un rigore trasformato da Mancuso, poi gli ospiti agguantano il pari con Mascone e nella ripresa pervengono al pari con Acquadro. Pescara a tratti compassati e in alcuni tratti ha cercato di tenere vivo il gioco, ma di fronte ha trovato un avversario agguerrito che ci ha tenuto a non sfigurare, riuscendoci a pieno.

Il Pescara ritrova gli ex Epifani, Vetturini, Da Silva, e Selasi.

La cronaca
Al 4’ una punizione di Del Sole sfiora la traversa. Replica il Fano al 6’ con Selasi dalla distanza che manda di poco alto. Al 9’ sugli sviluppi di un angolo Sosa di testa impegna Fiorillo che blocca in due tempi. Al 15’ Mancuso appoggia per Kanoutè che manda malamente a lato. Al 17’ Ferrante riceve dalla destra, si gira ma non centra lo specchio della porta. Ma al 23’ il Pescara passa in vantaggio: atterramento in area di Celli su Antonucci ed il direttore di gara assegna la massima punizione ai biancazzurri, il penalty viene battuto e trasformato da Mancuso. Al 32’ lo stesso Mancuso ruba palla a Celli, ma la sua conclusione non impensierisce Sarr. Al 38’ il pareggio del Fano con una gran conclusione di Mascone dai 20 metri che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Al 43’ cross di Vetturini dalla destra per Da Silva che impegna severamente Fiorillo che smanaccia in angolo.
Nella ripresa all’11’ Marras riceve un appoggio, la sua conclusione è parata da Sarr. 1’ dopo replica il Fano con Acquadro che mette in mezzo per Cernaz che manda a lato. Al 21’ Morselli appoggia per Acquadro che spara alto. Al 23’ buona incursione di Morselli che non inquadra lo specchio della porta. Al 28’ Fano in vantaggio con una conclusione di prima intenzione di Acquadro che batte Castrati. Al 34’ Cernaz smista per Acquadro il cui tirocross termina sul fondo. Al 37’ si rifà vivo il Pescara con Marras che allunga per Del Sole che cerca di mettere in mezzo, ma anticipa Sarr. Al 40’ sassata di Melegoni che va alta. Al 44’ una punizione di Kanoutè scheggia l’incrocio dei pali. In chiusura Morselli approfitta di un disimpegno sbagliato, la sua conclusione termina di poco a lato.

I commenti dei due tecnici
Bepi Pillon (allenatore Pescara): “Si può essere anche stanchi, avendo lavorato tanto, però non mi è piaciuto l’atteggiamento, atteggiamento che non va bene, di queste cose poi ne parlerò con i ragazzi. È mancata la concentrazione, l’attenzione, questo ci serva da lezione perché se noi non facciamo bene le nostre cose e non siamo concentrati abbiamo dei problemi. Se invece la squadra è attenta e facciamo quello che dobbiamo fare la squadra può diventare pericolosa, invece se siamo come oggi no. I ragazzi devono capire che non abbiamo fatto niente se non si prosegue il campionato come dovrebbe essere, perciò deve essere un monito per noi per capire certe cose: per capite cosa dobbiamo fare e cose non dobbiamo fare. Penso che oggi la partita sia servita molto per questo, le soste sono molto pericolose, soprattutto quando si viene da due vittorie, invece si dovrebbe pensare a ricaricare le pile, a mettere la testa sul campo e pensare che dobbiamo pedalare testa bassa perché in questo campionato se molli qualcosa sei finito. Le vocie di mercato? Questo mese non solo a me ma a tutti gli allenatori non piace perché ci sono tante voci e la testa dovrebbe essere sul campo e non in altri posti, questo vale per noi e vale per tutte le squadre. Questo però non deve essere un alibi per noi, io non cerco alibi, che il mercato sia fastidioso è diverso, ma l’atteggiamento è una cosa diversa”.
Massimo Epifani (allenatore Fano): “La soddisfazione è stata quella di tornare a Pescara, oggi era un’amichevole ed il risultato non era importante. Sono contento di quello che abbiamo fatto perché nell’ultimo mese e mezzo stiamo facendo veramente bene, poi c’è stata la sosta e oggi ci siamo presentati nuovamente bene e di questo sono contento. Potevamo vincere noi, poteva vincere il Pescara, ma l’importante è che non ci siamo fatti male, dopo cinque giorni di carichi di lavoro potevamo farci male, non è successo, abbiamo fatto una bella partita, abbiamo vinto e siamo contenti. Ha perso il Pescara, oggi poteva capitare anche a noi di perdere, in queste partite noi allenatori guardiamo altre cose: l’approccio alla gara, come siamo messi in campo contro una squadra forte. Abbiamo fatto una buona gara che sicuramente ti dà dei dati importanti, però può essere pericoloso per il futuro perché puoi pensare di essere bravo e invece non è così. Questo è un periodo particolare perché non solo c’ la sosta, ma c’è anche il mercato, le squadre cambiano, il girone di ritorno è sempre più difficile nella storia del calcio perché nel mercato può sempre cambiare tutto, quindi bisogna stare con la guardia alzata perché le partite ed i punti diminuiscono. Se l’andata è stata difficile il ritorno è ancora più difficile perché bisogna stare attenti a tutto. All’inizio del campionato abbiamo fatto un po’ di fatica, il percorso era quello, sapevo che i ragazzi crescevano, l’esperienza dell’anno scorso in Primavera mi ha fatto molto bene nel lavorare con i ragazzi. Ci ho messo un po’ di tempo per trovare la quadratura, poi l’abbiamo trovata, adesso nel mercato di gennaio ci stiamo preparando per alcune lacune che abbiamo e dobbiamo pensare a fare tanti punti al girone di ritorno perché ci vogliamo salvare al più presto possibile in un campionato difficile”.

Tabellino
Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Perrotta, Crecco, Kanoutè, Machin, Brugman, Antonucci, Del Sole, Mancuso A disposizione: Castrati, Farelli, Cofani, Scognamiglio, Pierpaoli, Martella, Palmucci, Marafini, Melegoni, Capone, Marras, Monachello Allenatore: Pillon
Alma Juventus Fano (3-5-2): Sarr, Celli, Konatè, Sosa (13’ st Morselli), Vetturini, Tascone, Selasi, Lazzari, Setola, Ferrante (8’ st Mancini), Da Silva A disposizione: Mariani, Diallo, Maloku, Magli, Ndiaye, Scimmia, Cernaz, Acquadro Allenatore: Epifani
Arbitro: Di Martino (sezione di Teramo)
Assistenti: Chiocchi (sezione di Foligno) e Macaddino (sezione di Pesaro)
Marcatori: 23’ pt Mancuso (rig.), 38’ pt Tascone, 28’ st Acquadro
Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno
Note: recupero 0’ pt 3’ st, angoli 2-3 per il Fano, spettatori 400 circa

Guarda anche

Doppio Dos Santos, Il Francavilla batte 2-0 l’Isernia VIDEO

Francavilla al Mare. Grazie ad una doppietta di Dos Santos nel primo tempo il Francavilla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 5 =