sabato , 24 agosto 2019
Home » Focus » News » difesa dl litorale: firmata la convenzione che ne permette ai privati la manutenzione

difesa dl litorale: firmata la convenzione che ne permette ai privati la manutenzione

Pescara- Alla presenza del sottosegretario alla Presidenza della giunta regionale, Umberto D’Annuntiis, del dirigente del Servizio Opere marittime e Acque marine, Franco Gerardini e di Andrea Lancia, rappresentante del Consorzio Riviera Dannunziana, è stata firmata la convenzione per la manutenzione ordinaria delle celle 2, 3 e 4 ubicate nel “Sito 2 – Pescara Sud-Francavilla” nel Comune di Pescara.

E’ la prima convenzione stipulata a seguito dell’emanazione della delibera di giunta regionale del primo aprile scorso, che permette ai privati di partecipare alla realizzazione di interventi di manutenzione ordinaria di difesa del litorale abruzzese: una vera e propria “alleanza” pubblico-privato nell’affrontare e risolvere le problematiche sempre più pressanti dei fenomeni di erosione della costa abruzzese, richiesta anche dalle Associazioni dei balneatori. L

‘atto, infatti, vuole essere il primo di una serie di positive interazioni tra la Regione e i gestori del demanio marittimo, così da ottimizzare le risorse economiche e le tempistiche procedurali per la manutenzione della costa abruzzese sia con interventi sulle difese rigide, che con interventi di ripristino e di ripascimento degli arenili, in coerenza con la redazione del nuovo “Piano di difesa della costa” che la Regione sta elaborando in collaborazione con l’Università dell’Aquila. Il Consorzio avrà in consegna l’intera area e il relativo specchio d’acqua antistante, necessari all’attuazione dell’intervento che cesserà automaticamente con la fine dei lavori. Le opere autorizzate dovranno essere realizzate e completate nella loro interezza come indicato nel cronoprogramma previsto nel progetto esecutivo e comunque senza che le attività programmate possano interferire con la stagione balneare.

L’intervento è stato attivato in ottemperanza all’art. 20 “Opera pubblica realizzata a spese del privato” del D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”. Le opere verranno eseguite in conformità delle previsioni progettuali e sotto la sorveglianza del Servizio Opere marittime e Acque marine della Regione Abruzzo. A garanzia della totale realizzazione degli interventi il Consorzio presterà, con la comunicazione di inizio lavori, apposita polizza.

Guarda anche

Gruppo Pd: grandinata, la regione provveda con fondi propri alla messa in sicurezza d’urgenza delle opere pubbliche danneggiate

 “La fortissima grandinata, seguita da un evento temporalesco senza precedenti, che ha interessato nella giornata del 10 luglio ampie zone della  nella nostra regione, ha messo in ginocchio le aree costiere, da Pescara a Montesilvano fino a Francavilla, tutta la costa dei trabocchi fino a Vasto, ma anche la costa teramana e troppi Comuni dell’entroterra. La Regione Abruzzo si è attivata per la richiesta dello stato di emergenza, ma oggi vogliamo fare un appello al Presidente Marsilio : la Regione provveda subito, con fondi propri, a dotare di fondi i Comuni maggiormente colpiti per la messa in sicurezza d’urgenza delle opere pubbliche danneggiate, come già avvenuto in passato in altre occasioni simili”. Con queste parole gli esponenti del gruppo Pd Silvio Paolucci (capogruppo), Antonio Blasioli e Dino Pepe, intervengono per chiedere al governo regionale di stanziare subito la somma necessaria per sistemare le infrastrutture pubbliche danneggiate dal maltempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 2 =