domenica , 18 agosto 2019
Home » Passioni » People » Bio Benessere: a Pescara due giorni dedicati al sano vivere

Bio Benessere: a Pescara due giorni dedicati al sano vivere

Il 25 e il 26 maggio al Porto turistico di Pescara torna la fiera dedicata al mondo bio e naturale

Mens sana in corpore sano”. Già gli antichi conoscevano i benefici di uno stile di vita sano e un’alimentazione corretta sulla salute del nostro corpo e della nostra mente. Cibi salutari, cosmetici naturali, prodotti biologici e uno stile di vita green sono, infatti, i migliori ingredienti per contrastare un mondo sempre più industrializzato e inquinato che rischia di intossicare il nostro organismo a tutti i livelli.

E’ per questa ragione che, anche le nuove generazioni, hanno ormai compreso l’importanza di essere consumatori responsabili, di adottare uno stile di vita più sano e sostenibile, e di riconciliarsi con la natura e le tradizioni, senza per questo rinunciare all’innovazione e alla modernità del terzo millennio. Per tutti coloro che hanno già abbracciato questo lifestyle, ma anche per coloro che ancora non ne conoscono appieno le potenzialità e i benefici, torna a Pescara un appuntamento imperdibile: Bio Benessere, la fiera del sano vivere in programma il 25 e il 26 maggio (inaugurazione ore 11) nel padiglione espositivo del Porto Turistico Marina di Pescara. La kermesse, giunta alla sua sesta edizione, promossa dalla CNA di Pescara e dalla Camera di Commercio Chieti Pescara e ideata e curata in ogni suo aspetto dalla Fiere e Dintorni Srl, è la prima e unica manifestazione fieristica del Centro Sud Italia interamente dedicata al mondo del sano vivere e dell’alimentazione naturale. La fiera, inoltre, si avvale della partnership con le principali testate giornalistiche di settore.

Gli oltre 2000 mq di spazio espositivo si trasformeranno per due giornate nel paradiso dei natural & green lovers che avranno la possibilità di conoscere e testare i migliori servizi e prodotti biologici, naturali e green attualmente in circolazione.

Quattro le aree tematiche presenti nel percorso all’interno della fiera:

  • Area Natural Food World, per toccare con mano e testare con il palato il gusto del naturale, avendo allo stesso tempo la possibilità di conoscere la provenienza dei cibi che arrivano sulla nostra tavola. In questa sezione, inoltre, i bambini avranno l’occasione di giocare con l’orto bio per capire l’importanza del rispetto delle piante e della terra;
  • Area Benessere, dedicata all’eco beauty, al relax e al benessere, per avere la possibilità di prendersi cura di sé in modo naturale, sperimentando discipline olistiche e l’utilizzo di cosmetici naturali e biologici per viso, corpo e capelli, oltre a integratori e nutraceutici;
  • Area Eco Drive & Green Mobility, che nella giornata del 25 maggio con Barbuscia  Smart sensibilizzerà i cittadini a uno stile di vita sostenibile e “slow”, attraverso un simpatico percorso allestito in cui si sfideranno nel confronto Smart elettriche e Smart tradizionali. Nell’area esterna dedicata, Barbuscia con Smart Italia mostrerà i vantaggi dell’eco drive sotto ogni punto di vista svelando i dettagli per una mobilità sostenibile, utile e consapevole.
  • Area Workshop/Convegni, per offrire a tutti i visitatori l’opportunità di informarsi e formarsi grazie a un ricco calendario di approfondimenti e focus sui vari aspetti legati al mondo del Bio Benessere.

L’ingresso all’evento è gratuito e aperto a tutti, previa registrazione che può essere fatta online sul sito www.fierabiobenessere.it o direttamente nella sede della manifestazione.

Guarda anche

Ci lascia Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale

È scomparsa all’età di 75 anni Iva Polcina, scrittrice e operatrice culturale. Nata a Capestrano (L'Aquila) nel 1944, ha insegnato in Lombardia e in Liguria ed ha vissuto in Grecia. Ha partecipato a stages teatrali tenuti da Giorgio Albertazzi nella città di Volterra, dal 1996 al 1998. Per la sua attività letteraria ha conseguito premi e riconoscimenti, tra cui il Premio della Giuria del “Fiorino d’Oro”, il Premio “Giorgio Albertazzi”, il Premio Internazionale “Emigrazione” per il libro “Terre di Guerrieri”,  il Premio “Lettera d’Amore” per una lettera d’amore dedicata al Guerriero di Capestrano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto − 5 =