giovedì , 2 aprile 2020
Home » Polis » Città » Montesilvano Colle: lavori per il consolidamento appaltati alla ditta Codisab Srl

Montesilvano Colle: lavori per il consolidamento appaltati alla ditta Codisab Srl

Montesilvano – Appaltati i lavori per l’intervento di consolidamento di Montesilvano Colle alla ditta Codisab Srl di Carsoli, gli interventi sono previsti nella zona sottostante chiesa di San Michele Arcangelo, che comprende l’attuale passeggiata. I lavori, che partiranno dopo l’autorizzazione del Genio civile, fanno parte di finanziamento di un milione di euro della Regione Abruzzo e serviranno per la difesa idraulica e idrogeologica del borgo medioevale.

“L’obiettivo dell’intervento spiega il sindaco Ottavio De Martinis – è di fermare la tendenza allo scivolamento delle coltri superficiali, opponendo un adeguato contrasto a valle razionalmente posizionato in funzione della morfologia e della logistica. L’intervento è stato progettato in maniera tale da interrompere la tendenza retrogressiva delle fenomenologie instabilitative. Nel versante si dovrà intervenire con un “muro verde” in conglomerato cementizio armato, la scelta tipologica è tale da ridurre l’impatto percettivo, così da ricreare dopo l’intervento le condizioni di verde che caratterizzano l’area. Sono previstiinterventi anche all’antica cinta muraria attraverso ricostruzioni localizzate del parametro murario. E’ prevista anche la pulizia dell’attuale pavimentazione stradale, inoltre sul bordo della nuova scarpata sarà posta in opera una recinzione in solido legname trattato con pilastrini fondati, ottenendo una delimitazione sicura dell’area. La stessa sarà chiusa mediante una recinzione di rete metallica a maglia. Per migliorare la qualità paesaggistica ed ecologica della fascia d’intervento è stata assicurata la messa a dimora di quinte semplici o composite di vegetazione autoctona e naturalizzata. Infine verrà predisposta la rete di pubblica illuminazione attraverso ll realizzazione di un cavidotto e relativi pozzetti”.

Storicamente Montesilvano Colle, è stato sempre interessato da dissesti gravitativi, aggravati dagli eventi calamitosi tra i 2013 e il 2015. Le prime notizie di dissesti risalgono però al XVII secolo con la corrispodenza effettuate tra l’amministrazione comunale di Montesilvano e le autorità ecclesiali di Penne e civili di Teramo. Le ricerche furono effettuate dallo storico Osvaldo Galli.

“L’amministrazione comunale – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Damiana Rossi – si è attivata segnalando la pericolosità nella cartografia allegata alla relazione geologica. In particolare nella zona sottostante la Chiesa di San Michele Arcangelo era evidente, dopo alcuni rilievi, un rischio da frana potenziale nelle fondamenta della struttura. L’intervento di consolidamento e stabilizzazione è necessario per la conservazione e per la salvaguardia del patrimonio storico architettonico, attraverso tecnologie correnti. Considerata la disponibilità finanziaria a disposizione rispetto a quanto necessario per la messa in sicurezza dell’intera zona con il progetto si procederà di fatto a realizzare un ulteriore stralcio funzionale di quanto complessivamente necessario. Nella zona del versante interessata dall’intervento i fenomeni sono correlati all’acclività dei vesanti e all’azione dell’acqua meteorica, che può creare deformazioni associate e lenti scorrimenti dei materiali verso la valle con cadute delle resistenze meccaniche e pericoli di dissesto per le strutture edilizie sovrastanti”.

Tra le finalità della progettazione, come specificato nella relazione tecnica comunale,  quella di un’opera di minimo impatto ambientale nel contesto urbano.paesaggistico-architettonico esistente, di considerevole valenza; assicurare il minor onere possibile in fase di manutenzione; la creazione di un’ulteriore fascia pedonale di riqualificazione ambientale di tutta la parte di versante oggetto d’intervento; captazione e regimazione delle acque meteoriche superficiali e di infiltrazione sulla coltre eluviale, maggiormente resposabile dei movimenti gravitativi che si sono verificati nel corso degli anni.

Guarda anche

Teramo, lettera aperta ai cittadini del Sindaco D’Alberto

CITTÀ  DI  TERAMO Il Sindaco Teramo, 23 Marzo 2020 Care Cittadine e  cari cittadini, dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × tre =