sabato , 1 Ottobre 2022

 A14 Il giudice accoglie l’istanza, tornano i mezzi pesanti sul viadotto. Restano esclusi, eccezionali e pericolosi

CNA-FITA soddisfazione per parziale riapertura viadotto Cerrano

PESCARA – «Una riapertura attesa da tanto tempo, per porre fine agli enormi disagi che hanno gravato su autotrasportatori, imprese e cittadini». Così il presidente di CNA-Fita Abruzzo, Gianluca Carota, apprendendo la notizia della parziale riapertura del viadotto Cerrano, lungo l’autostrada A14, chiuso ai mezzi pesanti ormai da oltre un mese in seguito a decisione dell’autorità giudiziaria. «In attesa di conoscere con precisione tutte le prescrizioni che verranno adottate, come ad esempio il divieto di transito per i mezzi con carichi pericolosi che rappresentano circa il 15% di tutti i trasporti effettuati con i camion, o le distanze e i limiti di velocità – prosegue Carota – non possiamo che esprimere un moderato ottimismo per il grande passo in avanti verso il tanto atteso ritorno alla normalità. Attendiamo ora gli interventi strutturali necessari per una definitiva e totale riapertura».

 

Marsilio Parzialmente soddisfatto

“La notizia del parziale accoglimento dell’istanza di dissequestro del viadotto Cerrano, lungo l’autostrada A14, ci lascia soddisfatti ma solo parzialmente. Il divieto di transito che permane nei confronti dei trasporti eccezionali e dei trasporti di merci pericolose continuerà comunque a gravare sulla Statale 16, causando disagi per i cittadini dei territori attraversati. Nei prossimi giorni monitoreremo il tratto interessato per quantificare il volume di traffico che insisterà sulla viabilità ordinaria. In ogni caso, adesso, passata la fase acuta dell’emergenza, chiederò al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti un tavolo per affrontare seriamente la questione relativa al corridoio Adriatico, a cominciare dal destino dell’autostrada e della Statale 16 senza trascurare la viabilità ferroviaria. E’ importante progettare lo sviluppo del Corridoio Adriatico insieme alle altre Regioni in rappresentanza dei territori interessati al fine di definire una strategia adriatica per il potenziamento delle infrastrutture e dei collegamenti”. Questo il commento del presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, dopo la notizia del parziale dissequestro del viadotto Cerrano da parte del Gip di Avellino.

 

Il sindaco di Montesilvano De Martinis “fine di un incubo”

Il primo cittadino di Montesilvano ha espresso grande soddisfazione per la riapertura del viadotto del Cerrano: “Una notizia bellissima che segna la fine di un incubo per il nostro territorio – ha commentato -. Così come auspicato nei giorni scorsi, fiduciosi in un riscontro positivo, il Gip di Avellino ha disposto la riapertura del tratto autostradale interessato ad eccezione dei trasporti eccezionali e dei trasporti di merci perciolose. Sono state settimane di emergenza in cui è stata messa a dura prova la salute dei nostri cittadini per l’evidente stato di inquinamento atmosferico dovuto ai gas di scarico. Senza citare i disagi e i consistenti danni economici dei cittadini e degli operatori commerciali presenti nelle aree interessate dall’evento nonché danni patrimoniali, per effetto del danneggiamento da sollecitazione smisurata del manto stradale, delle sottostrutture e, dunque delle infrastrutture tutte, delle opere di urbanizzazione e dell’arredo urbano. Non va peraltro sottovalutato il danno d’immagine sofferto dalla città per la indecorosa cartolina conferita in comunicazione a turisti e tour operator all’uopo scoraggiati dalla pessima pubblicità offerta dai media locali e nazionali. Nel pomeriggio ho percorso il tratto interessato e ho constatato che le forze dell’ordine avevano sbloccato fin da subito i divieti facendo transitare i tir sull’autostrada. Un grande risultato raggiunto anche grazie all’unità con gli altri sindaci del territorio e alle prefetture di Pescara e Teramo”.

 

 

 

Guarda anche

Imprese di pulizia CNA, Lapergola è il nuovo presidente regionale

PESCARA – Ivano Lapergola è il nuovo presidente regionale delle imprese di pulizia associate alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 × tre =