lunedì , 6 aprile 2020
Home » Polis » Politica » Referendum costituzionale: Di Sante (Prc) “per fare lo scrutatore a Montesilvano serve ancora la raccomandazione”

Referendum costituzionale: Di Sante (Prc) “per fare lo scrutatore a Montesilvano serve ancora la raccomandazione”

Montesilavono – «Ci auguriamo che il Consiglio dei Ministri rinvi la data del referendum costituzionale previsto per domenica 29 marzo, (nel momento in cui scriviamo è stato annunciato il rinvio sine die N.d.R.) è evidente che non ci sono le condizioni per svolgere una serena campagna elettorale, a maggior ragione dopo le misure approvate nella giornata di ieri per il contenimento dei contagi da Coronavirus. In ogni caso domani giovedì 6 marzo 2020, alle ore 09.30 è convocata la commissione elettorale in Comune a Montesilvano per procedere alla nomina degli scrutatori per il referendum di domenica 29 marzo» è quanto scrive Corrado Di Sante, Segretario provinciale Rifondazione Comunista  .
«Purtroppo a Montesilvano –commenta Di Sante– ancora una volta per fare lo scrutatore un cittadino, a questo giro esclusivamente under 30, è costretto a rivolgersi a un consigliere o a un assessore. Perché c’è bisogno della raccomandazione di un “politicante” pure  per lavorare due giorni durante le elezioni? Ricordiamo inoltre che lo scrutatore è una funzione democratica, di garanzia, molto di più di un “lavoretto”. È ora di finirla con le logiche di scambio ancor più indegne in un grave periodo di crisi economica e di incertezza per il futuro, basta umiliazioniGli scrutatori vanno tutti sorteggiati, e non ci si può affidare su questo punto alla buona volontà di consiglieri o gruppi. E se proprio si vogliono dare delle priorità si può sorteggiare in liste ristrette tra disoccupati e cassintegrati, disabili e giovani, come del resto fanno già centinaia di comuni in Italia.
A Montesilvano il virus della cattiva politica è ancora asserragliato in consiglio comunale, urge un vaccino democratico e partecipativo».

 

Guarda anche

Pescara, la Lega propone Odg per ammainare la bandiera U.E. ma c’è chi prende le distanze. Ritirato il documento

Pescara – La Lega non ha i numeri in Consiglio Comunale ed è costretta a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 4 =