venerdì , 14 agosto 2020
Home » Polis » Città » Variante progettuale alla filovia: I comitati greenway “non riuscirà ad ottenere il nullaosta per la sicurezza”

Variante progettuale alla filovia: I comitati greenway “non riuscirà ad ottenere il nullaosta per la sicurezza”

Pescara – I Comitati Greenway strada parco intervengono riguardo la planimetria elaborata dal RUP della Filovia per conto della Stazione appaltante TUA SpA e che è stata approvata di recente dalla Giunta comunale di Pescara, «suscita non pochi motivi di perplessità e angoscia» scrive nella nota l’Ing.Ivano Angiolelli portavoce dei comitati civici.

«In assenza di vincoli automatici di assistenza alla guida, mancanti nella dotazione tecnica del vettore prescelto in esercizio sulla Strada Parco Montesilvano – Pescara Centrale, e non più disponibili sul mercato internazionale degli autobus dopo il sopravvenuto fallimento (il 25 novembre 2014) del sistema a guida magnetica vincolata del brevetto Phileas a produzione esclusiva dominante, la variante progettuale in corso d’opera pretesa dal Ministero dei Trasporti con nota del 26 febbraio scorso, non riuscirà verosimilmente a conseguire il prescritto “Nullaosta definitivo per la Sicurezza”, di cui all’art.3 del DPR 753/80.
E, soprattuto, non potrà mai superare –  con esito positivo – la lunga fase dei collaudi propedeutici al rilascio dell’autorizzazione UTIF alla regolare apertura all’esercizio dell’impianto.» È il drastico commento dei greenway che prospettano poche speranze anche per l’esito dei collaudi dei bus elettrici di 12 metri che erano stati ipotizzati dall’assessore Mascia in alternativa al filobus Van Hool Exqui.City 18 T: «posto che gli stessi abbiano il medesimo ingombro nella sagoma fisica frontale ´m 2.55 di larghezza, che diventano tre metri con gli specchi laterali .Con questi chiari di luna, non si andrà molto lontano.» Commenta Angiolelli che conclude suggerendo «tanto varrebbe, allora, perseguire utilmente la risoluzione del contratto stipulato nel lontano 21 maggio 2007, in piena adesione al Codice degli appalti pubblici e alla delibera conforme assunta dal Consiglio di amministrazione TUA con Verbale n.26 del 16 ottobre 2017. Senza danni per la Comunità e senza penali onerose».

Guarda anche

Teramo, l’assessore Core rassicura “nessuna esternalizzazione per i nidi comunali”

Teramo – L’amministrazione comunale, ancora una volta, intende fugare ogni possibile dubbio in merito alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =